Dichiarazione dei redditi 2020: cos'è nuova scadenza 730 novità, costo

«Nuova scadenza dichiarazione dei redditi 2020 modello 730 al 30 settembre decreto fiscale, costo documenti necessari Caf commercialista modello Redditi»

Dichiarazione dei redditi 2020 cos'è, quando si fa, nuova scadenza, costo documenti: la dichiarazione dei redditi è il documento contabile attraverso il quale i contribuenti devono comunicare al Fisco Italiano, i redditi percepiti nel corso dl 2018, al fine di calcolare le imposte dovute sulla base delle aliquote Irpef o Ires, regionali e comunali, ecc.

 

La dichiarazione dei redditi, ogni anno, è un momento fiscale e tributario molto importante per tutti i contribuenti, persone fisiche, professionisti e società perché da ciò dipende il pagamento delle tasse o la loro esenzione.

 

Ed è dunque la Legge di Bilancio 2020 o meglio il decreto fiscale 2020 ad introdurre importanti novità che riguardano:

  • nuova scadenza dichiarazione dei redditi dal 2021: proroga definitiva a partire dalla dichiarazione dei redditi 2021 con la nuova scadenza 730/2021 dal 23 luglio al 30 settembre;

  • rimborsi IRPEF a partire dal mese di ottobre 2021.

  • dalla dichiarazione dei redditi 2020 ampliamento della platea di contribuenti che possono utilizzare il modello 730.

  • più tempo per i datori di lavoro per inviare la Certificazione Unica 2020 all'Agenzia delle Entrate dal 7 al 16 marzo.

  • dal 2021, accesso dichiarazione precompilata dal 30 aprile anziché dal 15. 

 

Andiamo quindi a vedere le novità 2020che cos’è la dichiarazione dei redditi, quando si fa, chi deve farla, quanto costa e quali documenti sono necessari per effettuare la dichiarazione dei redditi.

 

Nuova scadenza dichiarazione dei redditi nel decreto fiscale 2020:

Nuova scadenza dichiarazione dei redditi modello 730 ne : per effetto di un emendamento appravato con il decreto fiscale 2020 dal prossimo anno ci saranno 2 novità importanti che riguardano i contribuenti che possono presentare il 730 ai fini della denuncia dei redditi:

 

1) dal 2021, ci sarà la nuova scadenza dichiarazione dei redditiscadenza 730 slitta dal 23 luglio al 30 settembre.

 

2) dal 1° gennaio 2020 ci sarà l'ampliamento della platea di contribuenti che potranno utilizzare il modello 730/2020:

  • titolari di redditi assimilati,

  • titolari di redditi di lavoro dipendente;

  • titolari di redditi di lavoro autonomo occasionale.

3) dal 2021, rimborsi IRPEF a partire dal mese di ottobre.

 

4) dal 2021, più tempo per i datori di lavoro per inviare la Certificazione Unica all'Agenzia delle Entrate dal 7 al 16 marzo.

 

Cos'è la Dichiarazione dei redditi 2020?

Che cos'è la Dichiarazione dei redditi 2020? La dichiarazione dei redditi è un documento contabile e fiscale che serve ai contribuenti residenti in Italia a comunicare al fisco italiano, la propria situazione economica e reddituale ossia i redditi che si sono percepiti durante l’anno precedente.

 

Ed è a seguito di questa dichiarazione che vengono poi calcolate le tasse tenendo conto delle spese effettuate dal contribuente per suo conto e per i familiari a carico e non, o dell'attività in caso di impresa, autonomi, professionisti ecc., stiamo parlando delle spese deducibili e detraibili dalla dichiarazione dei redditi 2020.

 

Chi deve fare la dichiarazione dei redditi 2020?

Chi deve fare la dichiarazione dei redditi 2020 è un'altra domanda molto molto comune alla quale rispondiamo nel seguente modo:

 

secondo quanto previsto dal nostro sistema tributario non tutti i contribuenti sono obbligati alla presentazione della dichiarazione ma lo sono coloro che hanno posseduto nell’anno precedente – nel nostro caso il 2019 – uno dei redditi indicati dall’articolo 6 del T.U.I.R (Testo Unico delle Imposte sui redditi), ossia:

  • Redditi fondiari;

  • Redditi di capitale;

  • Redditi di lavoro dipendente;

  • Redditi di lavoro autonomo;

  • Redditi d’impresa;

  • Redditi diversi.

 

Per cui, chi deve fare la dichiarazione di redditi 2020? Sono obbligati alla dichiarazione redditi 2020 i seguenti contribuenti:

  • chi è titolare di Partita Iva;

  • chi ha cambiato lavoro nel corso del 2019 ed ha più di una certificazione unica 2020;

  • chi ha percepito una indennità pagata dall’INPS per mobilità in deroga o ordinaria, cassa integrazione, Naspi;

  • chi ha percepito redditi da lavoro dipendente e ha avuto deduzioni e detrazioni che non gli spettavano;

  • chi ha percepito redditi da lavoro dipendente con retribuzione pagate da privati non sostituti d’imposta;

  • chi ha percepito redditi su cui l’imposta si applica separatamente, fatta eccezione per TFR, arretrati, indennità di cessazione di un co.co.co.;

  • I contribuenti con reddito da lavoro dipendente e/o percettori di redditi assimilati senza detrazioni e trattenute addizionali comunale e regionale all’IRPEF. In questo caso, l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi è previsto solo se l’importo dovuto per ciascuna addizionale supera i 10,33 euro.

  • chi percepisce redditi derivanti da guadagni di trading online o altri redditi di capitale che devono essere assoggettati a imposta sostitutiva.

  • i contribuenti che hanno percepito redditi a titolo di plusvalenze, come ad esempio i guadagni di trading online, e redditi di capitale da assoggettare ad imposta sostitutiva.

 

Esenzione dicharazione dei redditi 2020: quando non si fa?

Dichiarazione dei redditi 2020 esenzione: i casi di esonero dichiarazione dei redditi 2020 sono:

  • i contribuenti che hanno percepito una tipologia di reddito esente che non va dichiarato come ad esempio: rendite Inail per invalidità o decesso, redditi fondiari o da fabbricati che non superano i 500 euro, indennità di accompagnamento e assegni erogati dal Ministero dell’Interno ai ciechi civili, sordi e invalidi ec, sono esentati dalla dichiarazione 2020;

  • i contribuenti che che hanno percepito un reddito che non supera una determinata soglia come ad esempio:

    • dipendente: 8 mila euro, al netto dell’abitazione principale e delle pertinenze;

    • terreni e fabbricati: 500 euro;

    • Pensionati + redditi terreni + abitazione principale e sue pertinenze box, cantina, ecc.: 7500 (pensione + 185,92 euro terreni.

    • Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e altri redditi per i quali la detrazione prevista non è rapportata al periodo di lavoro: 4.500 euro.

 

Vi ricordiamo però che anche qualora spetti l'esenzione dalla dichiarazione dei redditi, potrebbe comunque essere vantaggiosa presentarla, se nel corso dell'anno precedente si sono effettuate diverse spese detraibili e deducibili, per maggiori informazioni leggi anche dichiarazione dei redditi guida agenzia entrate.

 

Dichiarazione dei redditi 2020 modello pdf:

Modello dichiarazione dei redditi 2020 quale va usato?

Per fare la dichiarazione dei redditi 202' l'Agenzia delle Entrate, ha predisposto degli appositi modelli dichiarativi che i contribuenti devono usare a seconda dei redditi da dichiarare.

 

I modelli dichiarazione dei redditi 2020 pdf sono:

  • Modello 730/2020 ordinario;

  • Modello Redditi 2020 SC, SP e ENC;

  • Modello Unico Redditi 2020 PF persone fisiche;

  • 730 Precompilato e Redditi Precompilato.

 

Dichiarazione dei redditi 2020 scadenza 730: novità Legge di Bilancio

Quando scade la Dichiarazione dei redditi 2020?

Previste con la Legge di Bilancio 2020 ed esattamente dal decreto fiscale 2020 la nuova scadenza dichiarazione dei redditi 2020 per quanto riguarda il modello 730/2020.

 

Dichiarazione dei redditi 2020 scadenza modello 730/2020 precompilato:

  • la scadenza 730 precompilato sarà il 23 luglio 2020, dal 2021 slitta al 30 settembre.

 

Dichiarazione dei redditi 2020 scadenza modello 730/2020 ordinario:

  • 730 inviato tramite Caf o commercialisti: scadenza 23 luglio, dal 2021 slitta al 30 settembre.

 

Dichiarazione dei redditi 2020 sostituti d'imposta scadenza modello 770:

  • scadenza per invio telematico il 31 ottobre 2020.

 

Dichiarazione dei redditi 2020 scadenza modello Redditi 2020 Pf:

  • scadenza il 1° luglio 2019: per chi invia il modello cartaceo;

  • scadenza modello Redditi 2020: la nuova scadenza per effetto del decreto Crescita è il 30 novembre.

 

Dichiarazione dei redditi 2020 scadenza modello Redditi 2019 SC, ENC e SP:

  • scadenza 30 novembre 2020 per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare.

  • ultimo giorno del 9° mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta (telematico).

 

Dichiarazione dei redditi 2020 documenti necessari:

Dichiarazione dei redditi 2020 quali documenti servono: Innanzitutto ai fini della dichiarazione dei redditi, serve la Certificazione Unica 2019 che forse è il documento più importante da conservare e da presentare al commercialista o al Caf.

 

La Certificazione Unica 2020 ex Cud, è il documento consegnato dal datore di lavoro o ente pensionistico al lavoratore dipendente, autonomo o pensionato, che attesta il reddito percepito nell'anno 2020, le ritenute fiscali e previdenziali operate dal dal datore di lavoro o ente pensionistico in qualità di sostituto d'imposta e perché contiene i dati sono fondamentali per la compilazione del modello 730 ordinario, modello Redditi o per la dichiarazione dei redditi Precompilata 2020.

 

Vi ricordiamo che la scadenza del nuovo modello Cu 2020 è il 31 marzo 2020.


Gli altri documenti dichiarazione dei redditi 2020 sono:

  • Dichiarazione dei redditi anno precedente quindi copia del modello 730 o Unico.

  • Codice fiscale e documento di identità del dichiarante e dei familiari a carico.

  • Documentazione relativa a proprietà, usufrutto o possesso di immobili ad esempio certificati catastali con rendita catastale o atti notarili.

  • Imu pagata nel precedente anno.

  • Per i contribuenti che hanno esercitato opzione cedolare secca affitto;

  • Documenti che certificano altri redditi percepiti ad esempio per lavoro autonomo occasionale, Voucher Inps, attività dilettantistica o dividendi da azioni.

  • Ricevute di versamento modello f24 per acconto Irpef.

  • Documenti credito di imposta per acquisto prima casa.

  • Fatture e scontrini parlanti per l'acquisto di farmaci.

  • Certificati medici per uso sportivo, patente, a scopi legali o assicurativi, per malattia o infortunio;

  • Ricevute fiscali e documentazione relativa ad interventi chirurgici o trapianti;

  • Analisi ed esami diagnostici;

  • Fatture rilasciate da neuropsichiatra -psicoterapia iscritto all'albo;

  • Ricevute prestazioni rese dal personale professionista per l'assistenza diretta della persona, fisioterapista, podologo, odontotecnico ecc;

  • Spese effettuate per ginnastica correttiva, riabilitativa, cure termali o fitoterapia. In questo caso occorre presentare anche la prescrizione medica;

  • Le spese ristrutturazioni, Ecobonus, bonus mobili ed elettrodomestici, Sisma bonus, bonus verde ecc.

  • Spese per il mutuo acquisto prima casa;

  • Contratti di locazione relativi all'abitazione principale;

  • Spese funebri;

  • Spese veterinarie;

  • Spese attività sportiva dei ragazzi;

  • Documenti Assicurazioni vita;

Per la lista completa dei documenti 2020 da conservare e da portare al commercialista o Caf, leggi: dichiarazione dei redditi 2020 documenti elenco completo.

 

Costo Dichiarazione dei redditi 2020:

Quanto costa fare la dichiarazione dei redditi 2020?

I costi dichiarazione dei redditi variano, e anche di molto, per situazioni più complesse, se vi sono tante voci da riportare come ad esempio se devono essere dichiarati più fabbricati o terreni, tante detrazioni, se è necessaria la compilazione di particolari quadri come RW, RM, RT, ecc.

 

Inoltre i prezzi dipendono anche dal commercialista scelto, se è in una o piccola città, se è un grande studio oppure se ci si rivolge ad un CAF.

 

Costo dichiarazione dei redditi 2020 Commercialista:

Tariffe per la compilazione del modello 730 e modello Redditi Pf:

  • Redditi fino a 15.000 euro: 75 euro;

  • Redditi tra 15.001 e 30.000 euro: 95 euro;

  • Redditi da 30.001 e 45.000 euro: 125 euro;

  • Redditi da 45.001 e 75.000 euro: 150 euro;

  • Redditi oltre 75.001: 180 euro.

 

Costo dichiarazione dei redditi 2020 Caf

Tariffe per la compilazione del modello 730 e modello Redditi Pf:

  • 730 ordinario: da 9 a 75 euro, a seconda del reddito;

  • 730 congiunto: 70 euro;

  • 730 precompilato: 17 euro;

  • 730 integrativo: 20 euro;

  • Unico - Modello Redditi: da 35 euro a 55 euro, a seconda del reddito;

  • Modello Redditi precompilato: 15 euro;

  • Redditi pf titolari di Partita Iva: da 40 euro.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA