Bonus nido 2020: asili nido gratis da gennaio aumento importo 3000€

«Bonus nido 2020 asili nido gratis dal 1° gennaio 2020 per le famiglie redditi fino a 25.000 euro grazie all'aumento a 3.000 euro e 1.500 redditi alti»

Bonus nido 2020, asili nido gratis da gennaio 2020 grazie all'aumento dell'importo del bonus dal 2020: il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri ha confermato che dal 1° gennaio 2020 sarà introdotta una importante misure in favore delle famiglie con figli piccoli che frequentano o frequenteranno l'asilo nido in Italia.

 

La nuova misura prevede, infatti, l'asilo nido gratis dal 1° gennaio 2020 per tutte le famiglie con redditi medio-alti grazie all'aumento del bonus asilo nido 2020 a 3.000 euro per i redditi fino a 25.000 euro previsto dalla legge di Bilancio 2020.

Per i redditi tra 25.000 euro e 40.000 euro, il contributo asilo nido 2020 aumenta da 1.500 euro a 2.500 euro mentre oltre 40.000 euro rimane a 1.500 euro.

 

i genitori interessati a richiedere il bonus nido 2020, dovranno sempre presentare l’apposita domanda per via telematica all'INPS seguendo le istruzioni che provvederà a fornire l'Istituto con la nuova circolare.

 

Si ricorda che il bonus nido 2020 spetta a:

  • Bambini nati o adottati/affidati iscritti all'asilo nido: spetta il bonus asili nido fino a 3.000 euro se hanno un reddito fino a 25mila euro, fino a 2.500 euro per i redditi fino a 40.000 euro e fino a 1.500 euro per i redditi superiori, quale sostegno al pagamento delle rette relative alla frequenza in asili nido pubblici e privati autorizzati;

  • Bambini sotto i 3 anni che non possono frequentare l’asilo nido perché affetti da gravi patologie croniche, per i quali le famiglie si avvalgono di servizi assistenziali domiciliari. In  questo caso, il bonus è un contributo per introduzione di forme di supporto presso l’abitazione del bambino malato grave.

 

Bonus nido 2020 novità in Legge di Bilancio:

Bonus nido 2020: asili nido gratis dal 2020 è questa la conferma data dal ministro dell'Economia Gualtieri alle famiglie italiane.

 

Dal 1° gennaio 2020, pertanto, sarà attiva la misura introdotta dalla Legge di Bilancio 2020 che prevede:

  • proroga bonus nido 2020;

  • aumento importo bonus nido 2020 fino a 3.000 euro per le famiglie con redditi fino a 25.000 euro e fino a 2.500 euro per i redditi fino a 40.000 euro, ciò consentrà di ottenere la gratuità della retta dell'asilo nido per l'anno 2020 per chi ha redditi medio-bassi.

Dal 2020 arriva anche il Bonus latte artificiale 2020 fino a 400 euro.

 

Asilo nido gratis con aumento del bonus nido 2020:

Asilo nido gratis con il bonus nido 2020: come già detto, grazie al nuovo bonus famiglia 2020, le famiglie con redditi fino a 25.000 euro potranno beneficiare del bonus asilo nido pari a 3.000 euro, le famiglie con redditi ISEE fino a 40.000 euro un bonus da 2.500 euro. Tale aumento, permette quindi di azzerare completamente i costi delle rette per le famiglie a basso e medio reddito.

 

Ricordiamo che:

  • Il bonus asilo nido Inps è un contributo economico che il governo ha voluto destinare alle famiglie con figli piccoli  al fine di garantire loro un sostegno economico al reddito per chi ha dei figli che frequentano l’asilo nido pubblico o privato autorizzato.

  • Ai sensi dell’articolo 1, comma 355, legge 11 dicembre 2016, n. 232, pertanto, è stato introdotto un bonus asilo nido valido per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati e di forme di assistenza domiciliare per i minori sotto i 3 anni di età se affetti da gravi patologie croniche.

  • Il bonus asilo nido è corrisposto direttamente dall’INPS previa presentazione dell’apposita domanda da parte del genitore interessato a richiedere il contributo economico.

 

Bonus nido 2020 importo: quanto spetta?

In base a quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2020, dal 1° gennaio 2020, alle famiglie con figli che frequentano l'asilo nido spetta il seguente importo:

  • Bonus nido fino a 3.000 euro: famiglie con redditi ISEE fino a 25.000 euro;

  • Bonus nido fino a 2.500 euro: famiglie con redditi tra 25mila euro e 40.000 euro;

  • Bonus nido fino a 1.500 euro: famiglie con redditi oltre i 40.000 euro.

 

Domanda Bonus asilo 2020: Requisiti

La domanda bonus 2020 Inps può essere presentata dai genitori per i figli nati o adottati purché in possesso dei seguenti requisiti bonus asilo nido 2020 inps:

- Essere in possesso della cittadinanza italiana, oppure:

- Cittadinanza UE;

- Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;

- Carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’UE;

- Carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea;

- Status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria;

- Residenza in Italia.

 

Inoltre per accedere al bonus sono richiesti ulteriori requisiti bonus asilo nido, il genitore richiedente, infatti, deve aver sostenuto il pagamento della retta dell'asilo nido mentre per avere diritto al bonus asilo nido bambini malati gravi, il richiedente deve coabitare con il figlio e avere dimora abituale nello stesso comune.

 

Come funziona il pagamento del bonus nido da 3000 euro?

Come funziona il pagamento del bonus asilo nido? Il genitore interessato a richiedere il contributo economico, qualora abbia i requisiti richiesti dalla legge, deve presentare l'apposita domanda all'Inps per via telematica.

 

Una volta inviati il modulo domanda bonus nido ed i documenti, l'Inps, verifica la sussistenza dei requisiti ed eroga in un'unica soluzione e direttamente al genitore richiedente, i 3.000 euro, 2.500 euro o i 1.500 euro di bonus.

Il bonus asilo nido per i bambini malati gravi, invece, è erogato, nel limite di spesa indicato, secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda online all'inps.

Per cui le domande presentate dopo la fine delle risorse messe a disposizione, non verranno prese in considerazione.

 

Per quanto concerne il pagamento bonus asilo nido da parte dell’INPS, questo viene effettuato secondo le modalità indicate dal genitore richiedente in sede di compilazione della domanda, ossia, tramite:

  • bonifico domiciliato;

  • accredito su conto corrente bancario o postale;

  • libretto postale;

  • carta prepagata con IBAN,

Nel caso in cui il genitore opti per l’accredito su un conto con IBAN, deve allegare alla domanda anche il modello SR163, fatta eccezione per i casi in cui lo stesso, sia stato già presentato all'Inps in occasione di altre richieste.

 

Bonus asilo nido: come fare domanda Inps?

Bonus asilo nido 2020 da quando è possibile richiederlo? Dalla data ufficiale che sarà indicata dall'Inps con l'apposita circolare.

 

Bonus asilo nido 2020 fino a quando? La scadenza domanda bonus asilo nido è fino al 31 dicembre 2020.

Per le domande effettuate negli anni successivi al primo, il bonus va richiesto entro il 31 dicembre.

 

Come fare domanda bonus nido inps? Il genitore richiedente al momento della presentazione della domanda telematica deve indicare quale tipo di bonus intende richiedere, tra il contributo economico per:

  • il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati, per cui il  cd. Contributo asilo nido, o;

  • l'introduzione di forme assistenza domiciliare a favore dei bambini affetti da gravi patologie croniche, cd. Contributo per introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione.

Come si presenta la domanda all'Inps online? Per via telematica:

  • direttamente accedendo ai servizi telematici online dell'inps;

  • chiamando il numero verde Inps 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;

  • rivolgendosi a Patronati o agli altri intermediari autorizzati.

 

Se ho due figli, quante domande devo presentare? Se si hanno due o più figli in possesso dei requisiti richiesti per accedere al contributo asilo nido, allora, il genitore deve presentare una domanda per ciascun figlio beneficiario.

 

Nella domanda occorre indicare il numero e per quali mensilitàsi richiede il bonus asilo nido? Si, il genitore in sede di compilazione della domanda, deve indicare i mesi per i quali intende beneficiare del contributo relativamente ai periodi di frequenza scolastica compresi tra gennaio e dicembre. il bonus, di fatti spetta solo per 11 mensilità l'anno. Ciò significa che potrebbero verificarsi due ipotesi:

 

Bambino che frequenta l'asilo nido da gennaio a luglio: in questo caso il genitore deve indicare gli estremi dei pagamenti effettuati per pagare la retta dell’asilo nido pubblico o privato autorizzato prescelto, poi in un momento successivo alla domanda, deve presentare la copia dei suddetti versamenti.

 Al fine di ottenere l’importo massimo del bonus asilo nido, il richiedente è tenuto a dichiarare che il minore beneficiario è già stato iscritto all'asilo nido.

 

Tale dichiarazione, va sottoscritta su specifico modulo in sede di presentazione della domanda. Le ricevute di pagamento relative alle mensilità settembre-dicembre, andranno poi allegate online entro la fine di ogni mese, in ogni caso, non oltre la scadenza del 31 dicembre.

 

Solo per gli asili nido pubblici che emettono bollettini dopo il suddetto termine, è consentita l'allegazione delle ricevute, entro al massimo il 1° aprile. Il contributo economico sarà quindi erogato interamente solo dopo l'avvenuta allegazione di tutti i bollettini della retta dell'asilo nido pagati.

Importante!!!! Su tutte le ricevute deve essere presente: Codice fiscale del minore e del genitore richiedente.

 

Il bambino è iscritto per la prima volta all’asilo nido a partire da settembre: se il minore è stato appena iscritto all'anno scolastico, relativamente alla frequenza dell'asilo nido pubblico o privato, la domanda può essere presentata all'Inps nel momento in cui riesca a dare prova documentata dell’avvenuta iscrizione e del pagamento di almeno 1 mensilità, oppure dell’avvenuto inserimento in graduatoria del bambino per quegli asili nido pubblici che prevedono il pagamento della retta dopo l’inizio della frequenza.

L'erogazione del bonus comunque partirà successivamente al pagamento di della retta e l'allegazione delle ricevute di pagamento.

 

Come dimostro di aver pagato la retta dell'asilo nido? Allegando online i seguenti documenti:

  • ricevuta o quietanza di pagamento;

  • fattura quietanzata;

  • bollettino bancario o postale;

  • per i nidi aziendali tramite attestazione del datore di lavoro o dell’asilo nido dell’avvenuto pagamento della retta o trattenuta in busta paga.

 

Per i bambini malati gravi, quali documenti serve presentare all'Inps? Oltre al modulo domanda, documento d'identità e codice fiscale anche un’attestazione rilasciata dal proprio pediatra che dichiari per l’intero anno di riferimento, l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”. In questo caso, l'erogazione del bonua sili nido bambini malati spetta in un'unica soluzione.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA