EditorialiOpinioniAnalisiInchiesteIntervisteScenariFirme
Giallo imperiale

Mikhailovich-Bettarini, le accuse sulla guardia d’onore al matrimonio

Ai vertici del Cremlino non è piaciuto l’esercito russo schierato all’uscita degli sposi, la Casa Imperiale Russa: “Accordo con tutte le autorità”.

Mikhailovich-Bettarini, le accuse sulla guardia d’onore al matrimonio

Le nozze imperiali del granduca George Mikhailovich Romanov, discendente dell’ultimo zar Nicola, con l’italiana Rebecca Bettarini, non sono piaciute al Cremlino: sotto accusa dei vertici è la guardia d’onore dell’esercito russo schierata all’uscita degli sposi dalla cattedrale di Sant’Isacco a San Pietroburgo.  

 

“C'è un solo maestro al Cremlino ed è il presidente Vladimir Putin”,  ha ricordato il ministro della Difesa russo, Sergei Shoigou . E secondo la stampa russa, il ministro ha intrapreso un’azione disciplinare contro i suoi subordinati dell’esercito di San Pietroburgo . Quello che gli alti funzionari della cittadella fortificata di Mosca non hanno tollerato è stata l’immagine degli sposi che sfilano sotto le spade dei cadetti disposte ad arco sui gradini della cattedrale. 

 

Il matrimonio imperiale

Il matrimonio imperiale di Geroge e Rebecca Bettarini della figlia dell’ambasciatore italiano Roberto Bettarini, è stato il primo celebrato in Russia, a oltre 100 anni dalla rivoluzione bolscevica che culminò con l’assassinio dello zar Nicola II e della sua famiglia. Alle nozze con 1.500 invitati avevano partecipato anche Ljudmila Putina, ex moglie di Putin, la portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova e la senatrice Lyudmila Narusova, vedova dell'ex sindaco di San Pietroburgo Anatoly Sobchak

 

La guardia d'onore

Le agenzie di stampa statali Tass e Ria Novost hanno riferito che, per il ministero della Difesa , “ha accertato violazioni dei documenti costitutivi da parte di singoli funzionari". 

Da parte sua, la Casa Imperiale Russa ha sottolineato che la partecipazione della guardia d'onore è legalmente sanzionata. "I wedding planner hanno raggiunto un accordo con tutte le autorità  stato, chiesa, esercito,  secondo la procedura stabilita dalla legge", ha detto Alexander Zakatov, direttore della cancelleria della Casa Imperiale, al sito di informazioni Podyom. 

La scorsa settimana il Cremlino aveva minimizzato sulla celebrazione del matrimonio imperiale affermando: "Ci sono molti matrimoni che si svolgono ogni giorno a Mosca, San Pietroburgo e in altre città russe. Auguriamo sempre felicità agli sposi". 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA