via al nuovo esecutivo

Governo Meloni: il primo Cdm, il saluto e le reazioni nel mondo

Dopo il passaggio di consegne con Draghi, salutato dalla neo premier con un “Ciao Mario”, entra nel vivo il lavoro del nuovo esecutivo. I commenti esteri

Governo Meloni: il primo Cdm, il saluto e le reazioni nel mondo

Con il primo Consiglio dei Ministri inizia il lavoro del nuovo Governo guidato da Giorgia Meloni, dopo il passaggio di consegne con Mario Draghi in occasione della tradizionale cerimonia della campanella. 

Una neo premier visibilmente emozionata (e con scarpe basse) ha passato in rassegna le forze armate e di polizia schierate a Palazzo Chigi, poi ha presieduto la prima riunione del nuovo esecutivo. 

Sul tavolo ci sono dossier scottanti, come il decreto bollette e la crisi energetica, ma anche i piani di attuazione del Pnrr. Dall'estero, il presidente degli Stati Uniti ha rivolto un augurio al nuovo Governo e intanto lunedì per Meloni il primo incontro con un leader straniero, in particolare il presidente francese, Emmanuel Macron.

Il punto anche sulle reazioni dall'estero alla nuova leadership italiana. 

 

Il Papa prega per l'unità e la pace dell'Italia

"Oggi, all'inizio di un nuovo governo, preghiamo per l'unità e la pace dell'Italia", ha detto Papa Francesco, che ha così inviato un messaggio di saluto e augurio al nuovo esecutivo. 

Ma non si è trattato dell'unico augurio ricevuto dalla neo premier, Giorgia Meloni.

 

Biden e Zelensky si congratulano con Meloni

"Mi congratulo con Giorgia Meloni per il fatto di essere diventata prima ministra dell'Italia. L'Italia è un vitale alleato Nato e un partner stretto mentre le nostre nazioni affrontano insieme le sfide comuni globali", ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, in una nota della Casa Bianca, nella quale si legge anche l'auspicio di poter continuare a lavorare senza soluzione di continuità: "Come i leader nel G7, sono impaziente di continuare a lavorare per far avanzare il nostro sostegno all'Ucraina, chiedere conto alla Russia delle sue responsabilità per le sue aggressioni, garantire il rispetto dei diritti umani e dei valori democratici, e costruire una crescita economica sostenibile". 

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha invece scelto Twitter per affermare: "Attendo con impazienza una continua fruttuosa cooperazine per garantire pace e prosperità in Ucraina, in Italia e nel mondo". 

 

I complimenti dei leader, da Orban a von der Leyen

Anche dal premier ungherese, Viktor Orban, era arrivato il commento, definendo l'insediamento di Meloni come "un gran giorno per la destra europea", come anche da parte di Marine Le Pen, che ha sottolineato come "in Europa i patrioti stanno salendo al potere". Complimenti sono giunti anche dal premier olandese, Mark Rutte, che ha sottolineato di non "vedere l'ora di lavorare insieme all'interno della Nato e dell'Ue, e di rafforzare i forti legami tra i nostri Paesi", mentre il primo ministro belga, Alexander De Croo, ha anche ringraziato Draghi. Congratulazioni sono giunte a Meloni anche dai primi Ministri di Slovacchia, Eduard Heger, Albania, Edi Rama, Lettonia, Krisjanis Karins, e Malta, Robert Abela. 

Prima ancora la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, aveva rivolto le proprie congratulazioni a Meloni, "la prima donna a ricoprire questo ruolo. Sono pronta e sono lieta di lavorare insieme al nuovo Governo in modo costruttivo per rispondere alle sfide che ci attendono", aveva tweettato. 

Sempre su Twitter, il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, ha scritto: "Congratulazioni a Giorgia Meloni che assume l'incarico di prima premier donna dell'Italia. Lavoriamo insieme a beneficio dell'Italia e dell'Ue", aggiungendo: "La aspetto al Consiglio europeo per lavorare insieme pe ril bene dell'Unione europea". 

Anche dalla presidente del Parlamento Ue, Roberta Metsola, un invito a collaborare per l'Europa: "Aiutiamo i nostri cittadini e sosteniamo l'Ucraina rimanendo uniti e determinati. L'Europa ha bisogno dell'Italia. Insieme supereremo ogni difficoltà. Buon lavoro". 

 

L'incontro a Roma con Macron

Intanto, il primo incontro con un leader straniero per Giorgia Meloni è quello con Emmanuel Macron, a Roma per la conferenza "Il grido di pace", organizzata dalla Comunità di Sant'Egidio, in programma dopo l'incontro del presidente francese con Papa Francesco in Vaticano e la colazione al Quirinale con il capo di Stato, Sergio Mattarella. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA