EditorialiOpinioniAnalisiInchiesteIntervisteScenariFirme
La vendetta reale

Kate William contro la Bbc: negati i diritti per il concerto di Natale

La vendetta reale contro l’emittente televisiva britannica non si è fatta attendere, i duchi di Cambridge rispondono al documentario “boicottando” la rete

Kate William contro la Bbc: negati i diritti per il concerto di Natale

La vendetta reale contro la Bbc è arrivata: il principe William e Kate Middleton hanno deciso di boicottare la rete, e concedere le riprese del concerto di Natale a un'altra emittente: quest’anno sarà la ITV a trasmettere in diretta l’evento charity da Westminster Abbey. A poche ore dalla messa in onda del documentario Princes and the Press (I principi e i media), la guerra annunciata tra la Royal Family e l’emittente pubblica si è scatenata.  

 

Lo sgarbo

Tutto è incominciato quando alla Bbc è arrivata la richiesta da Buckingham Palace di visionare il materiale del documentario: un programma in due parti di un’ora ciascuna centrato sui contrasti tra William e Harry, la gelosia di Kate Middleton, il bullismo di Meghan verso i dipendenti, e sulla manipolazione da parte di William, delle informazioni su i duchi di Sussex, per denigrarli. 

 

Per tutelarsi, nei giorni scorsi la famiglia reale aveva chiesto quindi di visionare il materiale in possesso dalla Bbc, usati come prova nel documentario. La rete ha rifiutato la richiesta e il programma è stato trasmesso senza il consenso dei royals. Per la prima volta la regina Elisabetta si era unita a Carlo e William per protestare pubblicamente contro Princes and the Press. E dopo la messa in onda, la Regina, derogando alla regola del never complain never explain (mai lamentarsi, mai giustificarsi), insieme a Carlo e William, con un comunicato congiunto, ha dichiarato che, “il documentario si basa su una serie di esagerazioni e fatti non provati”.

 

Quello che ha mandato su tutte le furie la Corona è stata la rappresentazione del rapporto tra il principe William e suo fratello Harry con la stampa. Nel documentario si sostiene che Harry e sua moglie Meghan siano stati vittime di una certa stampa in accordo con il resto della famiglia: in pratica le indiscrezioni, e le notizie che mettevano in cattiva luce Meghan e Harry, sarebbero state manipolate dagli uffici del principe William.

 

Le rivelazioni della Bbc

Il documentario ha svelato i sistemi adottati dalla famiglia reale per avere la stampa dalla sua parte. Ha mostrato come alcune notizie riservate siano state coperte per non finire sui giornali. E sarebbe falsa la storia che Meghan Markle maltrattava i componenti del suo staff:  Jenny Afia, avvocato che segue il caso per i Sussex, ha dichiarato che è tutto falso, e le indiscrezioni sui comportamenti di Meghan a corte sono state costruite ad arte per danneggiare la sua immagine.

 

La gelosia di Kate

Nel documentario si parla anche della  gelosia di Kate Middleton per Meghan Markle: un detective privato pagato, nei primi anni 2000, per spiare il principe Harry, chiede scusa al fratello di William per avergli distrutto la vita.

Al contrario, nel documentario c’è chi rivela come grazie al The Deal (l'accordo tra una certa stampa e la famiglia reale Carlo, William e Kate appaiano sempre impeccabili). 

 

Le rivelazioni hanno messo in imbarazzo la famiglia reale. La Bbc rischia di non avere più alcun rapporto con la Corona: la Regina, Carlo e William, con una reazione senza precedenti, nel comunicato dicono anche: “Una stampa libera, responsabile e aperta è di vitale importanza per una sana democrazia. Tuttavia, troppo spesso affermazioni esagerate e infondate provenienti da fonti anonime vengono presentate come fatti ed è deludente quando qualcuno, inclusa la Bbc, dà loro credibilità”. 

 

E i Cambridge, negando i diritti alla rete pubblica sulle riprese del concerto di Natale, a cui parteciperanno per la prima volta anche i tre principini George, Charlotte e Louis, hanno inviato un primo, chiaro messaggio di guerra.   

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA