Esenzione Canone Rai 2020: come dare disdetta e quando spetta

«Canone Rai 2020 esenzione modulo disdetta e scadenza entro la quale va inviata disdetta per essere esonerati dal pagamento dell'abbonamento tv in bolletta»

Canone Rai 2020 esenzione modulo e scadenza per l'esonero pagamento: I cittadini intestatari di un’utenza elettrica una televisione per non pagare il canone Rai 2020 devono inviare all’Agenzia delle entrate il modulo esenzione canone Rai 2019 entro il 31 gennaio 2020 per essere esentati dal pagamento per tutto il 2020 o dal 1° febbraio al 30 giugno 2020 al fine di ottenere l’esonero del pagamento del canone 2020 in bolletta per la seconda parte dell'anno.

 

Ai fini di disdetta canone Rai, occorre presentare all’Entrate la dichiarazione di non detenzione tv per posta, di persona o online, entro il 30 giugno perché solo in questo modo si potrà acquisire l’esenzione per il secondo semestre 2020.

 

Tuttavia, per evitare un eventuale errato addebito delle prime rate di abbonamento sulla bolletta e la successiva richiesta di rimborso, si consiglia di inviare la disdetta non telematica, in tempi brevi.

 

Vediamo quindi l’esenzione canone Rai 2020 cos'è e come funziona, la scadenza e quale modulo inviare per dare disdetta ed essere quindi esonerati dal pagamento della tassa.

 

Cos'è l'Esenzione Canone Rai 2020?

Che cos'è l'esenzione canone Rai 2020?

  • L'esonero Canone Rai 2020 è la possibilità per i cittadini di comunicare la disdetta del canone per l'intero 2020 o solo per il secondo semestre 2020, a seconda dell'invio del modulo esenzione.

  • Il cittadino che ha un’utenza elettrica intestata ma non possiede una televisione in casa, infatti, deve provvedere da solo ad inviare a disdetta al fine di essere esonerato dal pagamento dell’abbonamento televisivo sulla bolletta.

  • Ciò è dovuto al fatto che la Legge di Stabilità 2016 ha previsto la cd. presunzione di possesso della tv in presenza di utenza elettrica nella casa di residenza, con “automatico” addebito del canone Rai sulla bolletta, diviso in 10 rate a partire da gennaio.

  • Per evitare quindi il pagamento del canone nella bolletta luce, pertanto, i cittadini devono inviare una dichiarazione sostitutiva attestante la non detenzione di televisori da parte del dichiarante né di altro componente della famiglia anagrafica in nessuna delle abitazioni in cui il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica.

Vi ricordiamo che per effetto della nuova legge di bilancio, l'importo del canone Rai è pari a 90 euro mentre la nuova esenzione Canone Rai legge 104, non è stata approvata in via definitiva.

 

Canone Rai 2020 esenzione come funziona:

Canone Rai 2020 esenzione come funziona? L'esonero canone RAI funziona così:

- Il cittadino che ha un’utenza elettrica intestata ma non possiede un televisore in casa, deve inviare la richiesta di esenzione utilizzando l’apposito modello dell’Agenzia delle Entrate.

Tale modello, può essere presentato direttamente online dal contribuente, tramite intermediario o via posta.

 

- Poiché, la prima rata per il 2020 scatta già dal mese di gennaio 2020, l’Agenzia delle entrate consiglia di presentare la dichiarazione sostitutiva il prima possibile, in modo da evitare che venga predisposto l’addebito relativo a gennaio sulla bolletta elettrica e che si renda necessaria, in seguito, la richiesta di rimborso dell’importo non dovuto ma pagato.

 

Pertanto, sebbene la scadenza per inviare la dichiarazione di non detenzione finalizzata all’esenzione per l’intero anno 2020 sia fissata entro il 31 gennaio, si consiglia di anticipare l’invio entro la fine di dicembre se ci si avvale della procedura online, mentre entro il 20 dicembre, se la presentazione avviene tramite posta.

 

- Si ricorda inoltre che qualora la dichiarazione non sia veritiera, comporterà delle sanzioni anche penali.

 

- La validità dell’esenzione canone RAI dura 12 mesi, per cui se persistono i necessari requisiti, la dichiarazione deve essere presentata ogni dodici mesi.

 

- La richiesta di esenzione canone RAI inviata dopo il 31 gennaio, ossia, dal 1° febbraio al 30 giugno 2020, esenta il contribuente dal pagamento dell’abbonamento tv del secondo semestre, per i mesi da luglio a dicembre 2020.

A tal proposito, leggi Dichiarazione sostitutiva non possesso tv canone RAI secondo semestre.

 

Esenzione Canone Rai 2020 modulo e istruzioni:

Esenzione Canone Rai 2020, quale modulo si deve compilare e inviare?

I contribuenti per dare disdetta del canone Rai per l'intero anno 2020 o per la seconda metà dell'anno, come già detto, devono inviare all’Agenzia delle Entrate, una dichiarazione di non possesso tv.

 

Il modulo esenzione è scaricabile sia dal sito dell'Agenzia delle entrate che da quello della RAI ed è il seguente: modulo esonero canone Rai.

 

Il modulo per essere valido, deve essere debitamente compilato e poi spedito per posta o inviato per via telematica all'Agenzia entro il 31 gennaio 2020 se si intende usufruire della disdetta del canone per l'intero anno 2020.

Il modulo inviato successivamente al 31 gennaio, ossia, dal 1° febbraio al 30 giugno 2020 dà diritto all'esonero solo per il secondo semestre.

 

Pertanto se il contribuente ha una una bolletta luce intestata ma non possiede un televisore nella casa di residenza o in altra casa di cui è intestario della fornitura elettrica, deve inviare la dichiarazione di non possesso tv per disdire il canone RAI 2020 per tutto l'anno.

 

Canone RAI per non possesso tv 2020: come e dove va inviata la disdetta?

Il modulo di esenzione canone RAI per non possesso tv 2020 come già detto deve essere inviato entro il 31 gennaio 2020 per essere esonerati dal pagamento per tutto l'anno, oppure, dal 1° febbraio al 30 giugno, per essere esentati a partire dal secondo semestre, cioè da luglio a dicembre 2020. 

 

Modulo esenzione canone Rai 2020 come va inviato? Le modalità con cui compilare e presentare la dichiarazione di non possesso tv, sono state illustrate dall'Agenzia delle entrate nelle istruzioni compilazione esenzione canone RAI.

 

In base a tali istruzioni, il modulo esenzione canone RAI 2020 deve essere presentato così:

  • 1) Il modulo può essere compilato ed inviato online direttamente dal contribunte qualora possieda le credenziali di accesso ai servizi telematici Agenzia delle Entrate Entratel o Fisconline. Per maggiori infomazioni vedi come funziona la cd. disdetta online canone Rai.

  • 2) Il modulo esenzione può essere presentato sempre per via telematica rivolgendosi agli intermediari autorizzati Caf, commercialisti, etc.

  • 3) Il modulo esenzione canone Rai 2020 può essere anche spedito per posta tramite una raccomandata contenente il modello di dichiarazione di non possesso tv e un documento di identità al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV - Casella Postale 22 - 10121 Torino.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA