Pin semplificato INPS: come richiederlo, Bonus 600 euro domanda

Pin Semplificato INPS cos'è, come funziona come richiederlo per presentare domanda bonus 600 euro partite IVA e autonomi INPS, intermittenti stagionali

7 giugno 2020 11:49
Pin semplificato INPS: come richiederlo, Bonus 600 euro domanda

Pin semplificato INPS come richiederlo, cos'è e come funziona, domanda bonus 600 euro e pagamento

 

L’INPS con il messaggio n. 1381 del 26 marzo 2020 ha comunicato l'introduzione di una nuova procedura semplificata per richiedere ed ottenere il PIN INPS per presentare le domande dei nuovi bonus introdotti dal Dl Cura Italia ed ora dal Decreto Rilancio.

 

Con tale nuova procedura più pratica e veloce, tutti i cittadini che non dispongono del PIN dispositivo INPS, Spid, CIE, CNS, potranno comunque richiedere il PIN semplificato e presentare la domanda di bonus 600 partite IVA e autonomi, co.co.co., stagionali del turismo e agricoltura e lavoratori dello spettacolo, intermittenti.

 

Andiamo quindi a vedere il PIN semplificato cos'è e come funziona e come richiederlo per presentare la domanda bonus 600 euro partite IVA INPS introdotto dal Decreto Cura Italia quali sostegni economici durante l'emergenza Coronavirus.

 

Vi ricordiamo che che il bonus 600 euro è stato previsto per i professionisti iscritti agli Ordini, in questo caso la domanda va presentata alla Cassa di previdenza di riferimento.

 

Domanda bonus 600 euro partite IVA e autonomi:

  • Domanda bonus 600 euro lavoratori autonomi di marzo entro il 3 giugno per coloro i quali avevano diritto all'indennità Covid per il mese di marzo, e non hanno ancora fatto domanda, potranno farlo online tramite il sito Inps anche con Pin semplificato.

  • Domanda bonus 600 euro autonomi aprile è erogata dall'Inps senza bisogno di fare una nuova domanda, se la si è già avuta a marzo.

 

Nuova domanda per le categorie incluse dal decreto Rilancio.

  • lavoratori autonomi titolari di assegno ordinario di invalidità;

  • lavoratori iscritti al Fondo pensioni Lavoratori dello spettacolo con almeno sette contributi giornalieri versati nel 2019, da cui deriva un reddito non superiore ai 35.000 euro - devono presentare domanda all'Inps entro il 3 giugno. I lavoratori non devono essere titolari di trattamento pensionistico diretto e non devono essere alla medesima data titolari di un rapporto di lavoro dipendente. Il bonus autonomi non costituisce reddito e non dà diritto a contribuzione figurativa.

 

Domanda bonus 600 euro partite IVA: l'Inps con il Messaggio 20 marzo 2020 ha provveduto a fornire le istruzioni sul bonus 600 euro partite IVA e autonomi introdotto dal Governo per effetto del famoso decreto Cura Italia e ampliato ora ad altre categorie di lavoratori grazie al decreto Rilancio 2020, quale sostegno economico in questo periodo di emergenza Coronavirus.

 

Tale bonus 600 euro spetta a:

  • Professionisti a Partita IVA iscritti alla gestione separata INPS;

  • Lavoratori co.co.co.;

  • Lavoratori autonomi;

  • Lavoratori stagionali del turismo;

  • Lavoratori agricoli;

  • Lavoratori dello spettacolo. 

In base alle istruzioni INPS, i lavoratori, potenziali destinatari delle suddette indennità, al fine di ricevere la prestazione di interesse, dovranno presentare in via telematica all’INPS la domanda utilizzando i consueti canali telematici messi a disposizione per i cittadini e per i patronati nel sito internet dell’Inps, www.inps.it.  

 

Bonus 600 euro come presentare la domanda e orari:

Alla luce dei problemi avuti dall'INPS con il sito in tilt per continui attacchi hacker e mole di domande, dopo la sospensione temporanea il sito INPS è stato riaperto ma ora le domande vanno presentate entro determinati orari.

 

La domanda può essere presentata tramite i seguenti canali:

  • WEB - www.inps.it - sezione "Servizi online" > "Servizi per il cittadino" > autenticazione con il PIN dispositivo (oppure SPID, CIE, CSN, PIN semplificato).

  • CONTACT CENTER INTEGRATO - numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (da rete mobile con tariffazione a carico dell'utenza chiamante); 

  • domanda bonus 600 euro tramite gli Enti di Patronato.

L'Inps ha precisato che la domanda Bonus 600 euro non può essere presentata da commercialisti abilitati e consulenti del lavoro. 

Il motivo è che il bonus essendo una misura di tipo assistenziale, la domanda non può essere presentata da commercialisti o Consulenti del lavoro. Gli unici abilitati a farlo sarebbero, dunque, i patronati.

 

nuovi orari sito INPS per inviare la domanda online bonus 600 euro:

  • dalle 8.00 alle 16.000 per patronati e consulenti;

  • dalle 16.00 per i cittadini.

 

Bonus 600 euro INPS come fare domanda online:

Per accedere al sito INPS e compilare la domanda bonus 600 euro partite IVA e autonomi, il cittadino deve accedere con una delle seguenti credenziali:

  • PIN dispositivo rilasciato dall’Inps (per alcune attività semplici di consultazione o gestione è sufficiente un PIN ordinario);

     

  • SPID di livello 2 o superiore;

  • oppure, con il nuovo PIN semplificato INPS, la cui procedura di richiesta è stata illustrata dall'INPS nel messaggio 1381 del 26 marzo 2020 e che spiegheremo in dettaglio nei prossimi paragrafi.

 

Pin semplificato INPS, domanda bonus 600 euro:

PIN semplificato INPS domanda bonus 600 euro partite IVA: 

Tutti i potenziali destinatari dell'indennità di 600 euro:

  • indennità professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;

  • indennità lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’AGO;

  • indennità lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali;

  • indennità lavoratori del settore agricolo;

  • indennità lavoratori dello spettacolo;

al fine di ricevere la prestazione di interesse, potranno presentare all'INPS la domanda per via telematica anche con il PIN semplificato INPS.

 

Modalità di pagamento bonus 600 euro:

1) Il servizio ti offre la possibilità di scegliere come Modalità di Pagamento dell’Indennità di 600 euro tra Bonifico domiciliato e Accredito su conto corrente bancario.
Se intendi richiedere l’Accredito su conto corrente, procurati il codice IBAN del tuo conto, prima di accedere al servizio per compilare la tua domanda, in modo da concludere piùrapidamente possibile l’inserimento dati e l’invio della domanda e consentire ad altri utenti di utilizzare il servizio.

 

2) A conclusione della compilazione della domanda, ricordati di aprire, salvare sul tuo PC, tablet o smartphone o stampare la ricevuta con l’Identificativo delle tua domanda e la data dipresentazione.

 

Pin Semplificato INPS come richiederlo, cos'è e come funziona:

PIN semplificato INPS cos'è e come funziona: Il PIN INPS semplificato è un codice sicuro e personale che serve per accedere al sito INPS e compilare e poi trasmettere la domanda bonus 600 euro partite IVA o il bonus baby sitter.

 

PIN semplificato INPS come richiederlo: La richiesta del PIN può essere effettuata attraverso i seguenti canali:

 

1) ONLINE:

  • accedere al sito ufficiale INPS https://serviziweb2.inps.it/RichiestaPin/jsp/menu.jsp

  • pulsante RICHIEDI PIN;

  • inserire il proprio CODICE FISCALE;

  • compilare il modulo con tutti i dati richiesti. N.B. è importante indicare una e-mail o un numero di cellulare validi in quanto qui arriva il PIN di 8 caratteri.

  • AVANTI e seguire le istruzioni.

Una volta conclusa la procedura si riceve via e-mail o SMS un codice composto di 8 cifre e lettere. Questo codice può già essere usato in combinazione con il proprio codice fiscale per accedere alla domanda di bonus.

 

2) Contact Center:

  • chiamare il numero 06 164164 (a pagamento a seconda della propria tariffa telefonica da rete mobile).

Anche in questo l’operatore richiederà gli stessi dati (codice fiscale, dati anagrafici, email e numero di telefono) per completare la procedura e inviarci il codice alfanumerico di 8 cifre da usare come PIN.

 

Una volta ricevute (via SMS o e-mail) le prime 8 cifre del PIN, il cittadino le può immediatamente utilizzare in fase di autenticazione per la compilazione e l'invio della domanda on line del bonus baby sitter.

 

Qualora il cittadino non riceva, entro 12 ore dalla richiesta, la prima parte del PIN, è invitato a chiamare il Contact Center per la validazione della richiesta.

 

 

Domanda bonus baby sitter da 600 euro:

Anche il bonus baby sitter fa parte delle misure del decreto Cura Italia e prorogate dal decreto Rilancio.

 

La domanda voucher baby sitter conme specificato dalla circolare INPS 44 del 24 marzo 2020 deve essere presentata tramite PIN.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA