Ape Rosa pensioni 2018: cos'è, come funziona e i requisiti domanda

«Ape Rosa pensioni 2018: cos'è? Come funziona? Quali sono i requisiti previsti dalla Legge di Bilancio e dall'INPS per l'Anticipo Pensionistico donne?»

APE Rosa pensioni 2018: cos'è? L'Anticipo Pensionistico APE Rosa è una manovra prevista dalla Legge di Bilancio 2018 che permette alle donne che godono di determinati requisiti (che approfondiremo in questo articolo assieme a come presentare la domanda) di andare in pensione in anticipo.

Scopriamo in questo articolo l'APE Rosa, in particolare:

cos'è?

Come funziona?

Quali sono i requisiti nel 2018?

Come presentare la domanda.

 

APE Rosa pensioni 2018: cos'è?

APE Rosa pensioni 2018: cos'è? L'APE Rosa è l'Anticipo Pensionistico per le donne previsto dall'attuale Legge di Bilancio 2018.

Si tratta di una manovra pensata esclusivamente per le donne con la quale è possibile andare in pensione in anticipo.

Le Novità sulle pensioni 2018 sono diverse ma la principale è quella che da quest'anno l'età per andare in pensione sarà uguale per entrambi i sessi: 66 anni e 7 mesi.

Come visto in APE Anticipo Pensionistico 2018, la nuova Legge di Bilancio prevede diverse opzioni per anticipare l'età pensionistica, quali:

  • APE volontaria;
  • APE sociale,
  • APE aziendale;
  • APRE rosa.

Il Governo Gentiloni ha previsto questa serie di manovre per permettere ai lavoratori in difficoltà (e a quelli che lo desiderano) di anticipare l'uscita dal lavoro.

Vediamo allora nel paragrafo che segue come funziona l'APE Rosa.

 

APE Rosa pensioni 2018: come funziona?

APE Rosa pensioni 2018: come funziona? L'APE Rosa è un ramo dell'Anticipo Pensionistico che si attua solamente verso le donne.

Potremmo quasi definirlo un'estensione dell'APE sociale dato che le spese per la sua attuazione sono a carico dello Stato.

In pratica, le donne che godono di determinati requisiti (come specificato nel prossimo paragrafo) a partire da quest'anno possono richiedere la pensione anticipata.

A differenza della normale APE (che anticipa la pensione di 3 anni) in questo caso l'anticipo è di due anni.

Dopo aver effettuato la domanda, se l'APE Rosa viene approvata, il soggetto interessato potrà andare in pensione in anticipo.

Il lasso di tempo che decorre dall'accettazione della domanda fino al raggiungimento della pensione di anzianità sarà erogato regolarmente dall'INPS.

L'APE donna, così come l'APE sociale, non prevede alcun pagamento da parte del soggetto interessato dato che sarà tutto a carico dello Stato.

Con questa manovra il Governo Gentiloni ha provato a venire incontro alle donne che vivono situazioni di difficoltà e disagio.

Vediamo i requisiti per richiedere l'APE Rosa.

 

APE Rosa pensioni: requisiti 2018

Quali sono i requisiti dell'APE Rosa? Per usufruire dell'APE Rosa bisogna godere di determinati requisiti, quali:

  • essere donna (come specificato è una manovra prevista solo per il sesso femminile);
  • avere uno o due figli a carico (in pratica per ogni figlio viene data la possibilità di ottenere lo sconto contributivo);
  • essere disoccupata;
  • assistere il coniuge o un familiare diretto (caregiver);
  • avere un'invalidità pari o superiore al 74%.

L'APE Rosa viene anche estesa alle lavoratrici che si trovano occupate in mansioni di natura gravosa (come ad esempio operai agricoli per certe mansioni o quelli siderurgici). 

Per richiedere l'APE Rosa non bisogna percepire alcun tipo di pensione diretta.

 

APE Rosa pensioni: domanda INPS 

La domanda per l'APE Rosa dev'essere fatta all'INPS che rimane l'ente che fa sempre da tramite per questo tipo di manovra.

Infatti anche nel caso dell'APE volontaria, quando c'è un finanziamento da parte della banca, è sempre l'INPS a fare da tramite tra lavoratore e banca.

Nel caso dell'APE Rosa ci si deve recare prima all'INPS e fare una domanda per vedere se ci sono i requisiti contributivi e di anzianità.

Una volta che l'INPS verifica l'esistenza di questi ultimi si potrà avanzare la domanda per l'APE Rosa.

Entrambe le domande possono essere presentate sia ad una struttura fisica che per via telematica.

Coloro che intendono utilizzare quest'ultima procedura devono essere in possesso del pin.

Chi vuole richiedere il pin per i servizi online dell'INPS deve contattare l'apposito call centre.

Una volta presentata la domanda si potrà conoscere anche l'importo dell'APE Rosa che il lavoratore percepirà ogni mese: tale importo è solitamente calcolato sulla base delle ultime buste paga del soggetto interessato.

Una volta presentata la domanda, l'APE Rosa partiràdal primo del mese successivo.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?