La tragedia

Vetralla omicidio: bambino muore accoltellato, arrestato il padre

Oggi lutto cittadino nella cittadina viterbese, dove un uomo di 44 anni avrebbe ucciso il figlio di 10 anni. Il Sindaco: “Mai vista una cosa del genere”

Vetralla omicidio: bambino muore accoltellato, arrestato il padre

"Da quando faccio il sindaco non ho mai vissuto una cosa del genere e non avrei mai voluta viverla". È sotto shock Sandrino Aquilani, il primo cittadino di Vetralla, in provincia di Viterbo, che oggi è a lutto dopo la tragedia di ieri.

Un bambino di 10 anni è stato ucciso con una coltellata alla gola in casa, dove gli investigatori hanno anche trovato il padre, un uomo polacco di 44 anni che aveva il divieto di avvicinamento alla famiglia.

Secondo quanto appreso, si sarebbe allontanato dall’ospedale dove era ricoverato per essere risultato positivo al Covid. Sotto shock la madre, che ha fatto la scoperta. In corso anche gli esami tossicologici sul presunto autore del delitto.

 

I fatti

Un bambino di 10 anni è stato trovato senza vita, ucciso con una coltellata alla gola, in un appartamento di una palazzina di due piani a Cura di Vetralla, vicino Viterbo. A dare l’allarme è stata la madre, rincasata verso le 15.30, che avrebbe trovato il figlio morto e il padre del bambino, Mirko Tonkov, agonizzante. L’uomo aveva un divieto di avvicinamento alla famiglia dopo la separazione dalla madre del bambino, anche se non ancora formalizzata a livello legale.

 

Il ricovero per Covid e la possibile fuga dall’ospedale

Oltre alla dinamica dei fatti, ci sarebbe da chiarire se il presunto autore del delitto sia anche fuggito dall’ospedale. Tonkov, infatti, era stato ricoverato per Covid a ottobre a Roma: “L'uomo era risultato positivo al coronavirus in ottobre, ma al momento non risulta fosse uscito oggi dall'ospedale" ha spiegato all'AGI un investigatore. Sembrerebbe che la madre del bambino non fosse presente quando il piccolo è stato colpito alla gola: a prendere il figlio a scuola sarebbe stato un altro parente, intorno alle 13.30, lasciandolo poi a casa.

 

Gli esami tossicologici

Il 44enne presunto omicida è stato portato in ospedale in codice rosso. I carabinieri di Viterbo, che indagano sulla vicenda, hanno ascoltato testimoni per ricostruire quanto accaduto nell'appartamento e forse oggi sentiranno anche la madre del bambino e i vicini, per capire se possano fornire indicazioni utili a ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

Sono stati anche disposti esami tossicologici per chiarire se Tonkov abbia assunto sostanze.

 

Vetralla sconvolta, lutto cittadino

Anche la comunità di Vetralla è sconvolta e per oggi è stato proclamato il lutto cittadino dal Sindaco, Sandrino Aquilani: " È con profondo dolore che apprendiamo la notizia dell'uccisione di un nostro piccolo concittadino - ha scritto il sindaco sulla pagina Facebook del Comune - Mattias aveva solo 10 anni ed ha trovato inspiegabilmente la morte. Una vicenda che ci lascia attoniti e sconvolti, e che in questo momento di inumana comprensione, in attesa che la giustizia terrena faccia il suo corso, ci deve portare alla riflessione, al raccoglimento e alla preghiera".

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA