Bonus asilo nido 2020: aumento fino a 3.000 euro Legge di Bilancio

«Bonus asilo nido 2020 fino a 3.000 euro per retta asili nidi pubblici e privati e asili nido gratis per famiglie basso reddito novità in Legge di Bilancio»

Bonus asilo nido 2020 aumento crescente fino a 3.000 riservato alle famiglie con redditi medio bassi con figli iscritti all’asilo nido pubblico o asilo nido privato.

 

Andiamo a vedere cos’è e come funziona il nuovo bonus asilo nido chi può presentare la domanda, i requisiti, come e quando viene erogato, a mamme e famiglie, l’importo, dal momento che la misura sarà introdotta con la nuova legge di bilancio 2020 e pertanto sarà in vigore dal 2020.


Oltre alla proroga bonus asili nido 2020, la Legge di Bilancio 2020 famiglie dovrebbe prevedere anche asili nido gratis per le famiglie a basso reddito.

 

Bonus asilo nido 2020: aumento fino a 3.000 euro Legge di Bilancio

 Con la nuova Legge di Bilancio 2020 famiglie, il governo Conte bis, dovrebbe approvare ed introdurre un nuovo bonus famiglie 2020, in attesa che arrivi a metà del prossimo anno o al più tardi dal 2021, il nuovo assegno unico figli a carico da 80 euro e fino a 160 euro al mese a figlio.

 

L'aiuto è il bonus asilo nido che sarà potenziato nel 2020 e aiuterà ancora di più le famiglie a pagare la retta dell'asilo nido. 

 

Ecco quindi le novità in vigore per il prossimo anno:

  • proroga bonus asilo nido 2020;

  • bonus asilo nido 2020 aumento crescente da 1.500 euro a 3.000 euro annui per ciascun figlio iscritto presso un asilo nido pubblico o privato.

  • Sempre dal 2020 dovrebbe arrivare anche l'asilo nido gratis per le famiglie a basso reddito

 

In attesa di avere nuove informazioni su cos'è e come funziona il nuovo bonus asilo nido 2020 per pagare l'asilo nido andiamo a vedere come funziona il bonus asilo nido fino al 31 dicembre 2019.

 

Bonus asilo nido requisiti Inps attuali:

Bonus asilo nido requisiti 2019 Inps

Il Bonus asilo nido Inps da 1.500 euro è un aiuto per le famiglie che il governo gialloverde ha riconfermato e aumentato con la Legge di Bilancio famiglie insieme ad altre agevolazion come il cd. bonus mamme domani 2019, ossia, il premio alla nascita di 800 euro che spetta alle mamme che entrano nel 7° mese di gravidanza o che adottano o prendono in affido, ed in questo si chiama premio all’adozione, un minore e il bonus bebè 2019 prorogato ufficialmente.

 

Vediamo ora quali sono i requisiti per presentare la domanda all'INPS.

 

Bonus asilo nido requisiti 2019:

  • Essere genitore di un bambino nato o adottato a partire dal 1° gennaio 2016;

  • Cittadinanza: per avere diritto al bonus, l'Inps, richiede che si debba avere la cittadinanza italiana, oppure di uno Stato dell’Unione Europea oppure, in caso di cittadino di Stato extracomunitario, permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o carta di soggiorno.

  • Ai fini dell'ottenimento del contributo asilo nido, il genitore richiedente deve essere colui che ha sostenuto il pagamento della retta;

  • Ai fini di riconoscimento del Contributo per forme di supporto presso la propria abitazione, ossia del bonus asilo nido bambini malati cronici che non possono frequentarlo e fruiscono dell'aiuto per l'assistenza domiciliare: chi richiede il bonus, deve abitare insieme al figlio ed avere dimora abituale nello stesso Comune.

Per maggiori informazioni, leggi la nostra guida bonus asilo nido 2019 Inps.

 

Bonus asilo nido aumento 1.500 euro

Quanto spetta di bonus asilo nido 2019? Secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2019, il bonus è stato aumentato da 1000 euro a 1.500 euro per 3 anni, dal 2019 al 2020, per poi tornare ad essere pari a 1000 euro dal 2022. 

Le famiglie nel 2019 possono quindi beneficiare di un bonus asilo nido da 1.500 euro per 3 anni grazie alla Legge di Bilancio 2019.

 

L'agevolazione, secondo l'emendamento, prevede infatti, l'erogazione di un contributo economico di millecinquecento euro all'anno, per 11 mesi per un massimo di 3 anni, per cui 4.500 euro in 3 anni per i bambini che risultano iscritti all'asilo nido pubblico o privato.

 

Bonus asilo nido 2019 di 1.500 euro, come funziona e come ottenerlo?

I genitori per avere diritto all'erogazione dei 1.500 euro quale a sostegno del pagamento della retta dell'asilo nido, devono indicare, in sede di compilazione del modulo domanda, oltre a tutti i dati personali, anche le mensilità per le quali intendono beneficiare del bonus, ossia, per i periodi di frequenza dell'asilo nido, compresi tra gennaio e dicembre.

 

In base a ciò, potrebbero venirsi a configurare due diverse opzioni:

  • Frequenza asilo nido nel periodo gennaio–luglio: ed in questo caso il genitore richiedente deve indicare nel modulo domanda, gli estremi della ricevuta dei pagamenti della retta dell'asilo nido pubblico o privato, che poi dovranno essere allegati alla domanda. Inoltre, per ottenere il riconoscimento di 1500 euro di premio, lo stesso, dovrà anche autocertificare che il bambino sarà iscritto all'anno scolastico. Per le rate dell'asilo nido da settembre a dicembre 2018, vanno invece allegate entro la fine di ciascun mese entro il 31 dicembre 2018. Per il primo anno di applicazione del bonus asilo nido, l'Inps, provvederà a liquidare l'importo dei mesi maturati al momento della domanda, e successivamente il pagamento sarà mensile. 

  • Bambino iscritto per la prima volta all’asilo nido: in questo caso la domanda può essere presentata all'Inps, solo se il genitore richiedente presenta la prova di aver effettuato l'iscrizione all'asilo e di aver pagato almeno 1 retta di frequenza. Successivamente, le ricevute dei pagamenti, devono essere allegate entro il 31 dicembre.

In entrambi i casi, la prova dell’avvenuto pagamento, può essere dimostrata mediante la presentazione di ricevute, quitanze, fatture, bollettino postale o bancario, per gli asili nido aziendali, invece, occorre l'attestazione  di pagamento della retta, anche tramite busta paga, da parte del datore di lavoro o dell’asilo nido stesso.

La suddetta documentazione, deve riportare necessariamente i sueguenti dati:

  • Denominazione e n° Partita Iva dell’asilo nido;

  • Codice Fiscale del minore; 

  • Mese di riferimento;

  • Estremi del pagamento;

  • Nome del genitore che sostiene la spesa della retta dell'asilo nido.

Per maggiori informazioni leggi: circolare Inps n. 88 del 22 maggio 2017.

 

Bonus asilo nido come richiederlo?

Domanda bonus asilo nido 2019: da quando? In base a quanto previsto finora dall'INPS, la domanda bonua asilo nido deve essere presentata per via telematica ma per il via ufficiale alle nuove domande, occorre attendere la circolare ufficiale Inps.

 

Come si fa ad inviare il modulo domanda bonus asilo nido online? Facile, basta utilizzare uno dei seguenti canali:

  • Online: se la mamma o il papà, dispongono del Pin Inps dispositivo, a partire dal giorno in cui verrà dato il via ufficiale alle domande, possono accedere al portale Inps ed utilizzare i servizi telematici al Cittadino, per richiedere il bonus.

  • Chiamando il numero di telefono del contact center Inps;

  • Rivolgendosi ai Patronati: che si occuperanno di trasmettere la domanda per via telematica.

Quali documenti servono per richiedere il bonus asilo nido? Tra i documenti bonus asilo nido 2019 che la mamma o il papà devono presentare all'INPS, ci sono i seguenti:

  • Ricevuta di pagamento della retta dell'asilo nido: per cui copia del bonifico bancario, del conto corrente postale, del pagamento online o tramite carta di credito, ecc.

  • Documento d'identità;

  • Permesso di soggiorno, nel caso in cui a fare la richiesta fosse una persona di cittadinanza extracomunitaria.

Ti ricordiamo inoltre che il bonus è suddiviso in 11 mensilità da 90,91 euro per un totale, per il 2019, di 1.000 euro.

Il bonus asilo nido, inoltre, non è cumulabile con i voucher baby sitter e con la detrazione spese asilo nido al 19%.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA