Chi deve pagare Imu 2018? Prima casa, seconda casa, scadenza e calcolo

«Chi deve pagare Imu 2018? Quando si paga sulla prima casa? Quando sulla seconda? Su quali proprietà si paga? Quand'è la scadenza e come si calcola l'Imu?»

Chi deve pagare l'Imu 2018? L'Imposta Municipale Unica dev'essere pagata da chi possiede un immobile in Italia, sempre per la seconda casa e a volte anche per la prima.

Con le scadenze Imu sempre più vicine, in questo articolo vediamo:

chi deve pagare l'Imu nel 2018;

quando si paga sulla prima casa;

quando sulla seconda casa;

quali proprietà sono soggette a questa imposta;

le scadenze dell'anno corrente;

come fare il calcolo.


Chi deve pagare l'Imu 2018

Chi deve pagare l'Imu? L'Imposta Municipale Unica, dev'essere pagata da chi possiede un immobile sul territorio italiano.

Che cos'è l'Imu? Conosciuta anche come Imposta Municipale Propria, l'Imu è stata introdotta in Italia dal Governo Monti con il Decreto Legge 201 del 2011.

In pratica tutti i contribuenti devono pagare questa imposta se hanno una proprietà nel suolo italiano.

Questo vale anche per i residenti all'estero che comunque hanno una casa o un fabbricato soggetto all'Imu sul territorio italiano.

Quando il Governo di Mario Monti introdusse l'Imu ci furono molte polemiche, specialmente per via del fatto che era obbligatoria anche sulla prima casa.

Imu 2018: oggi non è più così ma ci sono dei casi che prevedono il pagamento dell'Imu se si è proprietari di una sola abitazione.

Scopriamo meglio nel paragrafo che segue.

 

Chi deve pagare l'Imu sulla prima casa?

Chi deve pagare l'Imu sulla prima casa? I titolari di specifici immobili (come le case di lusso) e che si trovano in determinate condizioni devono pagare l'Imu anche sulla prima casa.

Il Fisco italiano prevede il pagamento dell'Imu per quelle che sono le prime case che sono registrate al catasto con una delle seguenti sigle:

  • gruppo catastale A/1;,
  • gruppo catastale A/8;
  • gruppo catastale A/9.

Le leggi vigenti prevedono questa casistica per far pagare l'Imu ha chi detiene beni di lusso o redditi alti.

In questo modo sono escluse dall'Imu le prime case che non sono considerate di lusso.

Invece, indipendentemente dal gruppo di appartenenza, l'Imu sulla seconda casa è prevista.

Scopriamo, quindi, nel paragrafo che segue chi deve pagare l'Imposta Municipale Unica.

 

Chi deve pagare l'Imu sulla seconda casa e gli immobili?

Chi deve pagare l'Imu sulla seconda casa? L'Imu sulla seconda casa è obbligatoria così come sui diversi immobili.

Le leggi vigenti prevedono che il pagamento dell'Imposta Municipale Unica è verso coloro che hanno uno dei seguenti diritti di proprietà:

  • diritto di proprietà usufrutto;
  • diritto di proprietà abitazione
  • diritto di proprietà di superficie;
  • diritto di proprietà comodato d'uso.

L'Imposta Municipale Propria è prevista anche per il diritto di godimento su una proprietà altrui, conosciuto come enfiteusi.

 

Scadenza e calcolo

Scadenza Imu 2018: sono due le date importanti per l'Imposta Municipale Unica di quest'anno, ovvero le sue relative scadenze.

16 giugno 2018: prima scadenza Imu.

16 dicembre 2018: seconda scadenza Imu.

Il calcolo dell'Imu è uguale per tutti gli immobili ma i coefficienti variano in base al tipo di proprietà.

  • 160 coefficiente per il gruppo catastale A (escluso A/10);
  • 160 coefficiente per il gruppo catastale C/2, C/6, C/7;
  • 140 coefficiente per il gruppo catastale B;
  • 140 coefficiente per il gruppo catastale C/3, C/4, C/5;
  • 80 coefficiente per il gruppo catastale A/10;
  • 60 coefficiente per il gruppo catastale D, (solo il gruppo catastale D/5 ha un coefficiente di 80);
  • 55 coefficiente per il gruppo catastale C1.

Calcolo Imu 2018: il calcolo dell'Imu avviene sulla base del valore dell'immobile.

Quest'ultimo dev'essere moltiplicato per la rendita d'inizio anno calcolata al 5% per il coefficiente a cui si appartiene.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?