quarta ondata

Covid, Germania, Merkel: “È emergenza”. In arrivo il vaccino Novavax

Il premier Draghi frena sul “modello Austria”, Speranza: “Puntare alle vaccinazioni”. Ema verso l’autorizzazione al siero Novavax, che non è a mRna

Covid, Germania, Merkel: “È emergenza”. In arrivo il vaccino Novavax

Non accadeva dallo scorso 8 maggio: nelle ultime ore in Italia si sono raggiunti i 10mila contagi al giorno, che portano soprattutto i presidenti di Regione a temere per l'occupazione dei posti letto negli ospedali.

L’incidenza oscilla ancora e l’indice Rt si attesta all’1,9, i decessi sono 72, ma è il tasso di ospedalizzazione a preoccupare, soprattutto in alcune regioni come il Friuli Venezia Giulia e la provincia autonoma di Bolzano, dove si è vicini ai parametri che farebbero scattare il cambio di colorazione, con il passaggio alla zona gialla.

Da qui la richiesta dei Governatori di restrizioni per i soli non vaccinati, su “modello Austria”.

Ma dopo il freno da parte del ministro per gli Affari regionali, Maria Stella Gelmini, è arrivato anche quello del premier, Mario Draghi.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, insiste invece sull’importanza delle vaccinazioni, con le terze dosi per tutti da dicembre, ma anche con le prime somministrazioni: “Se ne registrano 18/19.000 al giorno e ai nuovi vaccinati va il ringraziamento, perché proteggono se stessi e gli altri” ha detto.

Intanto l’Ema, l’agenzia europea del farmaco, accelera sul via libera al vaccino Novavax.

 

In arrivo il vaccino Novavax

La valutazione, avviata da Ema, potrebbe concludersi in tempi rapidi con un parere che "potrebbe essere rilasciato entro settimane, se i dati presentati sono sufficientemente solidi e completi per dimostrare la sicurezza e la qualità" del prodotto, come si legge in una nota dell’Agenzia europea del farmaco.

Si tratterebbe del quinto vaccino autorizzato in Europea, il cui nome è NVX-CoV2373 e che è oggetto di analisi dallo scorso febbraio. Si basa su una diversa tecnologia rispetto a quelli finora autorizzati in Ue: contiene minuscole particelle ricavate in laboratorio della proteina "spike" trovata sulla superficie di Sars-Cov-2 e un "adiuvante", una sostanza che aiuta a rafforzare le risposte immunitarie al vaccino.

Gli studi clinici finora hanno mostrato un’efficacia del 100% nella protezione contro la malattia grave o moderata e del 90,4% nel complesso. Prevede due dosi e può essere conservato in frigorifero.

Un’altra caratteristica è che potrebbe essere somministrato a tutte le fasce. Il comitato per i farmaci per i bambini (Pdco), infatti, ha emesso il suo parere sul piano di indagine pediatrica (Pip) dell'azienda, cioè il documento che indica le modalità di uso nei bambini. Ad oggi il Novavax è in suo solo in via emergenziale in Indonesia, Paese duramente colpito dalla pandemia.

La Commissione Ue, intanto, ha autorizzato un contratto per la fornitura di 200 milioni di dosi di Novavax in Europa.

 

Pillola anti-Covid e vaccino per bambini: quando 

Mentre si attende il via libera al vaccino anche in età pediatrica, tra i 5 e gli 11 anni, da parte di Ema, l’Agenzia del farmaco italiana (Aifa) potrebbe autorizzare anche la pillola anti-Covid di Merck, ossia il farmaco specifico contro la malattia causata dal virus Sars-Cov2, dopo Natale.

Quanto al vaccini per i bambini, Nicola Magrini, direttore dell'Aifa, ha chiarito a Sky: "Riteniamo che a fine mese, forse il 29, l'Ema deciderà sulla fascia d'età 5-11 anni e il responso verosimilmente sarà positivo. Conseguiranno politiche vaccinali successive". 

 

Germania, Merkel: “Situazione d’emergenza”

Intanto peggiora la situazione in Germania, dove si sono superati i 50mila contagi nelle ultime 24 ore. La Cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha parlato esplicitamente di emergenza. Per l'associazione degli anestesisti tedeschi (Bda) il sistema sanitario tedesco "si sta avviando verso una catastrofe". La Bda, in una lettera aperta ai ministri della Salute dei Laender e al ministro della Salute federale, Jens Spahn, chiede misure efficaci di contenimento e un'applicazione della regola del 2G (accesso consentito solo a vaccinati e guariti) per tutti gli ambiti della vita pubblica in Germania, come in Austria.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA