Decreto agosto

Bonus ristorante fuori dal DL Agosto, confermato bonus ristoratori

La manovra estiva prevede contributo a fondo perduto per esercizi ristorazione limitato ad acquisto prodotti Made in Italy e contributo per centri storici

29 agosto 2020 10:22
Bonus ristorante fuori dal DL Agosto, confermato bonus ristoratori

Bonus ristorante Dl Agosto, ultime notizie:

 

*** Bonus ristorante ultime notizie 29 agosto 2020: svanito il bonus ristoranti dal decreto Agosto mentre resta il contributo a fondo perduto per gli esercizi di ristorazione che abbiano subito una perdita di fatturato da marzo a giugno 2020 di almeno il 25% rispetto allo stesso periodo del 2019, ma solo per l’acquisto di prodotti di filiere agricole, alimentari e vitivinicole da materia prima italiana. Il contributo minimo è di 2.500 euro.

 

Ulteriori 400 milioni di euro sono stanziati per contributi a fondo perduto in favore degli esercenti dei centri storici che abbiano registrato a giugno 2020 un calo del 50% del fatturato rispetto allo stesso mese del 2019. Il contributo minimo è di 1.000 euro per le persone fisiche e di 2.000 per i soggetti diversi.

 

Tutte le misure del decreto Agosto.

 

***Bonus ristorante ultime notizie 7 agosto 2020: l'incentivo volto a sostenere il comparto della ristorazione potrebbe non trovare posto nel decreto Agosto di prossima attuazione, nonostante fosse dato per certo nei giorni scorsi.

 

Bonus ristorante fuori da dl Agosto: come funziona sconto 20% spese Pos

Svanisce il bonus ristorante 20% dal decreto Agosto, misura inizialmente prevista dal governo per sostenere il settore della ristorazione piegato dalla pandemia.

 

Il lockdown ha fatto sfumare interi mesi di fatturato per i ristoratori, che durante la chiusura forzata dell’attività hanno provato a tenersi a galla solo con i servizi di delivery, senza ottenere grandi risultati.

 

Si sperava nella ripartenza ma anche questa si è rivelata una vera e propria delusione, a causa dei timori di contagio ancora forti tra gli italiani, dello smart working ma soprattutto dell’assenza dei turisti stranieri dai centri storici delle nostre città e dai principali luoghi di villeggiatura. Da considerare poi la riduzione del fatturato legata alla drastica riduzione dei posti a disposizione nei locali per garantire il distanziamento sociale.

 

Per correre ai ripari ed evitare la chiusura definitiva di migliaia di attività, con pesanti ripercussioni sul mercato del lavoro, il govrno ha varato con la manovra estiva un bonus ristoratori finalizzato a sostenere anche la filiera del Made in Italy, eliminando invece il bonus ristorante.

 

Cancellato bonus ristorante del 20% per spese da settembre a dicembre

Cancellato in extremis il bonus ristorante dal decreto Agosto che verrà finanziato con un terzo scostamento di bilancio da 25 miliardi di euro.

 

Il bonus ristorante, a cui hanno lavorato i viceministri Laura Castelli al Mise e Stefano Buffagni all’Economia, traeva ispirazione da quello applicato in Gran Bretagna chiamato "Eat out to help out”, che prevede un taglio delle spese fino al 50% per i pasti consumati nei ristoranti nel solo mese di agosto, bevande alcoliche escluse, fino a un massimo di 10 sterline a scontrino.  

 

L’incentivo italiano, volto a sostenere il settore della ristorazione dalla parte dei consumi, avrebbe dovuto garantire un rimborso del 20% delle spese effettuate nei ristoranti aderenti all’iniziativa da settembre a dicembre 2020, compresi gli agriturismi e le tavole calde.

 

Il bonus era stato pensato solo per pagamenti cashless, con bancomat o carte di credito, mezzi tracciabili che aiutano a combattere l’evasione fiscale, con un meccanismo di ristoro diretto sul conto o tramite un’apposita App, come per il bonus vacanze e bonus mobilità.

 

Il bonus ristorante previsto non prevedeva alcun limite di reddito, ma solo un limite massimo di spesa.

 

La misura sarebbe venuta a costare in totale 1 miliardo di euro.

 

Bonus ristoratori per acquisto prodotti Made in Italy

Con il decreto Agosto 2020 non verrà trascurata la filiera del Made in Italy, che ci rende fieri ed orgogliosi di essere italiani in tutto il mondo. Previsto nel decreto Agosto un bonus ristoratori, da spendere per l’acquisto di prodotti agroalimentari della filiera italiana.  

 

Ne beneficeranno 180 mila pubblici esercizi tra ristoranti e pizzerie.

 

Decreto Agosto: proroga esenzione Tosap

Per limitare i danni derivanti dalla necessità di garantire il distanziamento sociale nei pubblici esercizi, con il conseguente calo di fatturato, il decreto Agosto conterrà anche una proroga dell’esenzione Tosap, ossia della tassa sull’occupazione del suolo pubblico che consente agli esercenti di utilizzare spazi esterni per l’attività senza oneri.

 

La mossa dell’esecutivo si è rivelata vincente, visto che gli italiani sembrano preferire bar e ristoranti con tavoli all’aperto non solo perché ci troviamo nel pieno della stagione estiva ma anche perché in molti si sentono più sicuri sotto il fronte dei contagi da coronavirus.

 

Sparisce bonus consumi per abbigliamento e mobili

Evaporato dal decreto Agosto non solo il bonus ristorante ma anche il bonus consumi per sostenere negozi di abbigliamento, calzature, elettrodomestici ed arredamento per la casa.

 

Il sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico, Alessia Morani, aveva previsto un bonus consumi da applicare ai clienti direttamente al momento dell'acquisto di abbigliamento, calzature, bar, ristoranti, elettrodomestici e arredamento per la casa. Lo Stato avrebbe poi successivamente rimborsato il negoziante entro un termine massimo di un mese. Si era pensato ad una percentuale di sconto compresa tra il 10% e il 20%, a seconda del settore merceologico.

 

Il bonus consumi non approvato avrebbe comunque escluso le vendite legate all’e-commerce, visto che in questo periodo hanno registrato un vero e proprio boom, continuando a mostrare numeri in salita verticale.

 

Lo stanziamento previsto per il bonus consumi era pari a circa 2 miliardi di euro.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA