“Genius or Vandal?”

Banksy: il successo della mostra a Bruxelles con le opere più belle

Affluenza record in Grand Place per esposizione e installazioni sensoriali multimediali del controverso e influente street-artist dal talento iconoclasta.

Banksy: il successo della mostra a Bruxelles con le opere più belle

Vista la grandezza e la celebrità delle opere di Banksy, Bruxelles ha dedicato 1.500 metri quadrati di esposizione alle circa 100 opere autenticate e certificate dell’artista (presunto britannico). Una vetrina a cui si aggiunge lo “spazio” della realtà virtuale. Tra i temi-chiave: la guerra, il terrorismo, la pop-art, la Brexit, il consumismo, la disoccupazione, il disagio sociale e la polizia. Per i visitatori più esigenti, anche un'esperienza facoltativa: la galleria VR con l'oculus.

 

“Genius or Vandal?”: grande successo dello street artist

Covid-friendly e accessibile a tutte le età, la mostra è intitolata Banksy: Genius or Vandal? ed è andata in scena nella capitale belga a partire dal 10 giugno. Registrando affluenza e successo senza precedenti, a settembre ha già fatto il “tutto esaurito”. Ecco perchè è stata prolungata fino a gennaio 2022. Ad ospitare “il meglio di Banksy” è proprio la Grand Place. C’è quindi ancora tempo per godere di quest’opportunità nel cuore di Bruxelles.

 

 

Straordinarietà di Banksy da Mosca a Osaka

La stravaganza e unicità di Banksy si riflette anche nel fatto che questa mostra - come tutte quelle precedentemente dedicate all’autore - non è stata autorizzata dall’artista, che preferisce sempre rimanere anonimo e indipendente dal sistema. A gestirne l’organizzazione e promozione sono stati i curatori Exhibition Hub e la piattaforma Fever, due assi nelle piattaforme di edutainament ed eventi culturali a livello globale. La mostra infatti è parte di un concept che, riproposto anche a Mosca, San Pietroburgo, Madrid, New York, Malaga, Hong-Kong, Milano, Lisbona, Las Vegas, Osaka e Nagoya ha attratto oltre 3 milioni di persone solo tra giungo e luglio.

Per la prima volta, con la magia della tecnologia, il pubblico scopre le opere nel loro habitat naturale, come se si trovasse di fronte agli originali. Mai prima d’ora, una mostra installata a Bruxelles ha offerto la visione completa del lavoro del controverso street artist.

 

La “protesta visiva”

Uno spettacolo mozzafiato per ripercorrere il filo della vita di Banksy. Al centro, ci sono i grandi eventi della sua timeline professionale, con i temi ricorrenti e spesso satirici della sua opera. Immagini che parlano di politica, militarizzazione, lavoro schiavistico, consumismo, tra gli altri vizi della società moderna. Tra i più influenti al mondo, quello di Banksy è un talento iconoclasta, che ha rivoluzionato l’arte contemporanea. Una “protesta visiva” che ha raggiunto un audience vasto ed eterogeneo, facendosi amare dalle giovani generazioni, attratte come tutti dall’enigmatica aura di mistero.

 

 

Immersione artistica multisensoriale

Il mondo controverso di Banksy in cui si immerge il visitatore parla di uno degli universi artistici più influenti dei giorni nostri. La corrispondente de The Italian Times ha vissuto l’esperienza di immersione artistica multisensoriale nel corso della visita all’esposizione. Un’imponente installazione multimediale svela indizi sul tanto acclamato “artista del mistero”. I riflettori proiettano gli sguardi sulle opere più note e discusse, incorniciando l’insolita carriera di Banksy, spesso avvolta da criticherecensioni. Tra le riproduzioni che suscitano più emozione, spicca The Girl with Ballon,  Monkey Detonator e Fallen Angel.

Oltre alla più ampia collezione dei suoi quadri e di alcune realizzazioni controverse, la mostra presenta installazioni artistiche, foto e video che illustrano le “opere di strada”. Si tratta di pezzi esclusivi, per lo più andati perduti in quello che era l’ambiente organico originale.

È aperta nei giorni feriali dalle 10.00 alle 18.00, eccetto il sabato che apre le porte dalle 09.00. la domenica chiude alle 17:00. Alla fine del tour di circa 60-80 minuti, è il visitatore stesso a rispondere alla domanda, esprimendo se Banksy sia “un genio o un vandalo”, un artista o un uomo d’affari, un provocatore o un ribelle”.

 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA