il premier in missione

Draghi in Israele, poi a Kiev: in agenda energia, grano e Ucraina

Il premier è a Gerusalemme, dove c’è anche la presidente della Commissione Ue, von der Leyen. Giovedì possibile incontro con Macron e Scholz a Kiev

Draghi in Israele, poi a Kiev: in agenda energia, grano e Ucraina

Quella che si è aperta ieri è una settimana cruciale per il futuro dell’Ucraina, per la situazione diplomatica, ma anche per gli sviluppi dell’embargo all’energia russa in Europa (e Italia). Nell’agenda di Mario Draghi potrebbe esserci anche la visita a Kiev di giovedì insieme al presidente francese, Emmanuel Macron, e al cancelliere tedesco, Olaf Scholz.

Tanti i temi in agenda.

 

Draghi in Israele: le tappe della visita

Mario Draghi è giunto ieri pomeriggio a Gerusalemme, dove ha incontrato il Capo dello Stato, Isaac Herzog, per poi raggiungere il Tempio italiano e portare il suo saluto alla comunità israeliana di origini italiane che si trova nella città santa. "La storia della vostra comunità è un esempio a cui guardare con orgoglio", ha sottolineato Draghi, spiegando come "in momenti di crisi, di incertezza, di guerra – come quello che stiamo vivendo – è ancora più importante opporsi con fermezza all’uso politico dell’odio. Dobbiamo promuovere la tolleranza, il rispetto reciproco, l’amore per il prossimo - questi sono i veri ingredienti di una pace duratura".

Oggi il faccia a faccia con il primo ministro, Naftali Bennett, che rappresenta l'appuntamento più atteso della trasferta in Medio Oriente, che proseguirà mercoledì con la visita a Ramallah, per incontrare il primo ministro palestinese, Mohammad Shtayyeh.

 

I temi in agenda in Israele

Al centro dei colloqui c’è la possibilità di approvvigionamento energetico da parte dell’Italia tramite il gasdotto Eastmed, lungo 1.200 miglia e che dovrebbe portare 10 miliardi di metri cubi di gas naturale dal giacimento israeliano Leviathan e dal Tamar offshore fino in Europa. Uno dei piani sarebbe ricorrere a gas liquido israeliano, anche se al momento Israele non avrebbe le infrastrutture necessarie per trasformare il gas naturale di cui dispone in Gnl, come spiegano fonti vicine al dossier. La visita serve anche a focalizzare l’attenzione sugli scambi economici e industriali con Tel Aviv, oltreché ad affrontare il tema dell'antisemitismo, già anticipato nelle scorse ore dal premier: "Il Governo - ha detto Draghi - è impegnato a rafforzare la memoria della Shoah e a contrastare le discriminazioni di ogni tipo contro gli ebrei".

Oggi è in programma la visita del Museo dell'Olocausto e del Memoriale dei Bambini, Yad Vashem. Nel frattempo non è escluso un incontro con la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen (nei giorni scorsi a Roma), che alloggia nello stesso hotel di Draghi a Gerusalemme.

 

Il possibile vertice Draghi-Macron-Scholz a Kiev

L’attesa è poi rivolta alla giornata di giovedì quando il premier dovrebbe raggiungere l’Ucraina e incontrare il presidente, Volodymyr Zelensky, insieme al capo dell’Eliseo, Emmanuel Macron, e al leader tedesco, Olaf Scholz.

Fonti di Parigi nelle scorse ore avevano spiegato che il presidente francese, oggi in Romania e mercoledì in missione in Moldavia, "ha già detto che sarebbe andato in Ucraina in tempi utili. Ci sono diverse opzioni e niente è stato deciso in questo momento". Ma non c’è alcun commento sull'ipotesi che la visita, con i colleghi europei, sia fissata per giovedì: "La tempistica e le modalità di un eventuale viaggio in Ucraina non sono state decise".

 

Kiev in pressing per l’ingresso in Ue

Di certo le autorità ucraine sperano che la visita possa rappresentare un primo via libera informale all’adesione di Kiev all’Unione europea: l’Ucraina ha presentato la domanda ufficiale di candidatura e l’argomento sarà affrontato a breve, in occasione del Consiglio europeo e degli appuntamenti di G7 e Nato. Sicuramente resta prioritario risolvere la questione del blocco del grano ucraino, pari a 25 milioni di tonnellate di cereali e semi di girasole ferme nei silos del Paese che fino a qualche mese fa era considerato il 'granaio' d'Europa.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA