sulla neve

Nuove regole per sciare: dall’assicurazione obbligatoria all’alcoltest

Tra meno di un mese si apre ufficialmente la stagione sciistica e arrivano le nuove norme, che prevedono maggiori tutele sugli impianti, anche sanitarie

Nuove regole per sciare: dall’assicurazione obbligatoria all’alcoltest

La prima neve è già caduta e per gli amanti dello sci questo lascia ben sperare in vista dell’apertura ufficiale della stagione invernale, da dicembre.

Se lo scorso anno ha pesato la condizione dei contagi Covid, sulla possibilità di accesso, con le chiusure e restrizioni, quest’anno le novità riguardano soprattutto le norme di comportamento. Insomma, se grazie alla campagna di vaccinazione si potrà riaprire, occorrerà prestare attenzione a come muoversi sulle piste da sci.

Per esempio, occorrerà essere coperti da una polizza assicurativa, ma anche sottoporsi ad alcoltest.

 

Le nuove norme: obbligo di assicurazione

Le "Norme di comportamento degli utenti delle aree sciabili" entreranno in vigore il 1° gennaio 2022. Le novità sono molte e riguardano, ad esempio l’introduzione di una polizza assicurativa. "È fatto obbligo in capo al gestore delle aree sciabili attrezzate, con esclusione di quelle riservate allo sci di fondo, di mettere a disposizione degli utenti, all’atto dell’acquisto del titolo di transito, una polizza assicurativa per la responsabilità civile per danni provocati alle persone o alle cose", si legge all’articolo 30 del decreto n. 40/2021 che prevede la novità.

In caso di mancato possesso della polizza, scatterà una multa amministrativa va da 100 a 150 euro, oltre al ritiro dello skipass.

 

Casco obbligatorio per i minori

Un’altra norma prevista è l’obbligo di indossare il casco per tutti i minori di 18 anni, non appena si mette piede sulle piste.

 

Alcoltest per gli sciatori

Con il regolamento che scatterà da gennaio 2022, non sarà più ammesso sciare e frequentare gli impianti dopo “aver alzato il gomito”. Insomma, le piste saranno paragonate alle strade e dunque dal 1° gennaio sono previsti accertamenti alcolemici e tossicologici. L’articolo 31 della legge recita: "È vietato sciare in stato di ebbrezza in conseguenza di uso di bevande alcoliche e di sostanze tossicologiche. Gli organi accertatori possono sottoporre gli sciatori ad accertamenti qualitativi".

Se uno sciatore risultasse positivo ai test alcolemici e tossicologici, sarebbe sanzionato con una multa da 250 a 1.000 euro.

 

Limiti di velocità

Proprio come in strada, inoltre, scattano i limiti di velocità. Dovranno anche essere rispettati i cartelli con le indicazioni, proprio come per la segnaletica di viabilità su asfalto. Chi accede alle piste dovrà tenere in considerazione anche l’affollamento di queste e le condizioni di visibilità legate al meteo, come chiarisce il regolamento: bisogna, infatti, "adeguare la propria andatura alle condizioni dell’attrezzatura utilizzata, alle caratteristiche tecniche della pista e alle condizioni di affollamento della medesima". Se agli incroci occorre rallentare, inoltre, "il sorpasso può essere effettuato sia a monte sia a valle, sulla destra o sulla sinistra, a una distanza tale da evitare intralci allo sciatore sorpassato".

 

Niente precedenza, ma concorso di colpa

Una novità riguarda la gestione di eventuali incidenti proprio legati agli impatti tra sciatori. Sulle piste non esiste la precedenza a destra, quindi entrambi gli utenti dovranno rallentare e adottare un comportamento prudente. In caso di collisione saranno ritenuti tutti e due colpevoli in concorso.

 

Divieto di sosta

Se non c’è la precedenza, vige però il divieto di sosta, in particolare in prossimità di passaggi obbligati o di dossi e cunette, o in tutti quei punti nei quali la visibilità è parziale o assente. Insomma, ci si può fermare, ma ai bordi della pista.

Attenzione, infine, alle soste nei pressi dei rifugi: i propri sci e bacchette non potranno essere lasciati incustoditi in posti nei quali potrebbero costituire un ostacolo per altri sciatori in movimento, quindi dovranno essere lasciati esternamente rispetto al cosiddetto "piano sciabile", in modo da non recare intralcio o pericolo ad altri.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA