Bonus bebè 2020: cosa cambia? Novità nuovi requisiti ISEE e importi

«Bonus bebè 2020 Inps nuovi Requisiti senza ISEE e importi cos'è come funziona e cosa cambia con il nuovo pacchetto famiglia Legge di Bilancio 2020 novità»

Bonus bebè 2020 Legge di Bilancio: grandi novità nella nuova Legge di Bilancio 2020 nel pacchetto famiglia per le famiglie che dal 1° gennaio 2020 avranno un nuovo nato, nuovo adottato o affidato in famiglia.

 

Dal prossimo anno, infatti, ci saranno nuovi requisiti senza ISEE per accedere al bonus bebè 2020 Inps visto che il governo giallorosso oltre che prorogare l'assegno di natalità fino al 31 dicembre 2020 ha voluto estenderlo a tutte le famiglie a prescindere dal reddito ISEE.

 

Dal 1° gennaio 2020, quindi, grazie alla nuova Legge di Bilancio 2020, il bonus bebè 2020 sarà esteso a tutti.

 

Vista l'importanza di questa novità andiamo a vedere il bonus bebè 2020 Inps cos'è e come funziona, i nuovi requisiti di reddito ISEE, importo, durata dell'assegno.

 

Bonus bebè 2020: cosa cambia in Legge di Bilancio famiglia?

Bonus bebè 2020 Inps novità inn Legge di Bilancio: base a quanto annunciato dal governo Conte 2, nel testo della nuova Manovra economica e precisamente nel pacchetto famiglia 2020 sono previste diverse novità:

Si ricorda che come previsto dal disegno del Family act del governo Conte bis, le seguenti proroghe e modifiche bonus a sostegno della natalità si applicano in attesa che il progetto del nuovo assegno unico universale diventi realtà dal 2021.

 

Bonus bebè 2020: cos'è e come funziona?

Che cos'è il bonus bebè Inps e come funziona? Il bonus bebè Inps 2020 è una agevolazione riservata alle famiglie con nuovi nati o adottati dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020.

 

La durata del bonus bebè 2020 è quindi di 1 anno e prevede un assegno il cui importo varia in base al reddito ISEE familiare.

 

Per cui l'importo bonus bebè 2020 è in base all'ISEE:

  • Bonus da 80 euro al mese per i redditi sopra i 40.000 euro;

  • Bonus 120 euro per redditi tra 7.000 euro e 40.000 euro;

  • Bonus 160 euro per chi ha un reddito fino a 7.000 euro.

Gli importi sono aumentati del 20% in caso di secondo figlio.

 

La novità 2020 è che il bonus bebè 2020 Inps potrà essere richiesto da tutti senza limite di reddito ISEE.

 

Per cui riassumendo le novità bonus bebè 2020 Inps sono:

  • bonus bebè esteso a tutti a prescindere dal reddito ISEE della famiglia richiedente;

  • bonus bebè 2020 le soglie di reddito ISEE serviranno solo per fissare l'importo spettante.

 

Bonus bebè 2020: nuovi importi in base all'ISEE, primo e secondo figlio

Bonus bebè Inps 2020 nuovi importi in base all'ISEE:

  • Bonus bebè di 80 euro al mese per chi ha un reddito al di sopra dei 40.000 euro;

  • Bonus bebè di 120 euro al mese: per chi ha redditi tra 7.001 e 40.000 euro;

  • Bonus bebè di 160 euro al mese per i redditi pari o inferiori a 7.000 euro.

 

Bonus bebè Inps 2020 importo secondo figlio aumento del 20%:

  • Bonus bebè secondo figlio di 96 euro al mese per chi ha un reddito al di sopra dei 40.000 euro;

  • Bonus bebè secondo figlio da 104 euro al mese per chi ha un reddito tra 39.999 euro e 7.001 euro;

  • Bonus bebè secondo figlio da 192 euro al mese per i redditi pari o inferiori a 7.000 euro.

 

Inps Bonus bebè 2020: domanda quando e dove

Per fare domanda Inps bonus bebè 2020 occorre:

  • Inviare la domanda tramite il sito internet dell'INPS ma solo se si possiede il PIN dispositivo INPS;

  • Rivolgersi al Patronato.

  • Telefonare al numero del contact center dell'INPS.

La domanda va presentata entro 90 giorni dalla nascita del figlio o della sua entrata in famiglia in caso di adozione o affido. La mancata osservanza di tale scadenza non altera il diritto al bonus ma solo la decorrenza del bonus che in questi casi partirà dalla data di presentazione della domanda.

 

Ai fini di pagamento bonus bebè, occorre anche compilare e consegnare all'INPS il modulo SR163 bonus bebè.

 

Chi può fare domanda Bonus bebè 2020?

  • residenti in Italia anche se disoccupate, casalinghe, lavoratrici;

  • residenti comunitari;

  • residenti extracomunitarie se in possesso del permesso di soggiorno CE, carta di soggiorno o se rifugiati politici. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA