Festa della Repubblica

Il Colle prepara il 2 giugno: torna la parata, apertura dei Giardini

Dopo due anni di pandemia, ci sarà la tradizionale sfilata ai Fori imperiali. Apertura (ma parziale) dei Giardini del Quirinale. Torna anche il Concerto

Il Colle prepara il 2 giugno: torna la parata, apertura dei Giardini

Manca ancora qualche giorno, ma i preparativi in vista della Festa del 2 giugno proseguono, soprattutto per quanto riguarda le attività in programma al Quirinale e che coinvolgono il presidente della Repubblica, Sergio Napolitano.

Ad essere confermato, ad esempio, è il concerto nel salone dei Corazzieri per il corpo diplomatico accreditato a Roma, mentre non ci sarà il ricevimento nei Giardini del Quirinale il 1 giugno, cioè alla vigilia della Festa della Repubblica.

Ecco quali eventi sono confermati e quali al momento non ci saranno.

 

Sì al concerto, no al ricevimento

Come anticipato, dunque, il programma della manifestazione avrà ancora qualche “taglio” rispetto al passato, anche se la situazione pandemica permetterà sicuramente di estendere le attività previste rispetto a quanto avvenuto negli ultimi due anni.

Al Quirinale si sta lavorando in modo da organizzare le cerimonie ufficiali e, come l'anno scorso, è stato confermato il concerto del 1° giugno offerto agli ambasciatori accreditati in Italia e alle cariche più alte dello Stato. Sono anche già state selezionale le musiche, che saranno di Mascagni e Beethoven, eseguite dall'orchestra della Fenice diretta dal maestro Chung Myung-whun, il tutto trasmesso in diretta dalla Rai alle 18,30.

 

Dai Giardini del Quirinale alla parata ai Fori imperiali

Un altro appuntamento clou è la parata ai Fori imperiali, che è confermata e torna due anni di sospensione per la pandemia. Alla conclusione ci sarà, come da tradizione, l'esibizione delle Frecce tricolori.

Per la Festa del 2 giugno è anche prevista l’apertura parziale dei Giardini del Quirinale. Naturalmente si dovranno rispettare le norme anti-Covid, nonostante gli allentamenti scattati sia ad aprile, sia a maggio. Non si tratterà, però, di un’apertura generalizzata, come avveniva prima della pandemia: a varcare i cancelli del Palazzo presidenziale sarà solo un selezionato numero di categorie di cittadini.

Niente ricevimento per la politica

Ciò che, invece, mancherà è il tradizionale ricevimento nei Giardini del Quirinale per le personalità del mondo politico, economico e culturale del Paese.

 

I preparativi a Roma: chiusure per le prove

Come accadeva in passato, intanto, torna qualche disagio per i cittadini di Roma, che nei prossimi giorni saranno alle prese con le chiusure per permettere le prove. In particolare, lunedì 31 maggio, dalle 14,30 alle 16, in via dei Fori Imperiali è in programma la prova generale della cerimonia per la Festa della Repubblica, quindi la strada sarà chiusa tra largo Corrado Ricci e piazza Venezia, in entrambi i sensi di marcia. Sarà inoltre chiusa al traffico piazza Venezia (fronte Altare della Patria). Mercoledì 2 giugno, invece, via del Teatro Marcello sarà off limits dalle 7 del mattino (così come dalle 8,30 anche piazza Venezia, via Nazionale (da via Milano a via XXIV Maggio), via IV Novembre, via Cesare Battisti).

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA