Bonus elettrodomestici 2020

Bonus elettrodomestici 2020: forno lavastoviglie lavatrice frigorifero

Bonus elettrodomestici 2020 Ecobonus 110% 50% sconto cos'è come funziona acquisto lavatrice, frigorifero, forno A++, novità bonus bancomat di 300 euro

18 ottobre 2020 10:26
Bonus elettrodomestici 2020: forno lavastoviglie lavatrice frigorifero

Bonus elettrodomestici ultime novità:

 

*** Bonus bancomat 2020 ultime notizie: al fine di combattere l'evasione fiscale, il Governo, ha pensato col decreto Agosto di anticipare il cd. Fondo Cashless, ossia riconoscere un rimborso a chi paga con bancomat o carta.

 

Ciò significa che grazie al bonus bancomat 2020 per le spese effettuate a partire dal 1° dicembre si otterrà un rimborso di 300 euro su un massimo di spesa di 3.000 euro, in pratica si tratta di uno sconto del 10% sul totale delle spese, ad esclusione di quelle online. Previsto anche un premio super cashback da 3000 euro e l'avvio della lotteria scontrini dal 1° gennaio 2021.

 

Ecobonus 2020 al 110% ultime notizie:

Dopo la conversione in legge del Dl Rilancio ecco quali sono state le ultime novità introdotte al Super bonus 110%:

  • estensione Ecobonus 110 per cento: approvata la proposta di aumentare la detrazione Ecobonus e Sismabonus al 110% cd. “superbonus” , misura fortemente voluta dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, anche alle seconde case (villette mono e bifamiliari e condomini), al terzo settore e alle associazioni e società sportive dilettantistiche limitatamente agli spogliatoi. Restano escluse le abitazioni più lussuose, le ville e i castelli.

     

  • Il superbonus viene inoltre esteso fino al 30 giugno 2022 solo per gli interventi di efficienza energetica per le case di edilizia popolare. Si potrà beneficiare della detrazione solo per interventi effettuati su un massimo di due unità immobiliari, fermo restando il riconoscimento, senza limitazioni, delle stesse detrazioni per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell'edificio. 

  • Possibile proroga Ecobonus 110% fino al 2023: Il viceministro all’Economia, Antonio Misiani, dalle pagine del Messaggero ha confermato la possibilità che nnal prossima Legge di Bilancio 2021, possa rientrare anche la proroga al 2023 del superbonus al 110. Misiani ha dichiarato che qualora fosse possibile rendicontare nel Recovery Fund il superbonus, allora la misura potrà essere prolungata. Ultimissime novità: il superbonus 110% sarà strutturale, ad annunciarlo il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli, in un'intervista rilasciata alla Stampa.

 

Bonus elettrodomestici 2020, Ecobonus 110% e sconto:

Il Governo al fine di sostenere le famiglie e le imprese nell'emergenza Coronavirus ha emanato il decreto Rilancio 2020 contenente due importanti misure per riattivare il settore edilizio: il Superbonus al 110%  e lo sconto immediato in fattura.

 

1) La prima novità riguarda il significativo rafforzamento delle agevolazioni ecobonus e sismabonus che spetta però, solo in presenza di determinati interventi di ristrutturazione.

 

In particolare nel decreto Rilancio 2020, è previsto:

  • aumento delle percentuali delle detrazioni, Sismabonus e Ecobonus al 110%;

  • possibilità di  usufruire immediatamente dello sconto fiscale con lo sconto in fattura e lo sconto del credito.

Per sapere quali sono i lavori che danno diritto al superbonus, Ecobonus 2020 al 110 per cento vi rimandiamo al nostro articolo di approfondimento.

 

2) La seconda novità è il ritorno dello sconto immediato: un'altra novità introdotta dal decreto Rilancio all'articolo 121 riguarda l'estensione dello sconto immediato o cessione del credito ai privati che realizzano lavori incentivati con il "vecchio" bonus ristrutturazioni e al bonus facciate.


L’articolo 121 del Decreto Rilancio prevede, infatti che, in alternativa alla detrazione, il contribuente, per le spese sostenute tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021, possa scegliere anche:

  • sconto immediato sul corrispettivo dovuto fino ad un importo massimo pari al corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi il quale potrà poi recuperarlo sotto forma di credito di imposta cedibile successivamente ad altri soggetti, comprese banche e altri intermediari finanziari;

  • cessione del credito: trasformazione del corrispondente importo in credito di imposta, con facoltà di successiva cessione ad altri soggetti, comprese banche e altri intermediari finanziari.

Maggiori informazioni si avranno con la pubblicazione della guida dell'Agenzia delle Entrate.

 

Bonus elettrodomestici 2020:

Bonus elettrodomestici 2020 acquisto frigorifero, forno, lavatrice e mobili è un'agevolazione fiscale per chi effettua lavori di ristrutturazione edilizia con il c.d. bonus ristrutturazioni edili.

 

Il bonus elettromestici come il bonus mobili 2020 è stato riconfermato per un altro anno dalla Legge di Bilancio 2020.

 

Ricordiamo che il bonus elettrodomestici spetta ai soli contribuenti che acquistano nuovi arredi ed elettrodomestici a seguito di lavori di ristrutturazione edlizia iniziati a partire dal 1° gennaio 2019, per i quali spetta una detrazione Irpef pari al 50% sugli acquisiti di cucine, forni, frigoriferi, lavastoviglie, ecc. purché efficienti energicamente e di classe superiore alla A+ mentre per i forni basta la classe A e pompe di calore.

 

Bonus elettrodomestici 2020 proroga confermata nella legge di Bilancio 2020 per tutti i bonus casa 2020 compreso il bonus mobili ed elettrodomestici 2020 fino al 31 dicembre 2020.

 

Cos'è il Bonus elettrodomestici?

  • Il bonus elettrodomestici acquisto frigorifero, forno, lavatrice e mobili spetta a tutti i contribuenti che a seguito di interventi di ristrutturazione edilizia acquistino nuovi arredi fissi come armadi e cucina in muratura, bagni o mobili come materassi per letti, divani, oppure, elettrodomestici o pompe di calore a sostituzione dei vecchi e tradizionali scaldacqua. 

  • Tali agevolazioni consistono quindi in una detrazione pari al 50% per le spese sostenute per acquistare arredi e mobili, grandi elettrodomestici o del 65% per interventi volti al risparmio energetico ma sempre per quelle parti di casa oggetto di ristrutturazione edilizia entro un massimo di spesa pari a 10.000 euro che si aggiungono ai 96.000 euro spettanti per i lavori di ristrutturazione ordinario e straordinaria.  

Importante: Si ricorda che l’importo complessivo va poi ripartito in 10 rate annuali nella dichiarazione dei redditi, di uguale importo, a partire dall’anno in cui si sono sostenute le spese. 

 

A chi spetta il Bonus elettrodomestici? Requisiti:

Il bonus elettrodomestici sarà rinnovato per cui andiamo a vedere i requisiti che servono per fruire dell'agevolazione.

 

A chi spetta il bonus elettrodomestici? L'incentivo della detrazione Irpef 50% entro il tetto massimo di spesa detraibile di 10.000 euro, spetta a tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche residenti in Italia e all’estero, ovvero spetta a:

  • Proprietario dell’immobile;

  • Usufruttuario abitazione o superficie;

  • Nuda proprietà;

  • Affittuario;

  • Titolare di un contratto in comodato d’uso;

  • Socio di cooperative;

  • Imprenditore individuali, solo se l’immobile non è considerato bene strumentale;

  • Società semplice, in nome collettivo, in accomandata semplice o soggetto equiparato, imprese familiari se immobile non è per uso strumentale.

 

Il bonus spetta anche al coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado sempre se conviventi con il proprietario o con chi possiede dell’immobile oggetto della detrazione. In presenza di un contratto preliminare, il bonus spetta anche se i lavori vengono eseguiti a proprio carico o se è stato registrato il compromesso. Infine, spetta anche ai contribuenti che effettuano da soli i lavori sull’immobile, in tal caso le spese da portare a detrazione saranno limitate a quelle relative all’acquisto dei materiali utilizzati e ai mobili.

 

Bonus elettrodomestici documenti per fruire della detrazione al 50%:

Per usufruire del bonus elettrodomestici e detrarre così il 50% della spesa dalla dichiarazione dei redditi tramite modello 730 o Unico, il proprietario dell’immobile o l’affittuario ecc, deve dimostrare innanzitutto di aver effettuato la ristrutturazione, e ciò è possibile farlo mediante la documentazione relativa sia agli interventi realizzati nell’abitazione che alla copia dei bonifici effettuati per compiere tali opere.

 

Bonus elettrodomestici 2020 quali documenti presentare:

  • Dichiarazione di Inizio Lavori da inviare all’Agenzia delle Entrate.

  • Domanda di accatastamento se immobile non censito.

  • Pagamenti IMU.

  • Delibera Assemblea approvazione Lavori.

  • Dichiarazione di consenso del possessore dell’immobile all’esecuzione dei lavori.

  • Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà che attesti di aver eseguito lavori compresi nell’Ecobonus.

  • Comunicazione ASL con i dati committente lavoro, tipologia e dell’impresa che li esegue.

  • Comunicazione ENEA.

 

Bonus acquisto frigorifero, forno e lavatrice:

Bonus elettrodomestici 2020 acquisto frigorifero, forno, lavatrice e mobili spetta solo se l’acquisto degli elettrodomestici o dei mobili è strettamente correlato all’esecuzione di lavori di ristrutturazione nel corso del 2019, per esempio se dopo aver ristrutturato la cucina si cambia il vecchio frigorifero e se ne acquista uno nuovo di classe A+.

 

Detrazione 50% spese acquisto elettrodomestici e Mobili: La detrazione del 50% è sulle spese effettuate per l’acquisto di nuovi arredi a seguito di lavori di ristrutturazione edile.

 

bonus mobili 2020, pertanto, riguarda Mobili e Arredamento:

  • Mobili per cucina;

  • Materassi;

  • Mobili per arredo domestico;

  • Sedie, poltrone e divani.

 

Bonus acquisto elettrodomestici 2020:

  • Frigorifero: uguale o superiore alla classe energetica A+;

  • Lavatrice: uguale o superiore alla classe energetica A+;

  • Lavastoviglie: uguale o superiore alla classe energetica A+;

  • Forno: di classe energetica A.

 

Detrazione 65% sulle spese effettuate per interventi volti al risparmio energetico:

  • Pompe di Calore a sostituzione degli scaldacqua tradizionali, vedi bonus condizionatori.

  • Pannelli per la raccolta di energia solare per scaldare l’acqua;

  • Caldaie a condensazione;

  • Isolamento delle pareti o la coibentazione dei sottotetti atta ad impedire la dispersione termica;

  • Finestre e infissi che aumentano l’efficienza energetica della casa;

  • Impianti geotermici.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA