Il Gran Premio di Singapore

Perez batte Leclerc dalla partenza e tiene con l’aiutino safety car

In Giappone Verstappen campione se arriva prima dei due sul podio domenica. Intanto esplode la questione dei costi di Red Bull, la FIA deciderà il 5 ottobre

Perez batte Leclerc dalla partenza e tiene con l’aiutino safety car

Dopo 3 anni di assenza dovuta al Covid la F1 torna sul circuito cittadino di Marina Bay per il gran premio di Singapore. La Ferrari arriva favorita su un tracciato con 23 curve e tanti dossi, ma Verstappen ha il suo primo match point. A sei gare dal termine il campione del mondo in carica nonché leader del mondiale si trova con un vantaggio di 116 punti sul ferrarista Leclerc ed ha la sua prima occasione per portare a casa il secondo titolo consecutivo. Il weekend per la Red Bull però non comincia nel migliore dei modi, accusati insieme con Aston Martin di aver superato il cost cap nella stagione 2021 e si presume anche in quella corrente e successiva. 

 

Ragionandoci su, il team austriaco a inizio campionato combatteva con una vettura molto pesante che nel corso dell'anno ha lasciato per strada non pochi chili, e una perdita di peso così sostanziale ha un prezzo notevole. Una violazione non banale dato che si vocifera si tratti di circa 10 milioni in più rispetto ai 140 previsti. I team principal avversari, soprattutto Toto Wolff e Mattia Binotto, hanno immediatamente chiesto chiarimenti soprattutto perché la Mercedes si è vista soffiare via il titolo piloti all'ultimo giro dell'ultima gara nel 2021 e la Ferrari è la seconda potenza dopo Red Bull quest'anno. Binotto ha dichiarato che anche solo un milione in più vale gli sviluppi di una monoposto per un intero anno. Il team principal della Red Bull Christian Horner si è difeso sostenendo di avere le carte in regola e affermando che i presunti milioni in più sono da considerare spese non incluse nel Cost cap. La FIA si esprimerà in merito mercoledì 5 ottobre per decidere eventuali sanzioni, penalità o anche una possibile squalifica dal campionato. 

 

Tornando al gran premio, il weekend continua in salita per Verstappen che si qualifica solo in ottava posizione per evitare di finire la benzina nel Q3 ed essere costretto a partire dal fondo. La nona pole stagionale di Leclerc gli assicura la prima piazza di fianco a Perez. La gara comincia in ritardo di oltre un'ora a causa delle condizioni meteo avverse, e proprio per questo sia Leclerc che Verstappen non riescono a centrare un'ottima partenza con Perez che ringrazia e prende subito la testa del Gran Premio e con Verstappen che scala nel traffico fino alla tredicesima piazza. Come in tutte le edizioni della prima gara in notturna della Formula 1, ci sono state numerose Safety Car e Virtual Safety Car. Sei ritiri e tanti errori anche dovuti alla scelta di montare le slick su un asfalto che non ne voleva proprio sapere di asciugarsi. I piloti hanno sofferto molto in una delle gare più estenuanti a causa delle elevate temperature ma soprattutto dell'umidità che spesso supera il 90%.

 

Perez taglia la linea del traguardo per primo davanti a Leclerc e Sainz, ma non senza polemiche riguardanti un Safety Car Infringment da parte di Perez che però a seguito di un colloquio con i commissari viene confermato vincitore. Se vogliamo considerare la lotta nel mondiale costruttori fra Ferrari e Mercedes, sicuramente grazie al nono posto di Hamilton e con Russell fuori dalla zona punti il secondo posto sembra sempre più al sicuro. Prossimo appuntamento a Suzuka in Giappone dove a Max basterà arrivare davanti a Leclerc e Perez per laurearsi campione... ma attenzione al Cost cap!

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA