Fattura elettronica carburanti 2019: cos'è come funziona l'obbligo

«Fattura elettronica carburanti 2019: cos'è, come funziona, come ricevere la fattura elettronica carburante dell'Agenzia delle Entrate dal 1° gennaio»

Fattura elettronica carburanti 2019 cos'è e come funziona? La fattura elettronica carburante è il nuovo obbligo di fatturazione per la cessione del carburante che scatta dal 1° gennaio 2019.

In realtà l'obbligo della fatturazione elettronca per le cessioni d benzina e carburanti sarebbe dovuto partire dal 1° luglio 2018 ma grazie al decreto Dignità proposto da Luigi Di Maio, il termine è stato rinviato all'anno prossimo insieme a quello della fattura elettronica tra privati.

Dal prossimo 1° genanio, pertanto, la e-fattura sarà obbligatoria fatta eccezione per le piccole partite IVA del regime forfettario e dei minimi.

Andiamo quindi a vedere in questo articolo tutto quello che è bene sapere per non rischiare alcuna sanzione partendo da cos'è la fatturazione elettronica e come funziona, come fare a riceverla, la scadenza ecc.

Ecco quindi la fatturazione elettronica carburante 2019

 

Fattura elettronica carburanti 2019: da quando obbligo?

L'oobligo fatturazione elettronica carburanti è a partire dal 1° gennaio 2019.

Il termine, infatti, è stato prorogato dal 1° luglio al 1° gennaio, grazie al decreto Dignità, il primo decreto a firma del nuovo ministro del lavoro Di Maio.

Fattura elettronica carturanti da quando obbligo? L'obbligo di provvedere alla emessione, gestione e conservazione della Fatturazione elettronica 2019 sia per le cessioni di carburante che tra i privati titolari di partita IVA per le operazioni b2b, come detto, dal 1° gennaio 2019.

Infatti la fattura elettronica carburanti anticipa un discorso molto più ampio che è stato rimandato al 2019.

Scopriamo quindi cos'è e come funziona la fatturazione elettronica carburanti da gennaio 2019.

 

Fattura elettronica carburanti cos'è?

Fattura elettronica carburanti cos'è? La fattura elettronica carburanti 2019 è l'obbligo che scatta a partire dal prossimo 1° gennaio e che riguarda sia le cessioni di carburanti che per i privati titolari di partita IVA.

In pratica la e-fattura è nuovo metodo di fatturazione riguarda quindir:

- fattura elettronica per le cessioni di carburante;

- prestazioni fatte da subappaltatori e subcontraenti in quelli che gli appalti di lavori, servizi e anche le forniture per la Pubblica Amministrazione.

- fattura elettronica tax free shopping partita già a settembre 2018;

- e-fattura tra privati B2b.

In vista dell'entrata in vigore dell'obbligo, l'Agenzia delle Entrate ha provveduto a pubblicare nella circolare 8/E del 30 aprile 2018, alcuni importanti chiarimenti, in primis chi è escluso dall'obbligo della fattura elettronica carburanti.

Secondo quest'ultima, sono esclusi dall'obbligo e-fattura:

  • motori di gruppi elettrogeni;
  • carburanti per attrezzi vari;
  • impianti per il riscaldamento.

E' possibile una nuova proroga alla fattura elettronica carburanti? Attualmente parlare di un'altra proroga alla e-fattura sembra impossibile, il governo Conte, infatti è già impegnato a trovare le risorse necessarie per la nuova legge Finanziaria 2019, e pensare ad un rinvio dopo il 1° gennaio, non è fattibile perché si dovrebbero impegnare risorse che invece servono per il reddito di cittadinanza, flat tax, pace fiscale, legge Fornero e Quota 100.

Andiamo a vedere ora come funziona la fatturazione elettronica carburanti 2019.

 

 

Fattura elettronica carburanti 2019 come funziona?

Fattura elettronica carburanti 2019 come funziona? La fattura elettronica funziona così:

  • la e-fattura carburanti è un nuovo sistema di fatturazione elettronico previsto dalla legge di Bilancio 2018.
  • Le cessioni coinvolte dall'obbligo della fattura elettronica carburante sono quelle che hanno come oggetto le cessioni di benzina e gasolio effettuate nei confronti di soggetti passivi IVA (imprese e professionisti).
  • L'obbligo e-fattura, invece, non è previsto se la cessione è nei confronti dei privati cittadini.
  • La fattura elettronica carburante deve essere emesse anche per fruire della detraibilità dell’IVA e della deducibilità della spesa relativa all’acquisto del carburante, per cui il pagamento del rifornimento, per legge, deve essere effettuato con mezzi tracibili. La scheda carburante sarà in vigore fino al 31 dicembre 2018, poi sarà abolita a far data dal 1° gennaio 2019.
  • Imprese e professionisti quindi al momento dell'acquisto devono specificare che l'acquisto viene eseguito per la loro attività.
  • Quando il singolo privato va ad acquistare il carburante, invece, non deve emettere o richiedere la fatturazione elettronica, sarà cura del gestore trasmettere l'operazione all'Agenzia delle entrate, al fine di tenerne traccia.

 

Come ricevere la fattura elettronica carburanti

Come ricevere la fattura elettronica carburante? Si tratta dell'emissione di una fattura in formato elettronico.

Questa prevede tutti i dati dei soggetti interessati, in particolare:

  • dati dei soggetti interessati;
  • ora e data dell'emissione;
  • importo e aliquota;
  • firma elettronica.

L'emissione della fattura elettronica deve sempre avvenire entro la fine della giornata lavorativa.

Scadenze e proroga: la fattura elettronica carburante partirà dal prossimo 1° gennaio 2019.

Quest'obbligo è per:

  • rivenditori di carburante;
  • chi acquista carburante a nome della propria azienda;
  • chi acquista carburante come professionista.

L'utilizzo della fatturazione elettronica è quindi escluso per gli acquisti tra consumatori privati.

Per informazioni invece su come conservare la fattura elettronica, ti rimandiamo al nostro nuovo articolo.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?