Europa League

Lazio-Olympique di Marsiglia: formazioni, orario, stadio, dove vederla

La Lazio andrà a giocare una super sfida, in casa sotto il proprio publico, contro la storica squadra francese, già battuta per 3-1 due stagioni fa, in EL

Lazio-Olympique di Marsiglia: formazioni, orario, stadio, dove vederla

La Lazio è pronta a prendersi il palcoscenico alle 18:45, nella super sfida di Europa League contro i francesi dell'Olympique di Marsiglia. La gara si svolgerà a Roma, allo stadio Olimpico, dove la corazzata allenata da Sarri ha vinto pochi giorni fa per ben 3-1 sui Campioni d'Italia dell'Inter, allenati dall'ex Inzaghi. La partita sarà in diretta alle ore 18.45 via satellite tramite Sky. In streaming sarà su Sky Go e Now Tv, ma anche su Dazn su tutti i dispositivi che supportano l'app.Una prova che ha portato molta fiducia al gruppo, privo di sicurezze sino alla sconfitta con il Bologna, che aveva certificato l’altalenanza dei bianco celesti nell’imporsi con il gioco proposto dal tecnico toscano.

 

Mancava il coraggio nel tenere a galla le gare nonostante subissero una rete dagli avversari, che spezza eccessivamente l’anima di riscatto. Ma grazie ad alcuni elementi, leader di spogliatoi e talenti sublimi, pian piano la strada ha iniziato ad inclinarsi verso l’idea di gioco definitiva. La fisicità di Milinkovic-Savic è implacabile in mezzo al campo, così come la leadership di Immobile o il talento sbocciato di Felipe Anderson. Pian piano sta venendo fuori il volta che tutti quanti ci aspettavamo da inizio stagione, anche se in realtà tanti punti persi nella strada percorsa e una panchina ancora troppo corta per le ambizione della capitale, rischiano di pesare alla fine. La doppia competizione non è mai stata d'aiuto per le varie squadre partecipanti, e alle nostre italiane in particolare, visto poi l'andamento nell'affronatre anche le sfide del weekwnd.

 

Dall'altra parte il Marsiglia vive ancora una stagione altalenante: dopo un ottimo mercato in entrata, i risultati non sono ancora migliorati, anzi. Distano 10 punti dal primo posto e galleggiano tra le varie zone europee con risultati ancora non stabili. Tanta classe e talento, ma poca coesione di squadra, che non rende ancora il gruppo unito. Se dovessero perdere rischierebbero l’uscita dall'Europa, infiammando così un pubblico già molto caldo di suo.

 

Sarri si affida ad una formazione dalle tante certezze, a cominciare dalla porta, dove l'ormai secondo portiere, Strakosha, fisso titolare dell'Europa League, vuole rifarsi dopo l’abnorme errore nella scorsa gara che è costata la sconfitta ai suoi. Dunque in panchina Reina, anche lui sempre sul filo a causa delle tante disattenzioni. Ciò che ad oggi distingue i due portieri è la capacità di palleggiare con la squadra (come fa con bravura lo spagnolo) e nel gioco del mister è essenziale. In difesa Lazzari torna a destra, dopo l'infortunio in Nazionale, mentre sulla corsia mancina agirà Radu, preferito a Hysaj. La grande sorpresa è la coppia centrale, che sarà squalificata contro il Verona e che dunque deve spingere più del previsto in questa gara determinante per il proseguo europeo: Luiz Felipe-Acerbi.Silla mediana confermato Basic, che dopo la prova positiva di sabato ha di nuovo l'occasione di mostrare il suo potenziale in mezzo al campo. A fargli compagnia vi saranno Cataldi, in crescita, grazie al numeroso minutaggio a lui concesso e Luis Alberto, che dopo la scorsa partita iniziata in panchina, deve tirare fuori il cuore del campione , che tutti conosciamo. Davanti attacco a tre, con Immobile riferimento avanzato, accompagnato da Zaccagni e Felipe Anderson. Il trequartista ex Verona deve iniziare ad alzare il livello delle sue performance, mister le tante aspettative nei suoi riguardi.

 

Dall’altra parte Sampaoli punta sull’offensiva, schierando gli uomini migliori a sua disposizione. Se dovessero perdere questa sfida sarebbe quasi una condannati alla Conference League. Tra i pali l'ex Roma Pau Lopez, che è ancora in una fase altalenante. Davanti un'altra conoscenza del campionato italiano, Lirola, con Alvaro, Saliba e Peres a completare la linea a quattro della retroguardia. In mediana ci penseranno Gueye e Guendozi a fare da muro alla difesa. La trequarti è vasta di talento e velocità, con Harit, Under e Gerson. Unica punta l'ex pupillo di Napoli, Milik.

Le formazioni:

Lazio (4-3-3): Strakosha; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Basic, Cataldi, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni.

Olympique Marsiglia (4-2-3-1): Pau Lopez; Lirola, Alvaro, Saliba, Peres; Guendouzi, Gueye; Under, Harit, Gerson; Milik.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA