INNOVAZIONE

Anagrafe digitale: da oggi certificati online e gratuiti per tutti

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inaugurato il servizio. Disponibili certificati gratuiti scaricabili in modo autonomo dai cittadini

Anagrafe digitale: da oggi certificati online e gratuiti per tutti

Il primo certificato è stato riservato al capo dello Stato, Sergio Mattarella, che ha inaugurato il nuovo servizio ieri, alla vigilia della disponibilità nuovo servizio. Da oggi, infatti, è possibile per tutti i cittadini italiani maggiorenni scaricare certificati digitale attraverso la piattaforma 'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente'.

La piattaforma permette di ottenere i certificati anagrafici online, in maniera autonoma e gratuita, accedendo alla piattaforma www.anagrafenazionale.interno.it disponibile anche attraverso l'indirizzo anagrafenazionale.gov.it.

 

Come funziona l’anagrafe digitale

Come spiegato dal ministero per l'Innovazione tecnologica, tutti i cittadini italiani iscritti all’anagrafe da oggi, lunedì 15 novembre, possono scaricare 14 certificati in modo del tutto autonomo, oppure per contro di un familiare, senza bisogno di recarsi allo sportello.

Si tratta dei seguenti certificati: Anagrafico di nascita, Anagrafico di matrimonio, di Cittadinanza, di Esistenza in vita, di Residenza, di Residenza AIRE, di Stato civile, di Stato di famiglia, di Residenza in convivenza, di Stato di famiglia AIRE, di Stato di famiglia con rapporti di parentela, di Stato Libero, Anagrafico di Unione Civile, di Contratto di Convivenza.

 

Bollo addio: i certificati diventano gratuiti

Per i certificati digitali non si dovrà pagare il bollo e saranno quindi gratuiti. Non solo: da oggi è possibile anche ottenere più certificati con un unico “click” e in un unico testo, come per esempio nel caso di certificato di cittadinanza, esistenza in vita e residenza, che possono essere richiesti in un unico documento. Nei comuni dove c’è plurilinguismo, i certificati saranno emessi in formato multilingua.

 

Come si accede

Per accedere alla piattaforma messa a punto dal ministero dell’Innovazione tecnologica, occorrerà essere in possesso di identità digitale (SPID, Carta d'Identità Elettronica, CNS). Si potrà anche richiedere il certificato per conto di un altro componente del nucleo familiare, perché il portale mostrerà l’elenco dei componenti della famiglia per cui è possibile farlo.

Il documento sarà mostrato in anteprima in modo da controllare l’esattezza dei dati e da poterlo scaricare in formato pdf oppure chiedendo l’invio tramite posta elettronica.

L’anagrafe digitale sarà utile non solo ai cittadini, ma anche alle Amministrazioni, che con l’ANPR disporranno di una unica banca dati, in modo da erogare servizi integrati e più efficienti per i cittadini. Ad avere accesso all’anagrafe digitale, infatti, saranno anche enti come l'Agenzia delle entrate, l’Inps e la Motorizzazione civile.

 

Chi la gestisce

Il progetto ANPR è un progetto del Ministero dell’Interno, che ne ha affidato la realizzazione a Sogei, partner tecnologico dell’amministrazione economico-finanziaria, che ha curato anche lo sviluppo del nuovo portale. Ad oggi, ANPR raccoglie i dati del 98% della popolazione italiana con 7.808 comuni già subentrati e i restanti in via di subentro. L 'Anagrafe nazionale, che include 5,7 milioni di persone dell’Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), coinvolge oltre 59 milioni di residenti in Italia e sarà ultimata nel corso del 2021.

Sul portale è possibile monitorare l’avanzamento del processo di adesione da parte dei Comuni italiani. Nei prossimi mesi il servizio ampliato con la possibilità di accesso anche ad altre certificazioni e pratiche, come quelle per effettuare il cambio di residenza.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA