Al via i controlli

Castelli: attivo il sistema di controllo anti-furbetti del cashback

Scattano i controlli anti-furbetti del cashback per smascherare coloro che effettuano micropagamenti per scalare classifica bonus semestrale da 1500 euro

Castelli: attivo il sistema di controllo anti-furbetti del cashback

Attivati i controlli anti-furbetti del cashback, per evitare sotterfugi creativi destinati a scalare la classifica del superpremio semestrale da 1500 euro riservato ai primi 100 utenti che hanno effettuato maggiori transazioni elettroniche.

 

A darne l’annuncio la viceministra dell’Economia, Laura Castelli, sottolineando che la misura sta andando bene, con 8,6 milioni di cittadini che hanno aderito al programma.

 

Castelli: al via controlli per furbetti cashback

Niente furbetti del cashback. Abbiamo messo a punto il sistema, tramite l'AppIO, per evitare i micropagamenti presso lo stesso esercizio commerciale. Una pratica a cui qualcuno ricorreva, in modo scorretto, con l'obiettivo di raggiungere più facilmente il numero minimo di transazioni e scalare la classifica del supercashback”, ad annunciarlo su Facebook la viceministra dell'Economia Laura Castelli dopo gli spiacevoli episodi che si sono verificati soprattutto presso i self service delle pompe di benzina.

 

Nonostante qualche intoppo, come questo dei furbetti, il cashback “sta funzionando bene - osserva la viceministra dell’Economia Castelli - visto che sono più di 8,6 milioni i cittadini che hanno aderito al programma, 16 milioni gli strumenti di pagamento elettronico attivati e più di 663 milioni le operazioni registrate fino ad oggi”.

 

Cashback: scattano controlli via sms per bloccare furbetti micropagamenti

È stato messo a punto un nuovo sistema di controllo del cashback che consente di riconoscere tutte quelle operazioni sospette fatte da alcuni “furbetti” esclusivamente per scalare la classifica del supercashback, il superpremio semestrale da 1500 euro destinati ai primi 100 utenti che effettuano il maggior numero di operazioni con le carte elettroniche abbinate all’AppIO.

 

Il Sistema PagoPa si attiverà per chiedere spiegazioni al cittadino solo nel caso in cui si verifichino queste situazioni:

  • spese elettroniche di bassissimo valore;

  • numero elevato di transazioni irrisorie in un giorno;

  • numero elevato di acquisti effettuato presso stesso esercizio commerciale.

 

L’anomalia verrà segnalata all’utente direttamente tramite l’AppIO, con una richiesta di chiarimenti entro 7 giorni dall’invio del messaggio. Se non verranno fornite spiegazioni entro questo lasso di tempo, il sistema provvederà automaticamente ad annullare le transazioni sospette dal cashback e a non conteggiarle per la classifica finale del superpremio.

 

Al momento rientrano nel supercashback solo coloro che hanno effettuato più di 500 pagamenti, soglia che potrebbe salire a 650 alla data finale del concorso prevista per il 30 giugno 2021.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA