E io pago...

Bollette energia: scoppia il caso Green Network. Oneri sui consumatori

Come sempre a pagare sono i consumatori, con doppio addebito in bolletta oneri non versati da Green Network a Enel Distribuzione. Interrogazione Crippa

Bollette energia: scoppia il caso Green Network. Oneri sui consumatori

Scoppia il caso Green Network – Enel Distribuzione sul mercato dell’energia, preoccupando soprattutto i consumatori finali costretti ancora una volta a pagare.

 

Il capogruppo M5S alla Camera, Davide Crippa, ha depositato un’interrogazione rivolta ai ministri dello Sviluppo economico, della Transizione ecologica e dell’Economia per chiedere chiarimenti sulla vicenda, interrogandosi sul mancato intervento da parte di Arera - Autorità di regolazione per energia reti e ambiente.

 

Bollette energia: scoppia il caso green Network - Enel Distribuzione

Ci sono 166 milioni di euro in ballo nel caso Green Network Spa. Secondo la Procura di Roma, la società avrebbe “indebitamente trattenuto somme relative agli oneri generali di sistema” dalle bollette dei privati destinandole a scopi diversi da quelli per cui la legge ne aveva preteso il versamento.

 

Stiamo parlando di 166 milioni di euro per l’appunto, considerando che nel 2019 la società ne aveva incassati dalle bollette dell’energia 331 milioni e che ne ha riversati 165 milioni al proprio fornitore e-distribuzione del gruppo Enel.

A sua volta e-distribuzione, avendo anticipato la somma agli enti pubblici competenti, ha chiesto il rimborso alla Cassa per i servizi energetici e ambientali (Csea).

 

Green Network si difende dichiarando di aver agito nel rispetto della legge e della delibera 50/2018 di Arera, specificando che gli importi per cui Enel Distribuzione ha chiesto il rimborso si riferiscono “a una normale transazione stipulata fra le due società, preventivamente comunicata con la massima trasparenza all’Arera”, che sulla questione non ha avuto nulla da ridire.

 

Caso Green Network – Enel: interrogazione parlamentare su bollette energia

Il deputato M5S Davide Crippa, intenzionato a far luce sulla vicenda, ha depositato un’interrogazione rivolta ai ministri dello Sviluppo economico, della Transizione ecologica e dell’Economia nella quale chiede chiarimenti sull’accordo Green Network ed Enel Distribuzione.

 

Enel Distribuzione, scrive Crippa, “avrebbe poi provveduto a riscuotere la cifra rimanente dalla Csea, quindi dalle bollette dei cittadini che, lo ricordo, hanno già contribuito al pagamento degli oneri generali con le bollette dirette a Green Network”.

 

Come mai Arera non ha obiettato nulla, si chiede il deputato pentastellato ricordando che Green Network è stata già sanzionata nel 2019 con una multa da 644mila euro dalla stessa Autorità per violazioni in materia di condizioni contrattuali di fornitura di energia elettrica e gas naturale ai clienti finali.

 

Inoltre, la società in questione è stata oggetto nell’ottobre del 2020 di un’istruttoria dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per “mancata trasparenza nell’indicazione delle condizioni economiche di fornitura”.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA