Legge di Bilancio 2020: cos'è, quando si fa, cosa prevede testo novità

«Cos'è la Legge di Bilancio 2020 approvazione, quando entra in vigore la Manovra finanziaria flat tax, reddito di cittadinanza, aumento IVA, riforma pensioni»

La Legge di Bilancio è il momento economico forse più importante per il bilancio di un Paese, in quanto è da tale Manovra che dipendono i conti pubblici per l'anno che verrà e gli obiettivi finanziari da perseguire nei successivi 3 anni.

 

Ed è per questi motivi che l'approvazione della legge di Stabilità suscita sempre così tanto interesse anche nell'UE e nelle agenzie di rating, in quanto è fondamentale per capire la direzione economica e riformista che l'Italia, o un altro Stato, intende perseguire nell'immediato futuro.

 

Intorno alla nuova Legge di Bilancio 2020 c'è molto più fermento rispetto allo scorso anno, perché con la crisi di governo aperta dalla Lega e le consegueni dimissioni di Giuseppe Conte, la nuova Manovra acquista ancora più importanza visto che c'è da bloccare l'aumento dell'IVA e che non c'è, al momento, un governo.

 

In attesa ora di sapere chi scriverà il testo della nuova Legge di Bilancio 2020 andiamo a vedere cosa ci sarebbe dovuto essere nel disegno di legge di bilancio scritto dal governo gialloverde prima della crisi, e cioé la famigerata flat tax o la riduzione delle aliquote Irpef a 3 percentuali, il reddito di cittadinanza, la pace fiscale imprese e la riforma pensioni 2020.

 

Andiamo quindi a vedere l'iter della Legge di Bilancio 2020 cos'è, quando viene approvata e quando entra in vigore il testo definitivo con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

 

Legge di Bilancio cos'è?

Che cos'è la Legge di Bilancio? La legge di Bilancio, insieme al Def documento economico e finanze, è il più importante strumento economico attraverso il quale l'Italia, o un altro paese, definisce gli obiettivi della Manovra di finanza pubblica per i successivi 3 anni.

 

In pratica lo Stato italiano attraverso la Legge di Bilancio attua gli obiettivi fissati all'interno del Def, Documento economico e delle finanze con la Decisione di finanza pubblica. 

 

Approvato il Def 2020 si passa alla Manovra che segue tempi e modalità prestabiliti dalla legge ovvero deve essere presentata tramite un apposito disegno di legge in Parlamento entro un termine bene preciso: entro il 15 ottobre di ogni anno, ossia entro un mese dalla presentazione del Def.

 

Va inoltre ricordato che da rispetto alle precedenti Manovre, il testo Legge di Bilancio risulta col passare degli anni sempre più snello, in quanto da esso sono state eliminate tutte quelle norme ordinamentali ed organizzative di sostegno economico o di sviluppo che ora trovano spazio nel famoso decreto fiscale 2020 collegato alla Legge di Bilancio.

 

Legge di Bilancio e legge di Stabilità: c'è differenza?

Tra la legge di Bilancio e la Legge di Stabilità c'è qualche differenza? Per spiegare le eventuali differenze tra la legge di Bilancio e la legge di Stabilità dobbiamo fare un piccolo passo indietro nella storia.

 

- La legge di Stabilità è entrata in vigore nel 2009 in sostituzione della Legge finanziaria in seguito all'approvazione del federalismo fiscale in Italia, legge 42/2009. La nuova Manovra economica è stata fino al 2016, un documento costituito da un insieme di norme in materia di spese, entrate, livello di indebitamento dello Stato e di coordinamento della finanza pubblica con l'attività economica di regioni, province e comuni. 


- La Legge di Bilancio invece è un documento contabile di tipo preventivo attraverso il quale il Governo comunica al Parlamento quali sono le entrate e le spese pubbliche previste per l’anno seguente, non può includere nuove spese o tasse ma deve specificare in modo dettagliato le coperture finanziarie.

 

- La nuova Legge di Bilancio è invece entrata in vigore nel 2016 quando cioè, si è deciso di unire la Legge di Bilancio con la Legge di Stabilità in unico testo legislativo, la cui approvazione non segue più due iter parlamentari diversi ma un unico iter.

 

Spiegato la Legge di Bilancio 2020 cos'è e che differenza c'è con la Legge di Stabilità, andiamo a vedere quando si fa, quando viene approvata e quando entra in vigore.

 

Legge di Bilancio 2020 quando si fa e quando viene approvata?

Vediamo ora la Legge di Bilancio 2020 quando si fa e quando viene approvata:

 

Legge di Bilancio 2020 quando si fa? 

La legge di Bilancio 2020 si fa entro il 15 ottobre 2019 e ciò significa che va presentata in Parlamento entro circa un mese dalla presentazione del DEF. 

 

Legge di Bilancio 2020 approvazione: Ecco l'iter di approvazione della Legge di Bilancio 2020:

 

Entro il 27 settembre si presenta il DEF: la legge di Bilancio 2020 inizia il suo lungo percorso verso l'approvazione definitiva del testo con la presentazione in Parlamento del Def, Documento di economica e della finanza.

 

Entro il 15 ottobre deve essere approvata della Nota propedeutica alla legge di bilancio 2020: dopo che il governo ha presentato il Def in Parlamento deve poi essere presentata ed approvata la cd. Nota propedeutica da parte del Parlamento.

 

La durata dell'intero iter solitamente è di circa 15 giorni ma visto che la Legge di bilancio di quest'anno non è uguale a tutte le altre perché è la prima del governo del cambiamento si deve ancora se la lettera conterrà importanti scostamenti dagli obiettivi di bilancio e se questi verranno autorizzata dal Parlamento ai sensi dell'articolo 81 della nostra Costituzione. In pratica con la Nota, il governo può chiedere l’autorizzazione ad aumentare il deficit per avere maggiori risorse da investire.

 

Il 15 ottobre l'Italia deve inviare il testo della legge di Bilancio 2020 all'UE: il 15 ottobre 2019 è una data molto importante perché è da qua che inizia la nuova fase dell'iter di bilancio che consiste nell'invio del Documento programmatico di bilancio per il 2020 alla Commissione Europea e all'Eurogruppo.

 

Nel testo inviato l'Ue, l'Italia deve descrivere quali sono gli obiettivi da perseguire il successivo anno, quali le misure che intende adottare e non ultimo, quantificare le risorse da impegnare per dare vita agli interventi approvati in Parlamento.

 

L'Ue ha tempo poi fino al 30 novembre 2019 per dare un primo parere e fino alla primavera 2020 per esprimere quello definitivo.

 

Entro il 20 ottobre va presentato il disegno di legge di Bilancio 2020: entro tale data il governo è tenuto a presentare ufficialmente il testo della legge di bilancio 2020 in Parlamento.

 

Nel testo della Manovra triennale (2020-2022) di finanza pubblica, vengono quindi inserite tutti gli interventi, e la loro quantificazione economica, che servono allo Stato per perseguire gli obiettivi indicati nella nota di aggiornamento del Def. 

 

Entro il 31 dicembre il testo della Legge di Bilancio 2020 deve essere approvato dal Parlamento: entro la suddetta data, 31 dicembre 2019, il governo deve ottenere l'approvazione definitiva della nuova Manovra.

 

Entro il 31 dicembre 2019 il testo legge di Bilancio 2020 deve essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

 

Legge di Bilancio 2020 quando entra in vigore?

Legge di Bilancio 2020 quando entra in vigore?

La Legge di Bilancio 2020 entra in vigore dal 1° gennaio 2020,

 

Come un normale disegno di legge, il testo della legge di Bilancio deve essere approvato in via definitiva dalle Camere entro e non oltre il 31 dicembre 2019.

 

Successivamente nel corso dell’iter parlamentare, non sono da escludersi modifiche al testo sulla base delle richieste provenienti dai partiti o in ottemperanza alle indicazioni che verranno dall'UE.

 

Legge di Stabilità 2020 cosa prevede il testo? Ultime novità:

Legge di Stabilità 2020 cosa prevede il testo:

Il testo della Manovra, al momento, è bel lontano dall'essere scritto visto che con la crisi di governo aperta dalla Lega, non si sa ora chi la scriverà se un governo di maggioranza M5S e PD o la Lega se ci sarano nuove elezioni e se le vinceerà.

 

Andiamo a vedere quindi Legge di Bilancio 2020 cosa prevede il testo, prima della crisi di governo:

  • Blocco aumento dell’IVA e di conseguenza delle clausole di salvaguardia, questo è un punto sul quale più volte il governo gialloverde ha dato la sua parola al no all'aumento.

  • riforma scaglioni IRPEF 2020: probabile una riduzione delle tasse attraverso la rimodulazione degli scaglioni Irpef 2020 che potrebbero passare da 5 a 3:

    • 1° scaglione fino a 28mila euro: aliquota Irpef fra il 15 e il 25%;

    • 2° scaglione redditi fra 28 e 75mila euro: aliquota Irpef fra il 26 e il 35%;

    • 3° scaglione redditi dai 75mila euro in poi: aliquota Irpef al 43%. 

  • avvio della cd. mini flat tax famiglie con redditi fino a 29.000 euro o altra soglia;

  • flat tax partite IVA per chi ha ricavi fino a 100.000 euro.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA