Maturità 2021

Maturità 2021, al via oggi per 540mila. Come sarà l’esame: prove, voti

Tutto pronto per il via delle prove d’esame, che torna in presenza. Sarà anche possibile bocciare. Come saranno il maxi colloquio orale, i crediti e i voti

Maturità 2021, al via oggi per 540mila. Come sarà l’esame: prove, voti

È arrivato il momento della Notte prima degli esami, rievocando una celebre canzone di Antonello Venditti.

È tempo, dunque, di ultimi ripassi per i maturandi che da oggi 16 giugno affrontano l’esame di Stato più “temuto” di sempre, che chiude il ciclo di scuole superiori di secondo grado.

 

Dopo la parentesi dello scorso anno, a causa della pandemia, si torna in presenza, ma senza gli scritti.

La prova consisterà in un unico maxi orale, che partirà dalla “tesina”.

 

A valutare ci sarà una Commissione con un presidente esterno alla scuola e 6 commissari interni. Ecco come si svolgerà, come si arriverà al punteggio finale e come saranno scelti i commissari.

 

Ore 8.30, al via la Maturità

La “campanella” virtuale suona alle 8.30 del 16 giugno. Da questo momento iniziano le prove per 540mila maturandi di 26.547 classi italiane, i cui studenti compaiono davanti a un totale di 13.349 commissioni. Come lo scorso anno, non è prevista alcuna prova scritta, ma un ritorno in presenza per sostenere l’orale.

Il colloquio, già ribattezzato “maxi”, parte dalla discussione di un elaborato il cui argomento è stato assegnato a ciascuna studentessa e a ciascuno studente dai Consigli di classe.

 

Colloquio: dalla tesina alle competenze trasversali

“Dopo la discussione dell'elaborato, il colloquio proseguirà con la discussione di un testo già oggetto di studio nell'ambito dell'insegnamento di Lingua e letteratura italiana, con l'analisi di materiali (un testo, un documento, un'esperienza, un problema, un progetto) predisposti dalla commissione con trattazione di nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline” come spiega Orizzonte Scuola.

 

Nel corso del colloquio è previsto spazio per illustrare la propria conoscenza nell’ambito dell’Educazione civica e le sperienze nei Percorsi per le competenze trasversali e di orientamento, per una durata complessiva di circa un’ora.

 

Come sarà deciso il voto finale

Il credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 60 punti, dei quali fino a 18 acquisiti in terza, fino a 20 in quarta e fino a 22 in quinta. Con l'orale si può arrivare ad aggiungere fino ad altri 40 punti.


La valutazione finale sarà espressa in centesimi e, per i più meritevoli, è possibile ottenere anche la lode.

La valutazione finale è effettuata dalla sottocommissione, che si riunisce al tal fine subito dopo i colloqui di propria competenza. La pubblicazione dell’esito della prova avviene tramite affissione di tabelloni presso la scuola sede della sottocommissione, oltreché tramite registro elettronico.


Nel caso di mancato superamento dell’esame, nei tabelloni e nell’area riservata del registro elettronico va riportata la sola dicitura “Non diplomato”.


Insieme al diploma di Maturità sarà consegnato il curriculum dello studente, che fa il suo debutto quest’anni.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA