AIM Italia: cos’è, come funziona e orari del mercato delle pmi

L’AIM Italia Mercato alternativo del capitale è il mercato gestito da Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese ad alto potenziale di crescita

4 giugno 2020 15:41
AIM Italia: cos’è, come funziona e orari del mercato delle pmi

L’AIM Italia - Mercato alternativo del capitale è il mercato gestito da Borsa Italiana dedicato alle PMI, le piccole e medie imprese.

 

L’acronimo AIM vuol dire Alternative Investment Market. Nato il 1º marzo 2012 l’AIM Italia è composto da piccole e medie imprese italiane ad alto potenziale di crescita.

 

Cos’è l’AIM Italia?

L’AIM Italia - Mercato alternativo del capitale, nato il 1° marzo del 2012, è il mercato gestito da Borsa Italiana dedicato alle PMI dinamiche e competitive, in cerca di capitali per finanziare la crescita. Risponde agli obiettivi delle società di raccolta di capitale, visibilità, standing e controllo dell’impresa.

 

AIM Italia offre un percorso semplificato di quotazione calibrato sulla struttura delle piccole e medie imprese. Tutto ruota attorno alla figura centrale di un consulente – il Nomad – che accompagna la Società durante la fase di ammissione e per tutta la permanenza sul mercato.

 

Al 16 marzo 2020 erano quotate sull’AIM Italia 130 società, appartenenti a 10 settori differenti, con una capitalizzazione aggregata pari a 6,1 miliardi di euro al 28 febbraio 2020.

 

Perché le società scelgono di quotarsi all’AIM?

Molti i benefici che si possono ottenere dalla quotazione su questo particolare segmento di Borsa Italiana:

  • Capitali per la crescita: la quotazione permette alla società di raccogliere risorse per finanziare progetti di crescita;

  • Visibilità e standing: la quotazione migliora lo status e la credibilità della società, nei confronti di tutti gli interlocutori: clienti, fornitori, competitor, e community;

  • Adozione di best practice: l’adesione alla regolamentazione di Borsa Italiana, la risposta a requisiti di trasparenza, alla pubblicazione di ricerche, a requisiti sostanziali e formali, rappresenta un elemento virtuoso per la società stessa e per il mercato.

  • Supporto all’internazionalizzazione: la quotazione contribuisce ad ampliare l’orizzonte e la dimensione internazionale della Società.

  • Valutazione della società: la quotazione permette di attribuire un valore oggettivo alla società, e di rendere misurabili le sue performance sul mercato.

  • Attrazione di nuovi talenti: lo status di società quotata, agevola l’attrazione di talenti a tutti i livelli, che possono maturare un percorso professionale riconosciuto anche dal mercato.

 

Chi può quotarsi sull’AIM?

L’AIM Italia si rivolge principalmente a piccole e medie imprese impegnate in progetti di crescita credibili e sostenibili all’interno di settori in espansione, con una struttura finanziaria equilibrata, in grado di attrarre una platea diversificata di investitori. Per quotarsi sull’AIM Italia bisogna avere dei:

Requisiti sostanziali, basati sulle reali prospettive di crescita e gestione del business della società:

  • Orientamento alla creazione di valore

  • Strategia chiara e sostenibile

  • Trasparenza contabile

  • Buon posizionamento competitivo

  • Autonomia gestionale

  • Ricavi e marginalità in crescita

  • Valida struttura manageriale

  • Struttura finanziaria solida

 

Requisiti formali pre e post IPO:

  • flottante al 10%

  • almeno un bilancio certificato

  • principi contabili italiani, internazionali o americani

  • sito web

  • documento di ammissione

  • offerta principalmente istituzionale con minimo 5 investitori istituzionali che coprono il 10% del flottante

  • informativa contabile periodica, tecnica e price sensitive

  • comunicazione dei dati semestrali ed annuali (non obbligatoria la trimestrale)

  • figura del Nomad obbligatoria

 

Chi è il Nomad?

Nel percorso di quotazione all’AIM, la società deve essere affiancata da un team di professionisti che la seguirà anche nella fase di post-quotazione, durante la permanenza sul mercato. Questo ruolo centrale per il funzionamento di AIM Italia è affidato al Nomad.

 

Per ottenere la qualifica di Nominated Adviser bisogna:

  • essere una banca o una impresa di investimento comunitaria o una impresa appartenente a una rete di società di revisione legale, con adeguata professionalità;

  • sottoporre il bilancio al giudizio di un revisore legale o una società di revisione legale;

  • aver esercitato attività di corporate finance per un periodo di tempo adeguato (pari ad almeno due anni);

  • avere un’esperienza adeguata in relazione ad operazioni di corporate finance;

  • avere key executive, dotati di: professionalità, comprovata esperienza, competenza in corporate finance e pratiche di mercato e solida comprensione del quadro legale e regolamentare;

  • avere un numero di dipendenti sufficiente per svolgere le attività richieste;

  • avere in essere adeguati controlli e procedure per rispettare il Regolamento di Borsa Italiana.

 

Quali sono i compiti del Nomad?

Molti ed importanti i compiti di chi assiste e supporta le società quotate all’AIM Italia. In particolare, il Nomad guida le società nell’assolvimento dei compiti e delle responsabilità derivanti dal Regolamento, ossia:

  • sovraintende al processo di due diligence dell’emittente, al fine di poter rilasciare l’apposita dichiarazione di appropriatezza funzionale all’ammissione su AIM Italia;

  • affianca l’emittente nella gestione del processo di quotazione, valutando i rapporti e le risultanze dei team di consulenti coinvolti e verificando che la società emittente operi in conformità al Regolamento Emittenti, con particolare attenzione per quanto riguarda la predisposizione del documento di ammissione;

  • una volta ammessa la società, la assiste e la supporta per tutta la durata della sua permanenza sul mercato nell’assolvimento dei compiti e delle responsabilità derivanti dai regolamenti AIM Italia;

  • stimola continuamente l’attenzione da parte della società emittente al rispetto di quanto previsto nei Regolamenti AIM Italia.

Per la quotazione sull’AIM Italia bisogna considerare un tempo minimo di processo di IPO (Initial Public Offering - offerta pubblica iniziale) di 3 – 4 mesi, senza considerare le attività di pre-quotazione.

 

Orari di negoziazione

I titoli quotati all’AIM Italia seguono le modalità di asta e di negoziazione continua. La fase di apertura inizia dalle 8.00 e termina alle 9.00.

 

Si passa poi alla negoziazione continua, che va dalle ore 9.00 alle 17.30. Alle 17.30 inizia l’asta di chiusura fino alle 17.35.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA