pandemia e regole

Omicron e Covid, Paese che vai... multa che trovi. I divieti nel mondo

Sanzioni in Austria (dove si allunga il lockdown) e Grecia. Germania verso l’obbligo di vaccinazione, bloccato da un giudice negli Usa, per i sanitari

Omicron e Covid, Paese che vai... multa che trovi. I divieti nel mondo

In Australia non avrebbero dubbi e userebbero l’espressione “No way”, non c’è altra via.

In Italia forse diremmo che non c’è alternativa, in Austria semplicemente hanno deciso di fare ricorso a multe (molto salate) in caso di trasgressione degli obblighi previsti dalle norme anti-Covid.

Ma anche in Grecia il Governo ha optato per le sanzioni, per far sì che le misure di sicurezza siano rispettate da tutti.

In Italia, le attenzioni sono rivolte al rafforzamento dei controlli sia per quanto riguarda Green Pass (“semplice” o “rafforzato”), sia per quanto riguarda l’obbligo di indossare la mascherina, anche all’aperto, nelle città dove è previsto.

E mentre la Germania valuta domani, con la Conferenza Stato-Regioni, il ricorso all’obbligo vaccinale, negli Usa un giudice federale cancella proprio l’obbligo di immunizzazione per il personale sanitario in tutti gli Stati. Il punto.

 

Austria, si arriva a oltre 7.000 euro

L’ Austria ha deciso per la linea dura, tanto che sarà il primo Paese europeo, dal 2022, a introdurre l’obbligo di vaccinazione. Ma non solo: oltre ad aver appena deciso di allungare il lockdown fino a 20 giorni invece che 10, ha anche deciso multe salate per chi non rispetterà l’obbligo vaccinale dal 1° febbraio, data di entrata in vigore della norma. I No vax, che dunque cercano di sottrarsi all’immunizzazione, rischieranno una multa da 3.600 euro, che potrebbe essere raddoppiata in caso di inottemperanza, arrivando quindi a 7.200 euro. A prevederlo è la bozza del disegno di legge per l'introduzione dell'obbligo vaccinale all'esame dell’esecutivo di Vienna. La misura, secondo il ministro alla salute, Wolfgang Mueckstein, è "senza alternative" visto il basso tasso (circa il 70%) di vaccinati.

 

Grecia, multe agli over 60 non vaccinati

Anche Atene, intanto, ha annunciato l’arrivo di multe per chi ha deciso di non vaccinarsi. Per ora, però, il governo ellenico sta pensando di limitare le sanzioni agli ultra 60enni, dal momento che rappresentano la fascia di popolazione più a rischio in caso di Covid. Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Reuters, infatti, la multa sarà di 100 euro e potrà essere comminata a partire dal 16 gennaio in avanti per ogni mese a chi rifiuta l'immunizzazione.

 

Usa, giudice blocca l’obbligo per i sanitari

Intanto un giudice americano ha bloccato l'obbligo di vaccino per gli operatori sanitari in tutti gli stati americani. Era previsto dal presidente, Joe Biden, a partire dalla prossima settimana, ma l'ingiunzione del giudice Terry Doughty estende l'ordine emanato lunedì da una corte federale del Missouri, che riguardava inizialmente solo 10 stati e che invece ora varrà per tutti gli Usa. Intanto, a meno di un mese dalla riapertura dei voli, potrebbero tornare restrizioni sui viaggi. Secondo il Washington Post, il rischio di un’impennata di contagi a causa della variante Omicron farebbe scattare l’obbligo di tampone anti-Covid per tutti i passeggeri in ingresso (compressi gli americani) un giorno prima del volo a prescindere dalla vaccinazione. Fra le ipotesi allo studio anche un'auto-quarantena di sette giorni per tutti coloro che entrano nel Paese, inclusi i cittadini americani.

 

Germania, verso l’obbligo (e trasferimenti in ospedali italiani)

È in programma domani, 2 dicembre, la Conferenza Stato-Regioni che potrebbe decidere l’obbligo vaccinale anche in Germania. Il prossimo cancelliere tedesco, Olaf Scholz, si è detto "favorevole”, nel corso del vertice con la cancelliera uscente, Angela Merkel, ed i presidenti dei lander tedeschi dedicato all'emergenza sanitaria. Il cancelliere in pectore valuterebbe anche il divieto di ingresso ai non vaccinati in tutti gli esercizi commerciali non essenziali.

 

Italia, rafforzati i controlli

Intanto in Italia si lavora ai controlli, nonostante quanto affermato dal ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, che ha ammesso tagli di organico nelle forze di polizia, avvenute negli scorsi e che ora possono rappresentare un ostacolo alle verifiche sui Green Pass. Le attenzioni maggiori riguardano il rispetto dell’obbligo di esibire il pass nei locali al chiuso.

I gestori, in caso di mancata verifica, rischiano sanzioni tra 400 e mille euro. Multa da 400 euro anche per i clienti. Nelle città dove è previsto l’obbligo di mascherina anche all’aperto, come Milano, Padova e altre, invece, le sanzioni sono di 280 euro se pagate entro 5 giorni, di 400 entro i 60 giorni.

 

Alto Adige, zona gialla ovunque

L'Alto Adige da lunedì sarà interamente zona gialla. È una delle novità, decise nelle ultime ore di fronte al rialzo dei contagi. A comunicarlo è stato l'assessore alla Sanità, Thomas Widmann, dopo che nei giorni scorsi a Bolzano era diventata obbligatoria la mascherina all'aperto e la Ffp2 sui mezzi pubblici Da lunedì 6 dicembre entrerà in vigore anche il Super Green pass.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA