Mobilità sostenibile

Connecting Europe Express: come prendere il nuovo treno smart dell’Ue

Da settembre fermerà in 70 stazioni (6 in Italia) passando per 26 Stati. Fa del trasporto ferroviario un’opzione di viaggio nel segno della sostenibilità.

Connecting Europe Express: come prendere il nuovo treno smart dell’Ue

In occasione del European Rail Year 2021, l’anno dedicato alle ferrovie e al mondo di treni e rotaie, la Commissione europea ha presentato il calendario di Connecting Europe Express, il treno che da settembre attraverserà 26 Paesi fermandosi in un totale di 70 stazioni, tra cui 6 italiane. L’iniziativa è stata pensata per sensibilizzare cittadini e aziende sui vantaggi che può offrire la mobilità sostenibile del trasporto ferroviario.

Una scelta interessante e originale per quanti stanno esplorando le opzioni accessibili per viaggiare durante la pandemia.

 

Itinerario e orari da Lisbona a Parigi

Mancano 313 giorni e 8 ore alla partenza di Connecting Europe Express il 2 settembre dalla stazione di Lisbona. In sfumatura istituzionale, collegherà le presidenze di turno al Consiglio dell’Ue: da quella portoghese (attualmente in corso), alla slovena, per poi passare il testimone a quella francese. Ecco perché l’ultima destinazione sarà proprio Parigi, con arrivo previsto per il 7 ottobre 2021. Il treno, quindi, correrà per 36 giorni.

Si tratta di un progetto che compensa la mancanza di interoperabilità tra aree e punti dell’attuale rete ferroviaria europea. Per il comfort e le sicurezza dei passeggeri, l’Express offre 3 tipi di treno, quelle più utilizzate in Europa.

 

6-8 settembre, le tappe in Italia

Connecting Europe Express percorrerà l’Italia per fermarsi nelle stazioni di Torino, Milano, Genova, Roma, Verona e Bolzano a partire dal 6 settembre. Quella successiva, in direzione dell’Austria e prima di Innsbruck, è il Brennero. Nel tweet qui sotto si visualizza una mappa con più informazioni su quali sono tutte le fermate del treno in Europa, come consultare i prezzi, gli orar e prenotare o acquistare i biglietti.

 

 

“Connettere” gestori, operatori ed infrastrutture

Rappresenta una pratica efficiente che sperimenta forme di cooperazione tra le imprese ferroviarie ed i gestori dell’infrastruttura. Tra i promotori, oltre alla Commissione Ue, anche la Comunità delle società ferroviarie e infrastrutturali europee (CER), operatori ferroviari, i gestori delle relative infrastrutture e altri partner a livello locale. “Attraversando il continente, da Lisbona a Bucarest e da Berlino a Parigi, il treno Connecting Europe Express seguirà percorsi che ci uniscono”, ha dichiarato Adina Valean, Commissaria Ue per i Trasporti riconoscendone un suggestivo simbolo di connettività”.


Onboard, passeggeri, conoscenza ed innovazione

Il Connecting Europe Express si compone di 6 carrozze. Due ospiteranno mostre e materiale da esposizione sulle ultime frontiere di tecnologia e innovazione che migliorano l’esperienza ferroviaria. Una terza si concentra sulla conoscenza dei programmi ed iniziative con cui l’Ue finanzia e promuove i progetti infrastrutturali per una dotazione pari a 16,3 miliardi di euro (il 72% di quanto il CER destina ai trasporti). Si può cenare e pernottare a bordo della carrozza, dove si può anche seguire conferenze.

E c’è di più: ad ogni fermata, gli attori locali coinvolti nel progetto, proporranno eventi e attività di informazione ed entertainment (applicando le dovute misure anti-covid19 in vigore nella regione che ospita le stazioni). Un modo divertente per fare luce sul ruolo chiave che la ferrovia può avere e sulle sfide che si appresta a superare per aumentare le proprie funzionalità, efficienza e attrattività.

 

Itinerario iberico e route baltica

Un treno speciale, inoltre, percorrerà sull’itinerario iberico tra Portogallo e in Spagna. Un terzo invece si muoverà sulla route baltica in Estonia, Lettonia e Lituania. Entrambi i treni si incontreranno lungo il percorso con quello principale (o a itinerario standard).

Andreas Mattha, Presidente del CER e CEO delle Ferrovie federali austriache (OBB), ha ricordato che questo nuovo treno contribuisce a “raggiungere gli obiettivi climatici comuni”, come la decarbonizzazione, investendo in modalità di trasporto rispettose dell’ambiente, in linea con le nuova strategia del Green Deal europeo.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA