Palazzo Chigi

CdM: approvati NaDef, decreto Irap, proroghe referendum, assegno unico

I ministri della Lega non hanno partecipato al voto in Cdm, in quanto contrari alla proroga delle raccolta delle firme del referendum sulla cannabis

CdM: approvati NaDef, decreto Irap, proroghe referendum, assegno unico

Il Consiglio dei ministri ha appena approvato la Nota di aggiornamento al Def. A riferirlo fonti di governo presenti al CdM.

Via libera anche al decreto legge con norme di giustizia e di proroga di un mese dei termini in scadenza per i referendum, l'assegno unico e l'Irap.  Il provvedimento prevede l'introduzione della par condicio per tutti i referendum: le firme potranno essere raccolte fino al 31 ottobre 2021. I ministri della Lega non hanno partecipato al voto in Cdm, in quanto contrari alla proroga delle raccolta delle firme su alcuni temi, in particolare il referendum sulla cannabis.

 

Franco, NaDef: "Verso ritorno a preCovid"

Il ministro dell’economia Franco nella nota indica che"Vi è una concreta possibilità di recuperare gradualmente normali livelli di apertura nelle attività sociali, culturali e sportive, il che contribuirà a raggiungere il livello di Pil trimestrale precrisi entro la metà del prossimo anno".

"Conseguita questa prima tappa - continua Franco - comincerà la fase di vera e propria espansione economica, che porterà la crescita del Pil e dell'occupazione nettamente al disopra dei ritmi registrati nell'ultimo decennio".

 

Patuanelli su proroga superbonus a 4.0 e fondo garanzia Pmi

Il ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli, al termine del Consiglio dei ministri che ha dato il via libera alla NaDef ha fatto sapere su Facebook: “Molto positivo il prolungamento di misure adottate al mise nel corso del 2020 come il superbonus 110%, transizione 4.0 e il potenziamento del fondo centrale di garanzia per le Pmi. Sono state tre riforme targate Movimento 5 stelle che sono state accolte con entusiasmo dal mondo dell'impresa e che segnano una base su cui puntare per stabilizzare la crescita del paese".

 

NaDef debito scende dal 155,6% al 153,5%

Nella bozza della NaDef si legge "Il più alto livello di Pil e il minor deficit fanno anche sì che il rapporto tra debito pubblico e prodotto non salga ulteriormente quest'anno, come previsto nel Def, ma scenda invece al 153,5 per cento, dal 155,6 per cento nel 2020".

 

Deficit scende al 9,4% nel 2021

Il deficit torna sotto il 10%, riducendo il livello rispetto alle previsioni di primavera. L'indebitamento netto, come si legge nella bozza nella NaDef, nel 2021 si attesterà al 9,4% (dall'11,8 stimato nel Def). Nel 2022 il deficit sarà al 5,6%, per scendere al 3,9% nel 2023 e avvicinarsi al 3% nel 2024 (3,3%).

 

Torna a crescere l'occupazione

L'occupazione torna a crescere nel 2021 del 6,5%, rispetto al crollo del 2020 del 10,3%. Il tasso di disoccupazione è del 9,6% nel 2021, rispetto al 9,3% del 2020. 

 

Centrato l'obiettivo dell'80% di vaccinati

"L'obiettivo che il Governo si è dato di vaccinare l'80 per cento della popolazione sopra ai dodici anni con doppia dose sarà conseguito nei prossimi giorni; oltre l'83 per cento degli italiani over 12 ha già ricevuto almeno una dose vaccinale e a più del 6 per cento è già stata somministrata una terza inoculazione di richiamo. A inizio estate si è assistito ad una ripresa dei contagi da Covid-19, anche per via della diffusione della variante Delta del Sars-Cov-2, più contagiosa. Tuttavia, nel mese di settembre la 'quarta ondata' dell'epidemia ha rallentato, e gli ultimi dati indicano meno di 40 contagi alla settimana per 100 mila abitanti".

Asili nido per 33% dei bambini entro il 2026

“Con riferimento ai servizi asili nido - si legge sempre nella bozza- l'obiettivo è quello di assicurare che almeno il 33 per cento della popolazione di bambini residenti ricompresi nella fascia di età da tre a 36 mesi possa usufruire nel 2026 del servizio su base locale".

 

Servizi sociali 

"Per quanto concerne, invece, i servizi sociali erogati a livello locale dai Comuni - prosegue la Nadef - l'intervento legislativo che sarà incluso nella Legge di Bilancio si propone di orientare gradualmente l'utilizzo del Fondo di solidarietà comunale, già incrementato dalla legge di bilancio 2021 e genericamente dedicato al potenziamento dei servizi sociali, verso l'obiettivo di servizio di un assistente sociale ogni 6.500 abitanti. Infine, saranno introdotte misure volte a potenziare il trasporto scolastico di studenti disabili delle scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado".

 

Alle 16 conferenza stampa di Draghi e Franco

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, oggi alle 16 terrà una conferenza stampa insieme al ministro dell'Economia e delle Finanze, Daniele Franco, presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglioper fare il punto sulla Nota di aggiornamento al Def appena approvata in Consiglio dei ministri.

 

NaDef: 20 Ddl collegati alla Legge di Bilancio

I disegni di legge collegati alla Legge di bilancio 2022 sono 22 secondo quanto indicato nella bozza della Nadef.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA