Assegno unico figli a carico: cos'è come funziona il nuovo bonus

«Assegno figli a carico importo pari a 240 euro al mese fino 18 anni e bonus 80 euro fino a 26 anni, ecco cos'è e come funziona proposta ministro Fontana»

Assegno unico figli a carico è la nuova proposta di legge che deleda il Governo all'adozione di uno o più decreti legislativi finalizzati a riordinare e potenziare le misure di sostegno economico per i figli a carico e a favorire la fruizione di servizi a sostegno della genitorialità.

 

Sulla base di questa proposta di legge del ministro della Famiglia e della Disabilità, Lorenzo Fontana, viene istituito l'assegno unico figli a carico 2020 pari ad un importo massimo di 240 euro per 12 mensilità per i figli fino a 18 anni ed un assegno di 80 euro fino al compimento dei 26 anni.

 

Si prevede al contempo, l'abolizione delle seguenti misure:

  • detrazioni figli a carico;

  • Assegni familiari con almeno tre figli a carico;

  • Bonus bebè;

  • Fondo di sostegno alla natalità;

  • Premio alla nascita.

La proposta di legge recante la "Delega al Governo per riordinare e potenziare le misure a sostegno dei figli a carico attraverso l'assegno unico figli a carico e la dote unica per i servizi" sebbene depositata al Senato nel 2018, ha iniziato l'iter parlamentare lo scorso 27 giugno.

 

Vediamo quindi il nuovo assegno unico figli a carico cos'è e come funziona il bonus figli a carico, se approvato in via definitiva, cosa cambia per gli altri bonus, i requisiti e i limiti di reddito ISEE.

 

Leggi invece tutte le novità sulla Legge di Bilancio 2019 bonus famiglia e figli.

 

Assegno unico figli a carico cos'è?

Cos'è l'Assegno unico figli a carico? L'assegno unico figli a carico è una nuova misura universale presentata dal ministro della Famiglia Fontana e sulla quale è stato avviato l'iter parlamentare.

 

In base alla nuova proposta di legge, è prevista una vera e propria rivoluzione alle agevolazioni per le famiglie con figli, attraverso l'introduzione di una nuova forma di sostegno universale per quelle con figli a carico e che accompagna la famiglia nel tempo, mese dpo mese fino al compimento dei 26 anni del figlio.

 

Il provvedimento è composto da 4 articoli e prevede l'introduzione dell’assegno unico familiare a favore della famiglia, con l'obiettivo di accorpare le tante agevolazione a sostegno della genitorialità in una sola misura e delega per questo il Governo ad adottare uno o più decreti legislativi per il riordino e il potenziamento sia delle misure di sostegno economico per i figli a carico, sia delle disposizioni volte a favorire la fruizione di servizi a sostegno della genitorialità. 

 

Assegno unico figli a carico: come funziona il bonus?

Come funziona il nuovo Assegno unico figli a carico, così come proposto dall'ex ministro della famiglia Fontana, si prevede l'introduzione di una unica misura, più semplice e diretta, per sostenere le famiglie ed incentivare le nascite nel Bel Paese.

 

Un assegno unico che eliminerebbe, pertanto, le attuali misure a sostegno della natalità e delle famiglie con figli, come ad esempio il bonus bebè e le detrazioni per familiari a carico, fatta eccezione per quella del coniuge, per gli altri familiari e i disabili.

 

A sostituzione di tutto questo, nuovi assegni familiari il cui importo sarà pari a:

  • 240 euro per figli minorenni;

  • 80 euro dai 18 ai 26 anni.

In questo modo, la platea dei beneficiari aumenterebbe, rispetto a quella odierna, facendo rientrare così nel beneficio sia le famiglie disagiate economicamente che quelle di ceto medio.

 

Si prevede al contempo, l'abolizione delle seguenti misure:

  • Fondo di sostegno alla natalità;

 

Bonus figli a carico da 240 euro al mese e 80 euro:

Bonus figli a carico 2020 quanto spetta di assegno? Secondo il disegno di legge assegno unico figli a carico, l'importo che spetta alle famiglie che hanno almeno 1 figlio a carico è:

  • Bonus 240 euro al mese fissi per ogni figlio a carico fino a 18 anni;

  • Bonus 80 euro al mese per i figli a carico dai 18 anni fino al compimento dei 26 anni.

La misura intera dell'assegno spetterà con molta probabilità in funzione del reddito ISEE della famiglia beneficiaria che dovrà rientrare in determinate soglie Isee che verranno fissate dal Governo, con l'apposito decreto.

 

Possibilità di aumentare l'importo dell'assegno, in base al numero dei figli. 

 

Leggi anche reddito di cittadinanza domanda come funziona e requisiti.

 

Dote unica per i servizi per i figli a carico:

Il provvedimento prevede inoltre la cd. dote unica per i servizi ossia una somma aggiuntiva all'assegno atta a favorire la fruizione dei servizi a sostegno della genitorialità.

 

Dote unica per i servizi figli a carico fino a 3 anni:

La dote unica per i servizi è di un importo massimo di 400 euro per 12 mesi per ogni figlio fino ai 3 anni da utilizzare per il pagamento di servizi per l'infanzia:

  • asili nido;

  • micronidi;

  • baby parking;

  • personale direttamente incaricato.

Dote unica per i servizi figli a carico da 3 a 14 anni:

La dote unica è riconosciuta in forma ridotta anche per ciascun figli a carico tra i 3 e i 14 anni compiuti, mentre è in forma maggiorata, non inferiore al 40%, per ciascun figlio con disabilità.

 

Le misure volte a favorire la fruizione di servizi a sostegno della genitorialità si applicano facendo riferimento all’ISEE e sono erogate mediante la Carta acquisti. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA