Quota 100 Gazzetta Ufficiale: decreto pensioni 2019 cosa prevede testo

«Quota 100 Gazzetta Ufficiale cosa prevede il testo del decreto pensioni 2019 per l'accesso alla pensione anticipata a 62 anni di età e 38 di contributi»

Quota 100 Gazzetta Ufficiale: pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto Disposizioni in materia di accesso al trattamento di pensione con almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi versato, contenente le misure previste dalla legge di Bilancio 2019 con la Riforma delle pensioni.

 

Andiamo quindi a vedere nello specifico cosa prevede il testo del decreto 4/2019 pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 28 gennaio 2019 ed ora in attesa di conversione in legge che porterà il governo gialloverde ad attuare le nuove regole per il pensionamento anticipato con Quota 100 e le altre misure, ivi compresi il reddito di cittadinanza e la pensione di cittadinanza, anch’essi facenti parte del decreto.

 

Si ricorda che il testo del cd. decretone è stato convertito in legge, l'approvazione definitiva è avvenuta con la fiducia al Senato il 27 marzo 2019. Nel testo del decretone anche molte novità su Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza.

 

Quota 100 Gazzetta Ufficiale: cosa prevede il testo del decreto?

Quota 100 Gazzetta Ufficiale cosa prevede il testo del decreto pensioni 2019: in base a quanto previsto nel testo decreto Quota 100 Gazzetta Ufficiale, ecco cosa prevede:

  • Per il triennio 2019 - 2021, è prevista per gli iscritti all’AGO, assicurazione generale obbligatoria e alle forme esclusive e sostitutive della medesima, gestite dall'INPS ivi compresa la gestione separata, la possibilità di poter optare per la pensione anticipata al raggiungimento di 62 anni  di età e 38 anni di contributi versati.

  • In caso di raggiungimento dei requisiti Quota 100 entro il 31 dicembre 2021, l’opzione può essere esercitata anche successivamente nel 2022.

  • Il requisito dei 62 anni d età non è adeguato agli incrementi alla speranza di vita.

  • A fini di conseguimento dei requisiti pensione Quota 100, i lavoratori iscritti in due o + gestioni previdenziali, non titolari di pensione, possono richiedere il cumulo dei contributi purché non coincidenti nelle stesse gestioni.

  • La pensione quota 100 non è cumulabile con il lavoro dipendente o autonomo, a partire dalla data di decorrenza della pensione fino al raggiungimento dei requisiti per la pensione di vecchiaia, fatta eccezione dei redditi da lavoro autonomo occasionale, nel limite di 5.000 euro lordi annui. 

 

Quota 100 Gazzetta Ufficiale: quando fare domanda

In base a quanto previsto nel testo decreto Quota 100 Gazzetta Ufficiale, ecco quando i lavoratori privati e pubblici possono presentare domanda di pensionamento anticipato rispetto ai requisiti per la pensione di vecchiaia:

 

Lavoratori privati che maturano i requisiti 62 anni di età e 38 anni di contributi:

entro il 31 dicembre 2018, possono fare domanda di pensionamento anticipato dal 1° aprile 2019.

dal 1° gennaio 2019, possono andare in pensione dal 1° luglio con trattamento pensionistico nei successivi 3 mesi.

 

Lavoratori dipendenti pubblici e statali che maturato i requisiti Quota 100:

entro il 31 dicembre 2018, possono presentare la domanda dalla finestra 1° agosto 2019.

dal 1° gennaio 2019, devono attendere la finestra di ottobre, con preavviso di 6 mesi.

 

Lavoratori del comparto scuole a Afam che maturato i requisiti Quota 100 entro:

La domanda Quota 100 può essere presentata entro il 28 febbraio 2019 con possibilità di uscita a partire dall’inizio dell’anno scolastico o accademico 2019/20.

Ecco le istruzioni Quota 100 domanda.

 

Decreto Quota 100 in Gazzetta Uffciale pensione anticipata

Pensione anticipata INPS 2019:  i lavoratori nel 2019 possono accedere alla pensione anticipata INPS a prescindere dall'età, al raggiungimento del seguente requisito contributivo:

  • uomini a 42 anni e 10 mesi;

  • donne a 41 anni e 10 mesi.

 

Pensione anticipata Opzione donna 2019: prorogata per un altro anno la cd. Opzione donne 2019 che consente alle donne di andare in pensione anticipata con almeno 35 anni di contributi al 31 dicembre 2018.

 

Quota 41 lavoratori precoci con 41 anni di contributi.

 

Riscatto laurea 2019: previsto dal decreto pensioni 2019 anche il riscatto agevolato degli anni di lauera per gli over 45 per maggiori informazioni leggi: riscatto laurea over 45 anni e riscatto laurea Inps.

 

Riscatto di periodi non coperti da contribuzione: prevista inoltre la possibilità di riscattare i periodi non coperti da contributi con una detrazione de costi del 50% in 5 quote annuali e rateizzazione fino a 60 mesi.

 

Pensione a 59 anni: il Fondo bilaterale per il ricambio generazionale prevede la possibilità di andare in pensione a 59 anni ossia 3 anni prima di quota 100.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA