Bonus centri estivi 2020 Inps 1200 euro: ecco come richiederlo

Bonus centri estivi 2020 Inps 1200 euro e 2000 euro cos’è come funziona a chi spetta domanda, requisiti per averlo ecco le prime istruzioni, ultime notizie

16 giugno 2020 10:46
Bonus centri estivi 2020 Inps 1200 euro: ecco come richiederlo

Bonus centri estivi 2020, l’INPS ha provveduto a pubblicare le prime istruzioni sul nuovo bonus baby sitter cos'è come riattivato dal decreto Cura Italia ed esteso ora dal decreto Rilancio.

 

Con il messaggio n. 2209 del 27 maggio 2020, l'Inps è quindi intervenuta a fornire i primi chiarimenti su come funziona il nuovo bonus centri estivi da 1200 euro e 2000 euro per il personale sanitario, per le famiglie con figli fino a 12 anni e richiedibile fino al 31 luglio 2020.

 

Bonus centri estivi 2020 al via le domande: il 5 giugno 2020 l’INPS ha implementato la procedura di richiesta del bonus baby sitter utilizzabile anche per i centri estivi. La richiesta può essere presentata dall’area “Servizi online” > “Servizi per il cittadino” > autenticazione con credenziali > “Domanda di prestazioni a sostegno del reddito” > “Bonus servizi di baby sitting”.

 

Bonus centri estivi 2020 Inps: cos’è e come funziona

Che cos'è il Bonus centri estivi covid? Il bonus centri estivi è l'agevolazione introdotta dal decreto Rilancio che prevede la possibilità di estendere il bonus baby sitter anche al pagamento di:

  • centri estivi,

  • centri educativi per l’infanzia,

  • servizi socioeducativi,

  • centri con funzione educativa e ricreativa

  • servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia.

 

Bonus centri estivi come funziona:

Il bonus centri estivi funziona in modo analogo al bonus baby sitter Inps. Si ricorda che l'importo di 1200 euro o 2000 euro a seconda della categoria dei lavoratori che richiedono l'agevolazione, è richiedibile fino al 31 luglio 2020 per la differenza ancora non richiesta fino ad ora. In pratica chi ancora non ha fruito del bonus baby sitter può utilizzare la somma intera mentre se già fruito, si può richiedere solo la differenza fra le somme richieste e i nuovi limiti 1200/2000 euro.

 

Bonus centri estivi 2020 Inps requisiti: a chi spetta?

Il bonus centri estivi 2020 può essere richiesto esclusivamente da genitori con figli di età non superiore ai 12 anni. La richiesta può essere fatta anche in caso di adozione e di affidamento pre-adottivo. Il limite di età 12 anni non va tenuto in considerazione in caso di figli disabili di qualunque età purché iscritti a scuole di ogni ordine grado o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale.

 

Ecco a chi spetta il bonus centri estivi 2020 Inps:

  • lavoratori dipendenti del settore privato;

  • lavoratori iscritti alla Gestione separata di cui all’art. 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335;

  • lavoratori autonomi iscritti all’INPS;

  • lavoratori autonomi non iscritti all’INPS (subordinatamente alla comunicazione da parte delle rispettive casse previdenziali). 

     

Bonus centri estivi 2020 Inps dipendenti pubblici e sanitario:

Il bonus per servizi centri estivi spetta altresì ai lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, appartenenti alle seguenti categorie: 

  • Medici;

  • Infermieri;

  • Tecnici di laboratorio biomedico;

  • Tecnici di radiologia medica;

  • Operatori sociosanitari

  • Al personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico, impiegato per le esigenze

  • connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Per tali soggetti, il bonus:

  • è erogato dall’INPS mediante il libretto famiglia;

  • l’importo complessivo spettante, in tali casi, può arrivare ad un massimo di 2.000 euro per nucleo familiare. 

 

Bonus centri estivi 2020 domanda Inps:

La domanda bonus centri estivi 2020, come il bonus baby sitter, dovrà avvenire per via telematica.

 

1) Accedere ai servizi online dell’INPS può avvenire attraverso una delle seguenti tipologie di credenziali:

  • PIN dispositivo INPS (per alcune attività semplici di consultazione o gestione è sufficiente un PIN ordinario);

  • SPID di livello 2 o superiore;

  • Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE);

  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

  • Pin semplificato INPS ma poi per fruire del Libretto famiglia serve il PIN dispostivo.

 

2) Per presentare la domanda bonus centri estivi, una volta attivata la procedura:

  • WEB- www.inps.it - sezione "Servizi online" > "Servizi per il cittadino" > autenticazione con il PIN dispositivo (oppure SPID, CIE, CSN) > 

    “Prestazioni e servizi”, nell’elenco “Tutti i servizi”:

  • CONTACT CENTER INTEGRATO - numero verde INPS 803.164 (gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (da rete mobile con tariffazione a carico dell'utenza chiamante); 

  • PATRONATI - attraverso i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.

 

3) Per utilizzare il bonus centri estivi, va richiesto il Libretto di Famiglia:

Sia l’utilizzatore che il prestatore di servizio devono registrarsi rispettivamente sul sito INPS nell’area Prestazioni Occasionali > Libretto Famiglia:

  • come utilizzatori di Libretto Famiglia;

  • come prestatori di servizi di baby-sitting.

L'Inps in merito alla procedura telematica della domanda bonus centri estivi, nel messaggio numero 2209 del 27 maggio 2020, conferma che è in corso da parte dell'Istituto l'implementazione delle procedure per consentire l'invio delle domande. Il voucher centri estivi potrà essere richiesto a partire dal mese di giugno visto che l’apertura dei centri estivi è stata prevista dal governo per il 15 giugno.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA