Anteprima serie A

Ultima giornata di campionato: ecco come arrivano Fiorentina-Juventus

Al Franchi di Firenze va in scena l’ultima giornata di campionato, con la Juventus che proverà a limitare i sogni europei dei padroni di casa. Vlahovic out

Ultima giornata di campionato: ecco come arrivano Fiorentina-Juventus

A Firenze si scende in campo in un clima di fuoco: la Viola si appresta a giocarsi l’Europa negli ultimi novanta minuti della stagione, contro un avversario che storicamente è il nemico calcistico numero uno: la Juventus. Quasi un colpo di destino vedere queste due squadre affrontarsi in una sfida così delicata per il popolo fiorentino, che non vede nessun campo europeo da quasi otto anni, quando ancora vi era Montella con Jovetic e Gonzalo Rodriguez.

 

Un traguardo inaspettato, dopo due anni in cui la società rilevata da Commisso ha sfiorato addirittura la retrocessione, salvo poi scamparla proprio all’ultima giornata. Da quando è giunto Italiano sulla panchina “Viola” le cose sono radicalmente mutate e il club ha iniziato a macinare punti, mettendo in mostra un gioco molto interessante.

 

L’allenatore ex Spezia si sta dimostrando un fenomeno nel suo ruolo, sia per le idee innovative del suo calcio, sia per la personalità con cui ha rialzato un gruppo alquanto ferito dal passato. Se pensiamo, in aggiunta, che a gennaio ha salutato il top player per eccellenza, Vlahovic, proprio per unirsi ai rivali bianconeri e la squadra non ha comunque perso il ritmo in campionato, le cose positive sono ancora di più da sottolineare.

 

Una squadra coraggiosa, che si porta all’offensiva senza mai arrendersi. Nell’ultima uscita sono inciampati, perdendo pesantemente con una Sampdoria che non ha più nulla a chiedere al campionato. Un ostacolo, che però non influenza minimamente la cavalcata fantastica portata a segno dal gruppo di Firenze, convinto di poter prendersi quella tanto attesa Europa nella super sfida con la Juventus.

 

È atteso un Franchi strapieno, con i tifosi che devono pregare per un risultato pieno, visto che ad inseguire ci sono Roma e Atalanta, con avversari leggermente più alla portata. La società in combutta con il tecnico, ha deciso addirittura di sospendere la conferenza stampa pre partita, per evitare distrazioni prima della partita dell’anno. Il mister mette in campo la miglior formazione possibile, con finalmente tanti pezzi dall’infermeria che fanno ritorno in campo.

 

Tra i pali ovviamente Terracciano, che al di fuori di qualche errore è stata un’ottima sorpresa. Linea a quattro con Odriozola, Milenkovic, Igor e il capitano, Biraghi. In mezzo al campo Bonaventura più avanzato, con Amrabat e Duncan a fare da diga davanti alla difesa. Tridente di novità, visto che sono entrati in rosa tutti da quest’anno: Ikone, Cabral e Nico Gonzalez, con Piatek come jolly da far entrare.Dall’altra parte la Juventus non ha più nulla da chiedere al campionato, visto che è definitivamente arrivata quarta.

 

Allegri dunque sta pensando di lasciar spazio a quelle pedine che hanno visto meno il campo, magari facendosi anche una reale idea di chi è pronto ad essere confermato e chi invece, deve cambiare rotta. Il tecnico ha il dubbio su Vlahovic, che ha passato sei mesi importanti a Firenze e difficilmente cercherebbe di mettere in difficoltà i suoi ex compagni, che lottano per lo stesso sogno a cui anche lui è ha partecipato.

 

Insomma un mix di emozioni a cui Allegri non vuole mettere ulteriore peso, nonostante la serietà della punta sia esemplare. "Domani credo che sarà una partita aperta con tanti gol. Poi di solito nel finale di stagione in queste partite ci sono tanti gol. Bisogna migliorare sicuramente la stagione di quest'anno. È vero anche che abbiamo una buona base da cui partire, serve però una nuova Juve per il futuro”.

 

Così il mister si è espresso in conferenza stampa, facendo intendere che non ci possono essere sconti con la Fiorentina: bisogna sempre provare a vincere. Per il presente e soprattutto, per il futuro. La formazione titolare è rivisitata a causa delle tante assenze, con Perin tra i pali, che deve gestire una linea a quattro composta da Cuadrado, Bonucci, De Ligt e Alex Sandro. In mezzo viene adattato l'ex Bernardeschi, accompagnato dal giovane Miretti, Locatelli e Rabiot. Davanti, come detto, è probabile che vedremo Morata appoggiato da Kean

 

Fiorentina-Juventus: Franchi di Firenze, ore 20:45, canali TV

  • Sky Sport 1 (Canale 252);

  • Dazn 1.

 

Fiorentina-Juventus: le probabili formazioni

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Igor, Biraghi; Bonaventura, Amrabat, Duncan; Ikoné, Cabral, Gonzalez. All. Italiano.

Juventus (4-4-2): Perin; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bernardeschi, Miretti, Locatelli, Rabiot; Vlahovic, Morata. All. Allegri.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA