EditorialiOpinioniAnalisiInchiesteIntervisteScenariFirme
Le ultime rivelazioni

Il principe Andrea e il vestito da sposa di Sarah tenuto nell’armadio

La lite con Carlo per un bagno e i giochi con i peluches: tutte le manie del Duca di York accusato di violenza sessuale, che ora rischia anche lo sfratto

Il principe Andrea e il vestito da sposa di Sarah tenuto nell’armadio

Il principe Andrea, dopo il divorzio da Sarah Ferguson, ha conservato per molto tempo nel suo guardaroba l’abito da sposa dell’ex moglie. Parola di Charlotte Briggs, 47 anni, ex cameriera della famiglia reale, che in un’intervista al Sun ha definito “terribile” il periodo trascorso al servizio del terzogenito della regina Elisabetta, mentre altri reali, inclusi il principe Carlo e suo fratello il principe Edoardo erano, “meravigliosi”.   

 

Charlotte, Aveva 21 anni quando iniziò a lavorare a Buckingham Palace nel gennaio del 1996, e nel giro di sei mesi divenne una delle cameriere del principe Andrea, un posto che a Palazzo  "nessuno voleva", perché malpagato (600 sterline), e soprattutto perché il principe non aveva un buon carattere.

 

Dopo il divorzio da “Fergie la rossa”, Andrea era tornato a vivere a Buckingham Palace, e Charlotte racconta che venne “addestrata” su come doveva comportarsi con il principe. Tra le tante stranezze e manie del principe, una l’aveva colpita più di tutte: Andrea conservava l’abito da sposa dell’ex nel suo guardaroba (la coppia si era sposata nel 1986 e aveva divorziato nel 992). A distanza di anni l’abito bianco di Sarah Ferguson veniva conservato dall’ex marito come una reliquia, e non solo. L’ex cameriera ha raccontato che Andrea, insieme al vestito, aveva conservato anche i trucchi di Sarah: “Li teneva allineati sulla toletta – ha detto al Sun - e ,ogni singolo giorno, io dovevo raccogliere tutti questi eyeliner, mascara e ciprie, spolverarli con attenzione e rimetterli a posto”.

 

Secondo Charlotte il principe segretamente sperava forse in un ritorno di Sarah a Buckingham Palace: “Ma lei non c'è mai stata. Non viveva lì e di certo non sarebbe stata la benvenuta dopo quello che aveva combinato”.  Con “quello che aveva combinato”, Charlotte si riferisce allo scandalo di Fergie paparazzata in Francia nel ’92, mentre il miliardario texano John Brian le succhiava l’alluce. E si sa che il suo ex suocero, il principe Filippo, non voleva più rivederla a Palazzo.

 

I peluches e la lite con Carlo

Nell’intervista Charlotte ha descritto il figlio della Regina come una persona irascibile, che la costringeva a fare quattro piani di scale solo per chiudere le tende alle sue spalle: “Quest'uomo ha combattuto per il suo paese nelle Falkland, ma non poteva alzarsi per chiudere le tende. Una volta che non le avevo accostate perfettamente mi ha detto che non sapevo fare nulla, mi ha fatto piangere”. E Charlotte ha definito il principe,"assolutamente ridicolo”, parlando della sua ossessione, a 39 anni, per i peluches, 72 tra orsacchiotti vestiti alla marinaretta, ippopotami e pantere: “Che dovevano essere accuratamente sistemati in ordine di grandezza ogni mattina – ha rivelato l’ex cameriera – ero stata addestrata a sistemare i pupazzi in ordine di grandezza, alcuni sul letto altri nel camino o sulle poltroncine. Ogni sera dovevo togliere quelli sul letto e rimetterli la mattina seguente nello stesso ordine”. “Andrew ha decisamente sottovalutato le cose. Pensa di essere al di sopra di tutti".

 

Un’altra ex cameriera, Janette McGowan, che ha lavorato a Buckingham Palace dal 1999 al 2000, ha raccontato al Sun, che il principe giocava a nascondino con i suoi pupazzi: “Quando usciva la sera, la sua governante doveva nascondere un peluche, e al suo ritorno il principe si metteva a caccia del pupazzo. Era divertente”.  Ma Janette ha spifferato anche di una lite furibonda tra Carlo e Andrea per un bagno avvenuta nel Natale del ’99 a Sandringham: “Ci era stato detto di non toccare nulla in quel bagno perché c’era una situazione in corso. Il principe Andrea non voleva togliere le sue cose da quel bagno che era stato assegnato al fratello Carlo. Per risolvere la questione intervenne la Regina che ordinò a Andrea di sloggiare”.

 

Lo sfratto

E adesso Andrew Albert Christian Edward, terzogenito della regina Elisabetta II, Duca di York e nono in linea di successione al trono britannico, privato dei titoli militari e di quello di sua Altezza, perché accusato dall’americana Virginia Giuffre di presunti abusi sessuali, il principe Andrea, secondo il Daily Mail, sta ricevendo un altro sfratto, ben più drammatico di quello dalla sala da bagno: sembra che la Royal family gli stia facendo pressioni perché lasci la Royal Lodge, la lussuosa residenza vicino al castello di Windsor dove Andrea vive con l’ex moglie. Il principe è stato scaricato, e la Corona mette sempre più le distanze da un processo civile devastante, che incrocia e getta ombre sui festeggiamenti per il Giubileo di platino ( 70 anni di regno di Elisabetta II) e che, in qualche modo, avrà delle ricadute sulla monarchia.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA