Aspettando il Def

Def 2021: significato, cos'è come funziona, cosa prevede testo

Approvazione Def 2021 cos'è come funziona il Documento di economia e finanza, scostamento deficit 21-22 miliardi pari a 1,3 punti di PIL Manovra 2021

2 ottobre 2020 07:35
Def 2021: significato, cos'è come funziona, cosa prevede testo

Def 2021 approvazione e deficit

 

Lunedì sera ci sarà l'approvazione della Nota di aggiornamento al Def, il cui testo è arrivato solo ieri sul tavolo del Consiglio dei ministri. 

 

Nella nota sono contenuti i margini di manovra in deficit per circa 21-22 miliardi, 1,3 punti di Pil, è quanto prevedono le nuove stime di indebitamento netto programmatico e le cui risorse serviranno per coprire le misure che saranno inserite nella prossima legge di Bilancio 2021.

 

Nella Nota di aggiornamento al Def il Governo ha deciso «un’espansione fiscale molto significativa» con un deficit 2021 fissato al 7% a dirlo il ministro dell’economia Roberto Gualtieri che ha anche notato che «la crescita 2020 è valutata, nella Nadef, a -9%, considerato fino a poco tempo fa troppo ottimistico» e che fra i programmi c’è rendere strutturale Industria 4.0” e la riforma fiscale, che vedrà una rimodulazione delle aliquote.

Per approfondire l'argomento riforma Iperf 2021 alla tedesca.

 

Tra le novità del DEF 2021 c'è anche definitiva sterilizzazione delle clausole di salvaguardia (circa 20 miliardi) mediante l'accantonamento in bilancio delle risorse necessarie a evitare il problema a cadenza annuale.

 

Ricordiamo che l'approvazione e l'aggiornamento del Def rappresenta il momento più topico per ogni Stato perché è su questo documento che vanno scritti nero su bianco i numeri della manovra economica.

 

La presentazione alle Camere del DEF è un quindi una fase importante per il futuro di un Paese in quanto, in esso, sono contenuti gli aggiornamenti alle previsioni macroeconomiche e agli obiettivi programmatici da raggiungere con la nuova Manovra finanziaria e la Nota di aggiornamento del Def 2020/21 italiano è particolarmente attesa vista la pandemia.

 

In attesa quindi dell'approvazione del Def 2021 andiamo a vedere e a spiegare il Def cos’è e come funziona, cosa prevede il testo di aggiornamento della Nota che rivede le previsioni economiche e di finanza pubblica contenute nel precedente documento di aprile e di quanto sarà la percentuale di deficit decisa dal governo.

 

Cos'è il Def?

Che cos’è il DEF? Il Def, acronimo di Documento di economia e finanza, è certamente lo strumento di programmazione economica più importante per un qualsiasi governo, in quanto, dai dati in esso contenuti, si evincono gli obiettivi di politica economica che un determinato paese intende perseguire, quali sono le stime di spesa sull’andamento delle finanze pubbliche e dell’economia nazionale e quali sono le riforme che il governo di turno intende attuare.

 

Il Documento di economia e finanza dopo la riforma del 2011 che ha provveduto ad adeguare il documento alle normative comunitarie, è composto da 3 sezioni specifiche

  • Def Programma di stabilità: è la parte del Def che viene sottoposta al giudizio dell’Unione europea in quanto in essa sono indicati sia “gli obiettivi di politica economica e il quadro delle previsioni economiche” per il triennio successivo, 2019-2020-2021 decisi dal dipartimento del Tesoro del ministero dell’Economia e delle Finanze che l’eventuale scostamento dal precedente Programma di stabilità.

  • Sezione di Analisi e tendenze della finanza pubblica: è la parte del Def in cui sono riportare le analisi e le previsioni per le finanze pubbliche.

  • Programma nazionale di riforma: invece è la parte riservata all’elencazione delle riforme che il paese intende attuare.

Sia la prima che la terza sezione del Def, quindi il Programma di stabilità ed il Programma nazionale di riforma, devono essere trasmessi alla commissione europea entro il 30 aprile, mentre la parte di Analisi e tendenze della finanza pubblica è solo a scopo interno allo Stato, nello specifico in base a quanto previsto dalla legge n. 39 del 2011, il Def deve essere presentato dal governo per l’approvazione del parlamento entro il 10 aprile mentre entro il 27 settembre di ciascun anno, il governo in essere deve presentare la Nota di aggiornamento al Def, contenente gli aggiornamenti del Def precedente che nel caso italiano è stato presentato dall’uscente governo Gentiloni.

 

Nella Nota di aggiornamento al Def, quindi il governo ha la possibilità di aggiornare gli obiettivi del Programma di stabilità e del Programma nazionale di riforme che saranno perseguiti con la nuova Legge di Bilancio. 

 

Def 2021 cos’è? Il Def 2021 e quindi la Nota di aggiornamento del Def Documento economica e finanza sono gli strumenti che il Governo utilizza per mettere nero sui bianco tutti gli obiettivi, le coperture necessarie e le riforme dei prossimi 3 anni e che verranno attuate attraverso la nuova Legge di Bilancio 2021.

 

DEF 2021 come funziona il Documento di economia e finanza:

Come funziona il DEF 2021? Il Def funziona così:

- il Def è il documento nel quale è indicato l'aggiornamento del Pil, deficit, debito, interessi, tasso di disoccupazione, previsioni, riforme, spese per l'anno in corso e per il triennio successivo.

 

- Il DEF, ogni anno, deve essere messo a punto dal governo in essere e deve poi essere presentato al Parlamento per la sua successiva approvazione.

 

- durante l'iter di approvazione del DEF, il documento di economia e finanze deve essere trasmesso, entro una certa scadenza, al Parlamento Europeo ed ottenere il via libera quindi dall'Ue.

 

- dal momento poi che il Documento e la Nota di aggiornamento non hanno forza di legge, i dati e le misure in essi illustrati possono essere modificati e ritoccati.

 

- come abbiamo già anticipato, Il documento è composto da tre parti: la prima parte a cura del dipartimento del Tesoro; la seconda parte dalla Ragioneria generale dello Stato e la terza sulle riforme, di concerto del dipartimento del Tesoro con quello delle Politiche comunitarie.

 

- la terza parte del DEF è molto importante in quanto vengono indicati chi sono i partner commerciali dell’Italia, i creditori e le prospettive a breve e medio termine.

 

Def 2021 approvazione: quando? Ecco l'iter:

Qual è l'iter di approvazione Def 2021? Ecco le date più importanti da ricordare:

  • Entro il 10 aprile 2020: ci deve essere la presentazione del DEF al Parlamento, quest'anno vista l'emergenza Coronavirus, i tempi si sono allungati, stasera in tarda serata è previsto il CdM per la sua presentazione e approvazione.

  • Entro il 30 aprile 2020: Presentazione del DEF al Consiglio dell’Unione Europea e alla Commissione Europea;

  • Ento il 20 settembre - quest'anno riviato a lunedì 5 ottobree: Presentazione alle Camere della Nota di aggiornamento del DEF, questo è un momento importante perché si comunica la percentuale di Deficit 2020, gli obiettivi, le spese e le riforme da attuare poi con il testo della Legge di Bilancio 2020. Quest'anno la presentazione è stata rinviata al 30 settembre.

  • Entro il 15 ottobre 2020: il Parlamento deve procedere all'approvazione della Nota propedeutica alla legge di bilancio: l'approvazione della Nota solitamente avviene entro 15 giorni.

  • Entro il 20 ottobre 2020: deve presentare il testo del disegno di legge di Bilancio in Parlamento. Nel testo della Finanziaria che ricordiamo riguarda gli interventi per 3 anni, sono inseriti gli obiettivi, la spesa e le riforme indicati nella Nota di aggiornamento al Def e poi anche nel decreto fiscale

  • Entro il 31 dicembre 2020: la Legge di Bilancio 2021 deve essere approvata dal Parlamento italiano.

  • Il 31 dicembre 2020 la legge di Bilancio 2021 deve essere pubblicata in Gazzetta Ufficiale.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA