La guida al bonus sociale

Bonus luce, gas e acqua 2021: sconto automatico in bolletta. Le novità

A partire dal 1° gennaio 2021 il bonus sociale per lo sconto in bolletta su luce, gas e acqua per le famiglie in difficoltà verrà erogato automaticamente

23 novembre 2020 17:11
Bonus luce, gas e acqua 2021: sconto automatico in bolletta. Le novità

Digitalizzazione e automatismo sembrano essere le parole d’ordine per affrontare il futuro, specialmente in un periodo incerto come quello che stiamo vivendo, con tutte le misure del caso per evitare il diffondersi dei contagi da Coronavirus.

 

Grazie all’utilizzo delle banche dati alcuni servizi, ancora pochissimi purtroppo, saranno erogati ai cittadini senza una specifica richiesta ma attraverso un meccanismo automatico. È il caso del bonus sociale per lo sconto in bolletta su luce, gas e acqua per le famiglie in difficoltà, che a partire dal 1° gennaio 2021 verrà erogato automaticamente.

 

Tale decisione è stata presa sulla base dei dati davvero bassi relativi alle richieste ricevute nel 2019, che ammontavano a solo il 35% degli aventi diritto. A diffondere i numeri il presidente dell’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (ARERA), in occasione della presentazione al Parlamento della Relazione annuale sulle attività svolte dall’Autorità.

 

Cos’è il bonus sociale, come funziona, a chi spetta, cosa cambia da gennaio 2021?

 

Bonus sociale: cos’è e come funziona

bonus luce, gas e acqua sono degli sconti in bolletta, introdotti dal Governo e resi operativi dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) con la collaborazione dei Comuni, per aiutare le famiglie con un reddito molto basso e per i nuclei numerosi, oppure per coloro che hanno al proprio interno persone con gravi problemi di salute e che utilizzano apparecchiature mediche alimentate con l'energia elettrica per la propria patologia: i dispositivi per emodialisi, le carrozzine elettriche ma anche i sollevatori mobili e molte altre macchine che consumano molta energia elettrica per funzionare.

 

Si tratta di uno sconto che viene applicato direttamente in bolletta sulla base di determinati requisiti. Ad esempio, il valore del bonus luce 2020 dipende dal numero di componenti della famiglia:

 

  • 125 euro fino a due componenti;

  • 148 euro fino a quattro componenti;

  • 173 euro oltre i quattro componenti.

 

Il bonus luce 2020 per disagio fisico, invece, varia da un minimo di 185 euro a un massimo di 663 euro.

 

Purtroppo, esiste un notevole divario tra il numero degli aventi diritto al bonus sociale e coloro che ne hanno fatto richiesta. Secondo la Relazione annuale dell’ARERA solo il 35% delle famiglie aventi diritto ha ricevuto i bonus sull’energia, sull’acqua e sul gas nel 2020.

 

In particolare, nel 2019 sono stati erogati 1.428.791 bonus nei settori energetici, per un totale di 211,7 milioni di euro. 870.277 famiglie hanno avuto accesso al bonus sociale sull’elettricità e 558.514 famiglie a quello per il gas.

 

Bonus luce, gas e acqua 2021: a chi spetta

Lo sconto sulle bollette delle utenze di luce, gas e acqua è destinato a:

 

  • famiglie in difficoltà economica;

  • famiglie con disagi fisici;

  • nuclei familiari numerosi.

 

Il bonus sociale luce, acqua e gas 2021 può essere richiesto dai clienti domestici con almeno uno dei seguenti requisiti:

 

  • ISEE fino a 8.265 euro per tutti e tre i bonus;

  • ISEE fino a 20.000 euro per le famiglie numerose con almeno 4 figli a carico;

  • Malati gravi che sono costretti ad usare apparecchiature mediche elettriche (elettromedicali) indispensabili al mantenimento in vita.

 

Per il bonus elettrico potrebbe essere previsto il meccanismo automatico anche per le famiglie con carta acquisti.

 

Come funziona lo sconto automatico in bolletta: novità

A partire dal 1° gennaio 2021 assisteremo a una vera e propria rivoluzione copernicana, ha dichiarato Stefano Besseghini, Presidente di Arera, riferendosi al bonus sociale. Grazie al dl Fisco approvato lo scorso 17 dicembre, infatti, è diventato legge l’automatismo del bonus elettrico, gas e idrico in bolletta che l’Autorità aveva richiesto nella segnalazione inviata a Parlamento e Governo.

 

Ciò sta a significare che non bisognerà più presentare alcuna domanda per ottenere il bonus sociale luce, acqua e gas in quanto l’erogazione dello sconto in bolletta avverrà senza domanda di rinnovo.

Nel 2020, infatti, per poter usufruire dello sconto in bolletta bisognava presentare un’apposita domanda al proprio Comune di residenza o presso un Centro di assistenza fiscale (CAF), da rinnovare ogni 12 mesi.

 

Le modalità di erogazione del bonus saranno le stesse del 2020: lo sconto verrà erogato direttamente in bolletta per chi ha un contratto diretto, mentre l'utente indiretto, cioè la famiglia che vive in un condominio e non ha un contratto proprio di fornitura idrica, riceverà il bonus sociale in un'unica soluzione, secondo le modalità individuate dal gestore del servizio.

 

Bonus sociale 2021: da quando

A partire dal 1° gennaio avverrà tutto in automatico, grazie allo scambio di informazioni tra le banche dati dell’INPS e le banche dati di energia, gas e acqua (Sii - Sistema informativo integrato e Anagrafe territoriale idrica).

 

Non sarà più necessario per le famiglie richiedere formalmente il bonus al quale hanno diritto in quanto lo sconto sulle bollette verrà applicato automaticamente, garantendone la fruizione a tutti gli aventi diritto, vale a dire circa 2 milioni e mezzo di famiglie in condizioni di disagio economico.

 

Verranno in tal modo azzerati i passaggi burocratici, senza peraltro gravare in alcun modo sul Bilancio dello Stato, spiega Stefano Besseghini, Presidente di Arera, ricordando che soltanto nel settore rifiuti e nel teleriscaldamento, i nuclei familiari vulnerabili non hanno ancora accesso ai Bonus.

 

Besseghini ha così colto l’occasione per esortare l’Esecutivo a procedere all’emissione del necessario decreto per il sistema di Bonus sociale anche per la Tari.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA