Sospensione Reddito di cittadinanza da febbraio: cosa fare quanto dura

«Sospensione Reddito di cittadinanza da febbraio 2020 in attesa del nuovo ISEE, Inps sospende il pagamento ricarica Carta RdC ecco cosa fare e quanto dura»

Sospensione Reddito di cittadinanza da febbraio 2020: cosa fare e quanto dura, quando arriva ricarica se è stata sospesa dall'INPS?

 

Entro il 31 gennaio 2020, i percettori del Reddito di cittadinanza e della Pensione di cittadinanza avrebbero dovuto aggionare il proprio ISEE 2020, in modo da impedire la sospensione da parte dell'INPS dei pagamenti a partire dal mese di febbraio 2020

 

Qualora sospeso, i pagamenti INPS RdC possono riprendere solo dopo aver presentato il nuovo ISEE e la sua verifica da parte dell'INPS.

 

Sospensione Reddito di cittadinanza da febbraio: cosa fare e quanto dura?

Il pagamento Reddito di cittadinanza è sospeso da febbraio 2020 dall'INPS per tutte le famiglie beneficiare del Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza che non hanno provveduto a consegnare il nuovo ISEE 2020 entro la scadenza del 31 gennaio 2020.

 

La sospensione dei pagamenti RdC è attuata fino a quando non sarà consegnato l'ISEE come richiesto ufficialmente.

 

Una volta eseguita la procedura di aggiornamento i pagamenti RdC e PdC riprenderanno regolarmente.

 

Calendario pagamenti Reddito di cittadinanza: ricarica febbraio 2020

Ecco il  calendario pagamento Reddito di cittadinanza ricarica febbraio 2020:

  • Ricarica Reddito di cittadinanza febbraio 2020: il pagamento della ricarica carta RdC e PdC per gli aventi diritto che hanno già ricevuto la card, avverrà il 27 febbraio 2020.

  • Per le nuove domande RdC e PdC presentate a febbraio 2020: l'elaborazione e le relative disposizioni di pagamento sono inviate 15 marzo a Poste che curerà la distribuzione delle card con già accreditata la somma spettante di RdC.

 

Reddito di cittadinanza pagamento febbraio nuove domande:

Reddito di cittadinanza domanda a febbraio come funziona il pagamento?

Il reddito di cittadinanza come tutti saprete è l'aiuto universale contro la povertà destinato a disoccupati e inoccupati e coloro che hanno un basso reddito, entrato in vigore in Italia per effetto del decretone 4/2019, poi convertito in legge.

 

Per ottenere il beneficio, va presentata l'apposita domanda online RdC utilizzando i nuovi modelli domanda Reddito di cittadinanza aggiornati e pubblicati dall'INPS.

Per chi non ha dimestichezza di computer ed internet, può comunque presentare la domanda RdC o PdC tramite Poste Italiane e Caf convezionati.

 

Presentata la domanda online, l'INPS esegue le dovute verifiche sui requisiti Reddito di cittadinanza e successivamente comunica l'esito circa il diritto al RdC.

In caso di risposta positiva, il cittadino dovrà recarsi alla Posta, a ritirare la sua Carta RdC 2020 con su caricata la somma spettante.

 

Entro i successivi 30 giorni, per cui se si presenta la domanda a febbraio 2020, chi ha diritto al reddito di cittadinanza, sarà invitato a ritirare la Carta presso le Poste, con accreditato l'importo spettante e poi sarà chiamato dai Centri per l'impiego a firmare il patto per il lavoro o il patto per l'inclusione sociale.

 

Reddito di cittadinanza, modulo Inps domanda e Isee: Le istruzioni per presentare la domanda online reddito di cittadinanza Inps dal sito, o tramite Poste o Caf sono spiegate in dettaglio nel prossimo paragrafo.

 

Vuoi sapere quando arriva la ricarica? Allora leggi calendario pagamenti Reddito di cittadinanza 2020.

 

Reddito di cittadinanza 2020 come fare domanda online:

Reddito di cittadinanza 2020 domanda online sul sito ufficiale:

Come confermato dal testo del decreto legge reddito di cittadinanza è operativo il reddito di cittadinanza.

 

Come già anticipato per effettuare la richiesta occorre compilare online la domanda sul sito ufficiale e aver già presentato il modello Isee e attendere le verifiche dell'INPS, oppure recarsi allle Poste o al Caf.

 

Per sapere se si ha diritto all'aiuto bisogna aspettare che la comunicazione ufficiale sia spedita a casa dall'Isituto e solo in caso di esito positivo, si potrà ritare la carta di cittadinanza presso l'Ufficio postale contenente l'importo spettante attribuito dall'INPS sulla base del reddito, del possesso o meno di una casa di proprietà, della composizione del nucleo familiare ecc.

Ricordiamo che per richiedere online il RdC occorre essere in possesso di Spid, Identità Digitale.

 

Reddito di cittadinanza domanda online da quando?

Secondo le ultime novità reddito di cittadinanza Legge di Bilancio, il nuovo aiuto è partito con le domande dal 6 marzo e la nuova Manovra 2020 ha riconfermato l'aiuto anche per il 2020.

 

Ricarica Reddito di cittadinanza febbraio 2020: quando arriva?

Reddito di cittadinanza febbraio 2020: in base alle ultimissime notizie, i pagamenti card Reddito di cittadinanza 2020 arrivano il 27 di febbraio sia per chi attende la seconda, terza o quarta, quinta, sesta, settima ottava o nona, decima o undicesima ricarica.

 

Reddito di cittadinanza pagamenti su carta bancomat: da quando?

I pagamenti reddito di cittadinanza saranno effettuati a partire entro gennaio 2020 ossia entro 30 giorni dalla presentazione della domanda e dalle verifiche NPS.

 

Sulla carta bancomat, da ritirare all'Ufficio postale, sarà accreditata la somma spettante al beneficiario.

 

La carta bancomat è quindi la modalità scelta dal governo per effettuare i pagamenti del contributo ch si chiama Carta RdC 2020 reddito di cittadinanza.

 

Carta reddito di cittadinanza 2020: cos'è come funziona la carta RdC?

Una volta accolta la domanda, il neo beneficiario della misura viene infomato dell'esito positivo tramite comunicazione ufficiale inviata dall'Istituto.

Successivamente, il benificiario riceve anche la comunicazione da parte di Poste italiane, che lo invita al ritiro della Carta reddito di cittadinanza.

 

Al momento del ritiro della card, l'importo spettante è già precaricato sulla Carta RdC 2020.

 

Ricordiamo che la Carta Reddito di cittadinanza è una comune Postepay gialla, provvista di numeri in rilievo, microchip e senza nominativo impresso.

 

Vuoi sapere se con il reddito di cittadinanza spetta la tredicesima, ti rimandiamo al nostro articolo di approndimento.

  • La carta di cittadinanza è la modalità scelta dal governo per effettuare i pagamenti reddito di cittadinanza ai cittadini beneficiari.

  • In pratica la carta di cittadinanza somiglia ad una sorta di badge che funziona sulla stessa infrastruttura e circuito già impiegati dall'Inps, Poste italiane e Agenzia delle Entrate per la social card e tutto l'importo accreditato deve essere speso.

  • Grazie alla carta di cittadinanza, si possono tracciare e vincolare i 780 euro all'acquisto di determinati beni e consumi.

  • Carta RdC prelievi: il limite ai prelivi in contanti effettuabili con la Carta sono pari a 100 euro al mese per i single e 210 euro per le famiglie più numerose.

  • Carta RdC spese non ammesse: spese per il gioco d'azzardo sono vietate, per chi viola la regola è prevista la revoca del beneficio.

  • I soldi del contributo RdC dovrà essere speso tutto nel mese corrente.

L'importo dell'assegno di cittadinanza è parametrato anche al numero dei componenti del nucleo familiare con un tetto massimo che dovrebbe essere pari a1.330 euro per una famiglia di 5 persone con due minorenni.

 

Inoltre sono state confermate:

  • 8 - 16 ore settimanali obbligatorie di volontariato nel comune di residenza;

  • la frequenza obbligatoria a corsi professionali organizzati dai centri per l'impiego.

  • uno sportello di riferimento per il cittadino;

  • una piattaforma informatica accessibile da pc e da cellulare, per fare la ricerca del lavoro.

  • l'obbligo di sottoscrivere il patto per il lavoro Reddito di cittadinanza.

 

Carta Reddito di Cittadinanza 2020 elenco spese e limite prelievi:

Carta Reddito di Cittadinanza 2020 elenco spese: una lista delle spese che si possono effettuare con la carta Rdc, sono state elencate nel manuale d'uso pubblicato nell'INPS, reddito di cittadinanza Inps, nel quale l'Istituto annovera il seguente elenco non esaustivo sul possibile utilizzo della Carta Reddito di Cittadinanza: 

  • Alcune spese di beni di consumo, quindi per fare la spesa;

  • Pagare le bollette;

  • prelevare in contanti un massimo di 100 euro al mese per chi vive da solo. Per le famiglie, invece, il limite è calcolato sulla base della Scala di equivalenza Isee che è un parametro fissato sulla base al numero e alla tipologia dei componenti la famiglia.

  • 1 solo bonifico al mese per pagare il canone di locazione della casa di abitazione del nucleo familiare;

  • 1 solo bonifico al mese per pagare la rata del mutuo della casa di abitazione del nucleo.

  • Assolutamente vietato utilizzare i soldi per giochi che prevedono vincite in denaro.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA