Incentivi per la digitalizzazione

Bonus pc e internet da 500 euro, come richiederlo. Requisiti e domanda

Al via la Fase 1, con le domande per il bonus, pc, tablet ed internet da 500 euro che potranno essere presentate direttamente agli operatori telefonici

27 novembre 2020 17:24
Bonus pc e internet da 500 euro, come richiederlo. Requisiti e domanda

Finalmente sono stati diffusi i dettagli relativi al bonus pc, tablet e internet che sta suscitando grande interesse tra gli italiani, con le domande per la Fase 1 che possono essere presentate a partire già dal 19 ottobre 2020.  

 

Lo sconto non verrà applicato in negozio, sarà l’operatore telefonico ad occuparsi di tutto tramite la piattaforma Infratel che gestisce il voucher del Ministero dello Sviluppo Economico.

 

Il Piano Voucher per le famiglie meno abbienti insieme al Piano scuola mobilita 600 milioni di euro a favore della digitalizzazione dell’Italia.

 

Vediamo insieme come e quando presentare la domanda per il voucher pc o tablet e il voucher internet, i requisiti e come funziona.

 

Bonus pc e tablet: sulla piattaforma Infratel le offerte degli operatori

Da giovedì 8 ottobre è online la piattaforma Infratel realizzata in collaborazione con Invitalia Italia per l’accreditamento degli operatori di telecomunicazioni interessati ad offrire ai consumatori il cosiddetto bonus Pc e tablet e il bonus internet per una connettività ad almeno 30 Mbps.

Il bonus pc da 500 euro è riservato alle famiglie con Isee basso, fino a 20.000 euro.

 

Su questa piattaforma gli operatori telefonici caricheranno le proprie offerte associate al bonus, ma solo a partire dal 19 ottobre gli interessati potranno presentare domanda per accedere al voucher.  

 

Non bisognerà recarsi nei negozi di elettronica, dunque, poiché saranno gli operatori telefonici ad occuparsi di tutto.

 

Bonus pc o tablet: come fare domanda

Il bonus internet non sarà sottoforma di denaro ma di sconto. Per beneficiare del contributo previsto dal “Piano voucher per le famiglie meno abbienti”, ossia del “Voucher Banda ultralarga”, si dovrà compilare un apposito modulo da inviare all’operatore telefonico prescelto per comunicare l’adesione all’offerta e il rispetto dei requisiti.

Prevista un’autocertificazione per il reddito Isee.

 

La domanda andrà inviata all’operatore attraverso uno dei canali di vendita messi a disposizione dallo stesso (online, Costumer Care, etc).

 

In particolare, bisognerà dichiarare:

 

  • che nell’unità abitativa del nucleo familiare a cui appartiene non è attivo alcun servizio di connettività con velocità pari ad almeno 30 Mbit/s;

  • di voler utilizzare il modem/router fornito dall’operatore o, in alternativa, di voler acquistare/utilizzare modem/router di propria scelta;

  • che il reddito ISEE del nucleo familiare è inferiore a 20.000 euro.

 

Alla dichiarazione va allegato:

 

  • fotocopia di un documento di identità in corso di validità;

  • fotocopia del codice fiscale;

  • il contratto già in essere con profilo di servizio inferiore a 30 Mbit/s (se presente).

 

Bonus pc o tablet e bonus internet: cos’è e come funziona

La misura prevede l’erogazione, per le famiglie meno abbienti (reddito Isee inferiore ai 20 mila euro), di un contributo massimo di 500 euro, che comprende:

 

  • la connettività ad almeno 30 Mbit/s per una somma non inferiore a 200 euro;

  • l’acquisto di un tablet o un personal computer fornito dall’operatore per una somma non inferiore a 100 euro e non superiore a 300 euro.

 

È riconosciuto un solo bonus pc e internet per nucleo familiare. Inoltre, il contributo non può essere concesso per l’attribuzione del solo tablet o personal computer, in assenza della sottoscrizione di contratti per la fornitura di servizi di connettività.

 

Nel caso di recesso dal contratto per il passaggio ad altro operatore, il beneficiario manterrà il tablet o il personal computer fornito dall’operatore originario. L’operatore subentrante fornirà solo il servizio di connettività, per l’ammontare residuo del voucher.

 

Questa la Fase I del progetto che sarà ad esaurimento: sono stati stanziati 204 milioni di euro che potrebbero soddisfare 480 famiglie sui 2,2 milioni aventi diritto.

 

Successivamente potrà richiedere il bonus pc o tablet anche chi ha un Isee fino a 50 mila euro (200 euro per le connessioni veloci) e le imprese (fino a 2.000 euro per i servizi di connettività ad almeno 30 Mbit/s o a 1 Gbit/s).

 

Specifiche tecniche pc e tablet

I beneficiari del bonus pc o tablet dovranno scegliere tra una serie di dispositivi offerti dall’operatore, che devono necessariamente rispettare delle specifiche tecniche.

 

Per i pc:

  • CPU: 4 core; 2 GHz o superiori;

  • RAM a partire da 8 GB;

  • Schermo: dimensione superiore a 14 pollici, risoluzione HD (1366×768) o superiore, memoria interna (disco o SSD) 256 GB o superiori;

  • Connettività: Wi-Fi, Bluetooth, USB;

  • Fotocamera: 8 Mpx ƒ/1.9;

  • Autonomia: 8 ore o superiore;

  • Audio integrato.

 

Per i tablet:

 

  • CPU: 4 core; 2 GHz o superiori;

  • RAM a partire da 4 GB;

  • Schermo: dimensione superiore a 10 pollici, risoluzione Full-HD (risoluzione minima del lato corto: 1080 pixel) o superiori, memoria interna 64 GB o superiori;

  • Connettività: Wi-Fi, Bluetooth, USB;

  • Fotocamera: 8 Mpx ƒ/1.9;

  • Batteria: 6000 mAh o superiore.

 

I beneficiari del bonus pc o tablet acquisiranno la piena proprietà del computer o del tablet dopo 12 mesi dalla stipula del contratto.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA