Verso la Maturità

Maturità 2021: cosa si può mettere nel curriculum dello studente

Dalle attività sportive all’impegno nel volontariato, ma nel nuovo cv da allegare al diploma c’è spazio anche per video, blog e articoli, per premi e gare

Maturità 2021: cosa si può mettere nel curriculum dello studente

Il tempo stringe e il count down verso l’esame di maturità è già iniziato. Per i ragazzi che si apprestano a terminare le scuole superiori, però, c’è anche da compilare il curriculum dello studente, che sarà allegato al diploma di maturità. E’ un documento che viene messo a punto insieme alla scuola, almeno nelle parti che riguardano il percorso didattico, mentre c’è una sezione dedicata alle attività extracurricolari, dove poter inserire anche prodotti originali, come articoli scritti per giornali cartacei e non, testi di blog, ma anche video. Ecco come.

 

Il curriculum dello studente: cos’è

Il cv dello studente racchiude le informazioni sulla “carriera scolastica” dello studente che conclude le scuole superiori con l’esame di maturità. Contiene certificazioni conseguite, ad esempio, con lo studio di lingue straniere, oppure attività extrascolastiche svolte dai ragazzi nel corso degli anni, nel proprio tempo libero o nell’ambito del PCTO, l’ex alternanza scuola-lavoro.

Viene presentato alla commissione d’esame in occasione del colloquio orale e potrebbe fornire spunti per domande o approfondimenti da parte dei docenti.

 

Cosa contiene: le sezioni

E’ suddiviso in tre parti: la prima a cura esclusivamente della scuola, la cui segreteria inserirà le informazioni relative al percorso di studi, al titolo conseguito. La seconda sezione contiene eventuali certificazioni ottenute tramite corsi di approfondimento (informatica, lingue, ecc.) tramite la scuola, che si occupa di compilare questa parte insieme allo studente. La terza, invece, è affidata al solo maturando, che indicherà le proprie attività extrascolastiche che possono spaziare dallo sport, alla musica, al volontariato, ecc.

 

Blog, video e altre attività extrascolastiche

E’ in questa sezione che possono essere inserite, ad esempio, attività di tipo creativo, che possono includere anche blog e video inseriti in siti o altri spazi web. Come precisa il ministero dell’Istruzione, è possibile fare riferimento a materiale anche multimediale o a pubblicazioni e articoli “indicandone la tipologia, gli eventuali autori, il titolo, la casa editrice, l’anno di pubblicazione e l’eventuale codice ISBN, identificativo del libro/opera pubblicata”.

 

Dai lavoretti ai concorsi

Sempre nella sezione delle attività extrascolastiche si può indicare la partecipazione a concorsi o gare, manifestazioni sportive, ma anche bandi o premiazioni in ambito culturale e artistico, “indicandone la tipologia, la disciplina o l’ambito, l’anno scolastico, il titolo e i risultati conseguiti”. Quanto ai lavori part time, si possono inserire informazioni sulle attività al di fuori del PCTO, come “attività lavorative svolte nel corso della stagione estiva”.  

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA