Pensione di cittadinanza settembre 2019: cos'è, guida, pagamento carta

«Carta Pensione di cittadinanza 2019 cos'è, a chi spetta e usarla cosa comprare, pagamento ricarica settembre come vedere il saldo online e lista movimenti»

La Carta Pensione di Cittadinanza, conosciuta anche con il nome di Carta PdC 2019 è una carta elettronica sulla quale vengono caricati ogni mese, i soldi dell’integrazione al reddito e dell’eventuale contributo mutuo o affitto.

 

Tale carta, che in pratica è una comunissima Postepay gialla senza nome del titolare e dotata solo di numeri e microchip, consente quindi di spendere i soldi della Pensione di cittadinanza a chi è risultato idoneo alla domanda, in base alle ultime novità entrate in vigore con il decreto Crescita 2019, il pagamento settembre PdC potrà avvenire ora in contanti direttamente sulla pensione.

 

Andiamo quindi a vedere in questa Guida alla Carta Pensione di cittadinanza a chi spetta, come richiederla, come si utilizza, cosa comprare e soprattutto quali sono le spese vietate.

 

Cos'è la Carta Pensione di cittadinanza?

Che cos’è la Carta pensione di cittadinanza? La Carta Pdc è una carta di pagamento elettronica prepagata emessa Poste Italiane che serve a ricevere l’accredito dei soldi riconosciuti con la pensione di cittadinanza o il reddito di cittadinanza

 

Su questa carta Postepay, infatti, ogni mese arriva la ricarica delle somme spettanti calcolate in base ai propri redditi e al fatto di avere o meno, una casa in affitto o di proprietà.

 

Carta Pensione di cittadinanza come richiederla?

Come richiedere la Carta RPC? La carta Pensione di cittadinanza è rilasciata ai SOLI beneficiari della Pensione di Cittadinanza 2019 per cui per poterla avere, l’interessato deve presentare il modulo domanda PdC online sul sito ufficiale, oppure, tramite CAF o Poste Italiane.

 

La domanda per la Pensione di cittadinanza al pari della domanda Reddito di cittadinanza può essere presentata per via telematica secondo 3 modalità:

  • direttamente online sul sito ufficiale www.redditodicittadinanza.gov.it, in questo caso però serve il codice SPID;

  • recandosi presso il CAF,

  • o presso gli Uffici Postali. 

 

Carta PdC ritiro alla Posta:

Una volta presentata la domanda PdC, l’INPS verifica il possesso di tutti i requisiti di accesso alla Pensione di cittadinanza

 

Entro quindi una quindicina di giorni dalla domanda, l’INPS comunica l’esito della domanda via SMS o email ed il numero di protocollo.

 

Dopodiché il beneficiario riceve anche la comunicazione di Poste Italiane con l’indicazione dell’ufficio presso cui è disponibile il ritiro della carta.

 

La Carta PdC, pertanto, viene consegnata dalle Poste già attiva e ricaricata dell’importo relativo alla prima mensilità, o alle mensilità maturate e contestualmente viene rilasciato anche il PIN.

 

Per ritirare la Carta Pensione di cittadinanza alle Poste occorre portare con sè:

  • documento d’identità e codice fiscale;

  • Sms o e-mail ricevuta dall’INPS con cui si comunica l’accoglimento della domanda;

  • Il codice ricevuto con la comunicazione di Poste Italiane.

 

Carta Pensione di cittadinanza come usarla:

Come usare la carta Pensione di cittadinanza? La Carta PdC essendo una comunissima carta bancomat, può essere usata per:

  • acquistare beni e servizi previsti dalla legge, presso gli esercizi commerciali in Italia convenzionati con il circuito Mastercard;

  • effettuare prelievi in contanti nei limiti previsti dal Decreto.

  • effettuare un bonifico SEPA/Postagiro mensile presso Ufficio Postale per pagare la rata dell’affitto o del mutuo.

 

Carta Pensione di cittadinanza cosa comprare?

Cosa si può comprare con la carta Pensione di cittadinanza? 

  • Pagare le bollette domestiche;

  • Acquistare beni di prima necessità e medicinali presso alimentari, supermercati, farmacie e parafarmacie;

  • pagare il Bollo auto ma non l’assicurazione;

  • Manutenzioni per la casa come le spese per l'idraulico o l'elettricista;

  • piccoli e grandi elettrodomestici;

  • ok a telefoni cellulari, tablet e smartphone;

  • mobili, libri e giocattoli.

  • capi di abbigliamento, fatta eccezione di gioielli e accessori come borse, collane, bracciali ecc.

 

Pensione di cittadinanza pagamento settembre 2019:

Quado viene ricaricata la Carta PdC a settembre 2019?


Il pagamento ricarica Carta PdC avviene nel seguente modo:

  • Domanda PdC presentata a marzo: il pagamento della quinta ricarica della carta il 24-27 settembre;

  • Domanda RdC e PdC presentata ad aprile: il pagamento della quarta ricarica avviene entro la fine del mese, tra il 24 e 27 settembre;

  • Domanda PdC presentata a maggio: il pagamento della terza ricarica carta è entro la fine del mese, tra il 24 e 27 settembre;

  • Domanda PdC presentata a giugno il pagamento della seconda ricarica è tra il 24 ed il 27 settembre 2019;

  • Domanda PdC presentata a luglio il pagamento arriverà tra il 24 e il 27 settembre 2019.

  • Domanda PdC presentata a agosto il primo pagamento arriverà tra il 24 e il 27 settembre 2019.

  • Nuova domanda PdC presentata a settembre 2019: l'elaborazione e le relative disposizioni di pagamento sono inviate 15 ottobre a Poste che curerà la distribuzione delle card con già accreditata la somma spettante di RdC.

 

Saldo Carta Pensione di cittadinanza: come si fa?

Per sapere quanto si ha sulla Carta Pensione di cittadinanza, è possbile fare il saldo e movimenti carta PdC in 3 modi:

  • presso gli ATM Postamat;

  • tramite il servizio di lettura telefonica disponibile al numero verde 800.666.888 gratuito da telefono fisso e mobile.

  • oppure accedendo al sito www.redditodicittadinanza.gov.it.

 

Carta Pensione di cittadinanza smarrita o rubata:

Carta Pensione di cittadinanza smarrita o rubata:

  • in caso di smarrimento o furto della Carta PdC, il Titolare deve immediatamente bloccare la card chiamando il numero verde 800.666.888 se si chiama dall'Italia oppure il numero +39.02.82.44.33.33 se dall'estero.

  • Una volta bloccata la carta, occorre poi rivolgersi all’Autorità Giudiziaria o di Pubblica Sicurezza e denunciare l'accaduto.

  • Il titolare può poi rivolgersi all'Ufficio Postale per compilare la richiesta di una nuova Carta PdC.

  • Alla ricezione della denuncia da parte dell’Ufficio Postale, Poste può rilasciare al titolare la Carta sostitutiva con l’eventuale saldo residuo disponibile.

Carta PdC smagnetizzata o non leggibile: ci si deve rivolgere all’Ufficio Postale.

 

I soldi sulla Carta PdC vanno spesi entro il mese successivo?

Si ricorda ai beneficiari della Pensione di Cittadinanza 2019 che le somme caricate sulla Carta PdC devono essere spese entro il mese successivo all’accredito, altrimenti viene decurtato il 20% dell'importo non speso, alla ricarica nel mese successivo.

 

Per cui se ad esempio abbiamo ricevuto 500 euro di PdC e non si spendono 100 euro, il mese successivo avviene la decurtazione del 20%, per cui invece che ricevere 500, si ricevono 480 euro, cioè 500 – 20 (equivalente al 20% di 100 euro).

 

Carta Pensione di cittadinanza ci sono dei limiti di spesa giornalieri?

Con la carta pensione di cittadinanza ci sono dei limiti giornalieri di spesa da rispettare? No, non c'è un limite di spesa giornaliero all’uso della Carta, i soli limiti rigardano solo il prelievo del contante e al numero di bonifici.

 

Infatti, per quanto riguarda il limite di prelievo in contanti con la Carta PdC:

  • è possibile prelevare agli sportelli automatici (ATM) postali e bancari in Italia;

  • il limite è 100 euro per i nuclei familiari composti da un singolo individuo;

  • fino ad un massimo di 250 euro per le famiglie più numerose.

  • Il costo della commissione sui prelievi con la Carta RdC è di 1,00 su ATM Postamat e di 1,75 euro su TM bancari in Italia (circuito Mastercard).

Per quanto riaguarda invece il limte ai bonifici, è possibile fare 1 solo bonifico al mese per pagare:

  • l'affitto;

  • il mutuo.

Per ogni bonifico è dovuta la commissione di 1 euro mentre è di 50 centesimi se si opta per il Postagiro.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA