Tiramisù al vapore di Carlo Cracco: la ricetta originale dello chef

«Tiramisù cotto al vapore alla Cracco crema pasticceria con mascarpone, cubetti di pan di spagna e cioccolato da gustare più leggero perché cotto al vapore»

Tiramisù cotto al vapore ricetta dello chef Carlo Cracco: Il tiramisù è uno dei dolci più popolari e tradizionali della nostra cucina: crema di mascarpone, savoiardi imbevuti al caffè e una spolverata di cacao rendono inconfondibile il gusto del tiramisù.

Quella che vogliamo presentarvi oggi invece è una ricetta dello Chef Carlo Cracco.

Lo chef stellato ci propone un tiramisù diverso dal solito, con il pan di spagna al posto dei savoiardi, e poi cotto al vapore, composto direttamente nei bicchieri di vetro in singole porzioni. 

Un’alternativa sicuramente originale al bicchiere, è quella di preparare le porzioni di tiramisù in barattolini di vetro. Un modo simpatico di presentare i vostri dolci a tavola, oppure un’idea alternativa per un dolce che state portando come regalo ad un pranzo o una cena! 

 

Tiramisù cotto al vapore di Carlo Cracco ingredienti:

Per la riduzione

  • 3 cucchiaini di caffè solubile;
  • 2 cucchiaini zucchero;
  • 150 ml di acqua.

Per la crema

  • 2 uova;
  • 20 grammi di farina;
  • 100 grammi di zucchero;
  • 250 ml di latte;
  • vaniglia;
  • 80 grammi mascarpone.

Per guarnire:

  • 60 grammi di pan di spagna (in alternativa si possono usare i classici savoiardi);
  • 50 grammi di gocce di cioccolata (o scaglie tagliate direttamente da una barretta);
  • cacao amaro in polvere.

 

Tiramisù leggero al vapore di Cracco : la preparazione 

Si inizia tagliando il pan di spagna a cubetti, di lato più o meno 1 centimetro. 

Per preparare la riduzione di caffè, versare 3 cucchiaini di caffè solubile, 2 cucchiaini di zucchero e 150 ml di acqua. Lasciar andare a fuoco lento per qualche minuto, fino a quando la sua consistenza sarà simile a quella di uno sciroppo. Spegnere e lasciar freddare. 

 

Preparare la crema al mascarpone per il tiramisù

Crema pasticcera. Per preparare la crema pasticcera riscaldare prima il latte unendo la scorza di limone e una bacca di vaniglia aperta a metà per il lungo, raschiata con la punta del coltello. 

Intanto separare gli albumi dai tuorli e versare gli ultimi in una pentola con lo zucchero. Sbattere con la frusta e, ottenuto un composto ben spumoso, aggiungere la farina continuando a mescolare. Una volta amalgamato: aggiungere il latte lentamente (non deve essere bollente) e cuocere a fuoco lento per qualche minuto continuando a girare e portare a leggera ebollizione per 3 o 4 minuti. 

Aggiungere il mascarpone. Montare gli albumi a neve in un recipiente con 25 grammi di zucchero. Quando sarà ben ferma la monta di albumi, aggiungerla alla crema, incorporando gli albumi e ottenendo così una crema spumosa e soffice. Per farlo aiutatevi con un cucchiaio di legno, muovendo delicatamente dal basso all’alto. 

 

Composizione del tiramisù in bicchiere

Si comincia dalla crema, aiutandosi con una sac à poche iniziare dal fondo con uno strato di crema. Aggiungere poi i cubetti di pan di spagna, per creare uno strato di consistenza e spessore; qualche goccia di cioccolato e poi un altro strato di crema, un pizzico di riduzione al caffè e un ultimo strato di crema. 

 

La cottura al vapore del tiramisù di Carlo Cracco:

Cuocere i bicchierini in vaporiera per circa 4 minuti. A cottura estrarre i bicchierini dalla vaporiera, aggiungere una spolverata di cacao in polvere e servire possibilmente ancora tiepidi! 

Avete ancora dei dubbi? Allora seguite passo passo la ricetta del tiramisù di Carlo Cracco, vi rimandiamo alla video ricetta ufficiale: Tiramisù di Carlo Cracco.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?