Il nuovo bonus figli

Assegno unico 2021: stop a ANF e detrazioni, sì a bonus bebè 2021

Legge di Bilancio 2021 Assegno unico per figli a carico dal 1° luglio rimane bonus bebè 2021 ma cancellati assegni familiari, detrazioni e bonus mamma

4 dicembre 2020 07:39
Assegno unico 2021: stop a ANF e detrazioni, sì a bonus bebè 2021

Assegno unico figli a carico 2021 è la nuova misura che il governo Conte introdurrà a partire dal 2021, per aiutare e sostenere le famiglie in Italia, grazie alla Legge di Bilancio 2021.

 

Dal 1° luglio 2021 entra in vigore, pertanto, il nuovo assegno unico e universale per i figli a carico fino ai 21 anni compiuti, maggiorato per disabili e terzo figlio.

 

Ecco tutte le novità della Legge di Bilancio 2021.

 

Assegno unico 2021, cancellati ANF, detrazioni, bonus bebè e mamma

Con l'introduzione del nuovo assegno unico 2021 ci sarà però l'abolizione di alcune misure per figli così da recuperare 15 miliardi:

  • bonus bebè in base alla bozza di testo della nuova legge di Bilancio 2021, il bonus bebè 2021 rimane;

  • Assegni familiari;

  • Detrazioni per famiglie numerose;

  • Assegno per il 3° figlio;

  • Prestiti agevolati garantiti per le famiglie con figli.

La misura intera dell'assegno spetterà in funzione del reddito ISEE della famiglia beneficiaria che dovrà rientrare in determinate soglie Isee che verranno fissate dal Governo, con l'apposito decreto.

 

Possibilità di aumentare l'importo dell'assegno, in base al numero dei figli e in caso di disabilità.

 

Assegno unico figli a carico 2021: come funziona il bonus

Come funziona il nuovo Assegno unico figli a carico 2021: l'assegno unico figli a carico prevede l'introduzione di una unica misura, più semplice e diretta, per sostenere le famiglie ed incentivare le nascite nel nostro Paese.

 

Ecco come funziona il nuovo assegno unico da luglio 2021:

  • dal 1° luglio 2021, alle famiglie con figlie e figli a carico spetta un nuovo assegno universale;

  • L’assegno unico spetta a tutti i cittadini italiani, dell’Unione europea e degli extracomunitari con permesso di soggiorno di lungo periodo, di lavoro o di ricerca, purché residenti in Italia da almeno 2 anni (anche non continuativi).

  • Altro requisito per avere diritto all'assegno unico è avere dei figli a carico, dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni di età

  • La misura spetta ai lavoratori dipendenti, pubblici e privati ivi inclusi autonomi, liberi professionisti, disoccupati e incapienti.

  • l'importo minimo dell’assegno unico per i figli è stabilito per tutti i nuclei familiari con uno o più minori, cui viene aggiunta una quota ulteriore e variabile determinata per scaglioni dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE);

  • alle famiglie beneficiarie spetterà un importo mensile sotto forma di denaro o credito da utilizzare in compensazione dei debiti d’imposta.  

    La famiglia beneficiaria potrà quindi decidere se ricevere la misura tramite l’assegno oppure ottenendo un credito d’imposta da utilizzare in compensazione con la dichiarazione dei redditi. Nella prima ipotesi, l'importo dell’assegno varierà da nucleo a nucleo, in quantoi sarà formato da una quota fissa e da una variabile. Quest’ultima sarà calcolata in base al numero dei figli presenti in famiglia e alla loro età, tenendo anche conto del coefficiente Isee.

  • il beneficio spetta per ogni figlia o figlio in misura intera e poi ridotto fino ai ventuno anni di età;

  • in caso di figlia o figlio successivo al terzo, l’importo dell’assegno universale è maggiorato;

  • l'assegno è riconosciuto a partire dalla nascita.

  • il bonus figli non concorrerà alla formazione del reddito complessivo e né ai fini del riconoscimento delle prestazioni sociali a sostegno del reddito;

  • l’importo dell’assegno è calcolato in base al’età dei figli a carico;

  • Assegno unico figli disabili 2021 importo più alto e per sempre: per le figlie e figli con disabilità non ci saranno limiti di età e l'importo avrà una "maggiorazione tra il 30% ed il 50% e sarà esteso per tutta l'arco della loro vita"

sarà riconosciuta una integrazione compensativa dell’importo dell’assegno universale per i figli diretta ad assicurare che lo stesso non risulti in ogni caso inferiore al trattamento complessivo in quello in godimento al nucleo familiare prima dell’entrata in vigore del decreto legislativo di cui al comma 1.

 

Assegno unico 2021 importo: quanto spetta?

L’importo dell'assegno unico 2021 sarà composto da:

  • una quota universale, intorno ai 50-100 euro per ciascun figlio,

  • quota variabile in base al reddito ISEE, fino ad azzerarsi intorno a 50-60mila euro di Isee (soglia sotto la quale si arriva a coprire circa il 90-95% delle famiglie, come scrive Il Sole 24 Ore).

  • maggiorazioni dal terzo figlio in poi,

  • maggiorazioni per i disabili;

     

  • possibile anche maggiorazioni per i nuclei monogenitoriali.

     

Per un totale dell'assegno unico di:

  • circa 200-250 euro al mese a figlio per le fasce di reddito medio-basse. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA