Via agli incentivi

Bonus bici 2020 e Bonus pc da novembre. Come si presenta la domanda

Due le date importanti da ricordare: il 3 novembre per ottenere lo sconto per la mobilità e il 9 novembre per il contributo legato alla connessione internet

5 novembre 2020 14:36
Bonus bici 2020 e Bonus pc da novembre. Come si presenta la domanda

Conto alla rovescia per due importanti bonus, che arrivano all’incasso dopo una lunga attesa da parte dei cittadini italiani. Stiamo parlando del bonus bici e monopattini e del bonus pc, il primo inserito nel decreto Rilancio e il secondo nel decreto Agosto.

 

Due le date importanti da ricordare: il 3 novembre per ottenere lo sconto per la mobilità e il 9 novembre per il contributo legato alla connessione internet.

 

Bonus bici e monopattini, il click day

Il governo ha stanziato 210 milioni di euro per il bonus mobilità da 500 euro, ciò sta a significare che non tutti potranno beneficiarne e che il 3 novembre 2020 ci sarà una corsa alle richieste fino ad esaurimento fondi.

 

Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha più volte ribadito di voler accontentare tutti i cittadini e che quello che avanzerà dalla Fase 1, rimborso delle spese già effettuate per l’acquisto dei mezzi, andrà alla Fase 2, ossia quella in cui lo sconto verrà applicato direttamente dai negozianti.

Nuove risorse per il bonus bici e monopattini verranno stanziate anche dalla Legge di Bilancio 2021.

 

Il bonus bici o monopattini è un contributo pari al 60% della spesa effettuata per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, monopattini elettrici e altri veicoli per la micromobilità come segway e hoverboard, o servizi individuali di mobilità condivisa (abbonamento annuale di bike sharing o affitto monopattini elettrici), fino ad un massimo di 500 euro.

 

È retroattivo, ossia prevede un rimborso per gli acquisti effettuati a partire dal 4 maggio scorso.

 

Bonus mobilità: a chi spetta, come fare domanda

Il bonus bici e monopattini spetta a tutti i maggiorenni residenti in capoluoghi di regione o provincia, in una città metropolitana (Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino e Venezia) o in un comune con più di 50 mila abitanti, senza alcun limite Isee.

 

Come fare domanda? La domanda per il bonus mobilità va presentata accedendo tramite SPID (Sistema pubblico di identità digitale) sulla piattaforma del Ministero dell’Ambiente, compilando l’apposito form con i propri dati, la fattura o scontrino parlante contenente il codice fiscale del beneficiario e il codice Iban.

 

Previste due fasi:

  • Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell'applicazione web): chi ha già acquistato una bici o un monopattino riceverà entro 10-15 giorni dalla domanda, l’accredito del rimborso direttamente sul conto corrente.  

  • Fase 2 (dal giorno di inizio operatività dell'applicazione web quidi a partire dal 3 novembre 2020): chi non ha ancora effettuato l’acquisto del mezzo riceverà un buono digitale da presentare al negoziante da utilizzare entro 30 giorni dalla generazione del bonus. Non tutti i rivenditori sono obbligati ad aderire all’iniziativa, la lista di quelli aderenti sarà presente sull’applicazione web.

 

Bonus internet, pc e tablet: domande al via il 9 novembre

Siamo agli sgoccioli anche per il bonus internet. Il governo ha predisposto un Piano voucher per le famiglie da 500 euro per la digitalizzazione del Paese. Il bonus pc e tablet è articolato in due fasi:

  • Il Voucher di Fase 1 è dedicato alle famiglie con Isee inferiore a 20.000 euro e consiste in uno sconto sul canone di abbonamento a servizi di connettività Internet a banda ultralarga in caso di nuove attivazioni di utenze di rete fissa e nella fornitura di un personal computer o tablet. Il contributo per l’acquisto di personal computer o tablet è erogato solo nel caso di contestuale attivazione del servizio di connettività con velocità pari ad almeno 30 Mbit/s.

  • Il Voucher di Fase 2, ancora in fase di preparazione, interesserà le famiglie con reddito Isee oltre i 20 mila euro e le imprese.

 

Il voucher ha un valore massimo di 500 euro. Tale somma può essere impiegata secondo l’offerta liberamente formulata dall’operatore entro questi limiti:

  • allo sconto sui servizi di connettività per una durata non inferiore a 12 mesi, può essere destinata una somma compresa tra 200 e 400 euro.

  • allo sconto sulla fornitura di un personal computer o tablet può essere destinata una somma compresa tra 100 e 300 euro.

 

Bonus internet: chi sono i beneficiari, come ottenerlo

Il bonus pc o tablet può essere richiesto a partire dal 9 novembre 2020 dalle famiglie con reddito Isee inferiore ai 20 mila euro, che non dispongono di una connessione internet con velocità pari ad almeno 30 Mbit/s.

La fornitura del personal computer o tablet deve essere contestuale e direttamente collegata al contratto per l’attivazione del servizio di connettività. Non è possibile acquistare direttamente personal computer o tablet e poi chiedere che il relativo prezzo sia rimborsato tramite Voucher.

 

Come ottenere il bonus internet? È semplice, il beneficiario dovrà interfacciarsi direttamente con l’operatore di telecomunicazioni che partecipa all’iniziativa Voucher, utilizzando gli ordinari canali di vendita.

Tutte le offerte bonus pc e internet disponibili possono essere consultate sul portale Infratel.

 

Al momento della sottoscrizione del contratto sarà necessario solamente rilasciare un’autocertificazione attestante che il reddito Isee del nucleo familiare è inferiore ai 20.000 euro.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA