Effetto Biden

USA, Biden nuovo presidente. Cosa cambia per l’economia e per l’Italia

L’elezione di Biden comporterà cambiamenti importanti a livello economico, non solo dal punto di vista nazionale ma anche europeo: export, green e sanità

15 novembre 2020 13:59
USA, Biden nuovo presidente. Cosa cambia per l’economia e per l’Italia

Joe Biden è il 46esimo presidente degli Stati Uniti d’America: “il popolo americano ha parlato. Ci hanno votato 74 milioni di americani”, ha dichiarato il presidente eletto nel suo discorso della vittoria.

Dopo una lunga attesa per il conteggio dei voti postali, il più giovane senatore della storia americana è diventato il più anziano presidente degli States, battendo il rivale Donald Trump con un distacco di circa 4 milioni di voti, pari al 3% circa.

 

Festeggiano i mercati finanziari, con le piazze asiatiche e quelle europee in rialzo mentre si attende con ansia l’avvio di Wall Street per testare l’umore degli investitori.

 

L’elezione di Biden comporterà dei cambiamenti importanti a livello economico, non solo dal punto di vista nazionale ma anche europeo visto che stiamo parlando della più grande economia al mondo.

Cosa cambia per l’Italia a livello economico?  

 

USA: Biden e Harris giureranno il 20 gennaio 2021

Joe Biden sarà il nuovo inquilino della Casa Bianca, in un periodo in cui le sfide da affrontare sono davvero molte soprattutto a causa della pandemia da Coronavirus che sta flagellando non solo gli Stati Uniti d’America ma il mondo intero.

 

Ci vorranno ancora 75 giorni prima dell’insediamento del nuovo presidente alla Casa Bianca: il presidente eletto Joe Biden e il vicepresidente eletto, la senatrice della California Kamala Harris, presteranno giuramento ed entreranno in carica il 20 gennaio 2021, ma nel frattempo potrebbe accadere di tutto viste le minacce di Donald Trump di una battaglia legale di fronte alla Corte Suprema.

 

Intanto, i leader della terra si congratulano con Biden per la vittoria, sperando in proficue collaborazioni future, politiche ed economiche. Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, sottolinea che “il mondo ha bisogno di un forte rapporto fra Europa e Stati Uniti, di un rilancio delle relazioni transatlantiche in grado di affrontare le sfide che il nostro tempo ci presenta".

 

Dall’Italia arrivano le congratulazioni del presidente della Repubblica italiano, Sergio Mattarella: "Biden potrà consolidare legami con Italia e Ue" mentre il premier Giuseppe Conte si dichiara pronto a lavorare con il presidente eletto Biden “per rafforzare le relazioni transatlantiche", aggiungendo che “gli Stati Uniti possono contare sull'Italia come un solido alleato e un partner strategico". 

 

Vittoria Biden spingerà export, green e sanità  

La vittoria di Biden porterà importanti cambiamenti, dalla politica estera alla sanità, alla transizione green. Vediamo insieme quali potrebbero essere i possibili effetti sull’economia dell’ex vicepresidente di Barack Obama.

 

Prima di tutto si spera che la vittoria di Biden porti ad un allentamento delle politiche protezionistiche volute da Trump, una tregua nelle guerre commerciali soprattutto con l’Europa mentre potrebbe mantenere una linea dura con la Cina.

Si allontana dunque lo spettro di nuovi dazi sull’export agroalimentare italiano, in particolare su vino, olio e pasta per un valore complessivo stimato dalla Coldiretti in 3 miliardi di euro l’anno.

 

Gli Stati Uniti sono il primo mercato extraeuropeo per i prodotti agroalimentari tricolori per un valore che nel 2019 è risultato pari a 4,7 miliardi, con un ulteriore aumento del 3,8% nei primi otto mesi del 2020, nonostante la pandemia.

 

La vittoria del candidato democratico potrebbe ridare slancio anche ad altri settori atrofizzatisi nell’ultimo periodo, come il comparto green visto che Biden sembra intenzionato a puntare 2 mila miliardi di dollari sulla lotta al cambiamento climatico annunciando di voler far diventare gli USA un paese ad emissioni zero entro il 2050.

La svolta green darà linfa vitale non solo alle utility ma anche al comparto automobilistico: l’obiettivo è quello di rinnovare il parco auto del paese con veicoli elettrici pensando al contempo alle infrastrutture connesse al progetto.   

 

Il faro degli Stati Uniti nella transizione green guiderà il mondo intero, con ripercussioni economiche positive anche in Europa ed Italia. A beneficiarne saranno soprattutto le aziende che si occupano di fotovoltaico e di tutto ciò che riguarda l’ambiente compreso l’indotto, come ad esempio le imprese che producono batterie al litio.

 

Occhi puntati anche sul comparto della sanità, con Biden intenzionato ad allargare il progetto Obamacare, dando la possibilità ad ogni cittadino americano di poter scegliere tra un’assistenza pubblica oltre che privata.

C’è poi da affrontare il capitolo più importante di tutti al momento: il Coronavirus. “Il nostro lavoro comincia con il mettere il Covid sotto controllo”, ha detto il presidente eletto nel suo primo discorso alla nazione spiegando che se la crisi sanitaria continua “non ci potrà essere rinascita economica”.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA