EditorialiOpinioniAnalisiInchiesteIntervisteScenariFirme
Monarchia britannica contro il razzismo

Lord Olisa “La Regina sostiene il movimento Black Lives Metter”

In un’intervista il primo Lord Luogotenente di colore nella storia della monarchia britannica conferma l’appoggio assoluto della Royal family al Movimento

Lord Olisa “La Regina sostiene il movimento Black Lives Metter”

La regina Elisabetta e la Royal Family sostengono “assolutamente” il movimento Black Lives Matter, nato dopo l’omicidio a Minneapolis dell’afroamericano George Floyd. Lo afferma in un’intervista alla televisione britannica Channel 4, sir Kenneth Aphunezi Olisa, primo Lord Luogotenente di colore nella storia della monarchia britannica.

 

“La sovrana e l’intera famiglia reale appoggiano con passione la causa del movimento attivista Black Lives Matter”, dice il più alto rappresentante della Regina a Londra, che rivela anche di avere parlato a lungo con la Regina e con altri membri della famiglia dei temi legati al razzismo: "Esaminando possibili soluzioni per la rimozione definitiva di barriere sociali, perché questi sono i veri valori alla base della monarchia britannica. La casa reale vuole appassionatamente che la nostra nazione sia vincolata dagli stessi valori del movimento antirazzista”.

 

Gli esperti delle questioni della casa reale non escludono che le dichiarazioni di sir Olisa siano un modo per neutralizzare una volta per tutte, le accuse di razzismo lanciate da Harry e Meghan contro i Windsor nell’intervista choc con Oprah Winfrey. A marzo scorso i duchi di Sussex avevano rivelato che un membro della Royal family avrebbe espresso perplessità sul colore della pelle di Archie. Il nome del familiare non era stato svelato, ma da quel momento Buckingham Palace aveva fatto di tutto per allontanare da sé ogni sospetto di razzismo.

 

La Regina aveva annunciato che ci sarebbe stata “un’indagine interna” al Palazzo per chiarire gli eventi”. E il principe William, in occasione di un impegno ufficiale, aveva precisato che i Windsor “non è una famiglia razzista”.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA