Reddito di cittadinanza bonus imprese: è online procedura domanda SRDC

«Bonus assunzione reddito di cittadinanza 2019 Inps cos'è e come funziona durata quanto spetta SRDC sgravio contributi imprese che assumono beneficiari RdC»

Reddito di cittadinanza bonus imprese Inps SRDC: dopo la pubblicazione della circolare INPS 104/2019 con la quale l'Istituto ha provveduto a fornire le prime istruzioni su cos'è e come funziona l’esonero contributivo per i datori di lavoro che assumono i beneficiari del reddito di cittadinanza, arriva ora, dal 15 novembre, il nuovo modulo di domanda Inps per richiedere il bonus.

 

E' online il modulo domanda SRDC - Sgravio Reddito di Cittadinanza che consente alle imprese che impiegano titolari di reddito di cittadinanza di ottenere l'esonero dei contributi previdenziali nel limite dell'importo mensile del Reddito di cittadinanza percepito dal lavoratore al momento dell'assunzione.

 

Lo sgravio SRDC che spetta è calcolato sulla differenza tra le 18 mensilità e le mensilità già godute dal beneficiario stesso con un minimo di 5 mensilità, per un importo non superiore a 780 euro mensili.

 

Il bonus assunzioni agevolate RdC che spetta a tutti i datori di lavoro privati che effettuato assunzioni a tempo indeterminato e full time, è previa apposita domanda telematica da presentare tramite il portale agevolazioni dell’INPS, e consente al datore di lavoro di ottenere un esonero dai contributi previdenziali da un minimo di 5 mensilità ad un massimo di 18 mesi meno i mesi di RdC già utilizzati.

 

E' molto importante poi sottolineare che ai fini del beneficio, il datore di lavoro prima di effettuare l'assunzione, deve comunicare obbligatoriamente le disponibilità dei posti disponibili alla piattaforma digitale dedicata al reddito di cittadinanza presso l’ANPAL.

 

Alla luce della circolare Inps e dell'imminente avvio delle domande SRDC, andiamo quindi a vedere nel dettaglio cos'è il Reddito di cittadinanza assunzioni agevolate, come funziona il bonus assunzioni Inps per chi assume beneficiari RdC, quali sono le istruzioni che i datori di lavoro devono seguire per fruire dell'esonero contributivo Inps e come fare la domanda.

 

Reddito di cittadinanza assunzioni agevolate:

Reddito di cittadinanza assunzioni agevolate: con il Dl 4/2019 oltre ai nuovi requisiti RdC, regole e procedure per ottenere il beneficio, sono state introdotte anche le agevolazioni per i datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato full time, i percettori del reddito di cittadinanza.

 

Ora la circolare INPS 104/2019, l'Istituto ha provveduto a fornire i primi chiarimenti ed istruzioni su come fare a fruire del bonus assunzioni Inps per chi assume i beneficiari RdC, ricordando in primis che per avere diritto all'incentivo assunzioni RdC, ossia all'esonero dei contributi previdenziali per un certo numero di mensilità, il datore dei lavoro deve realizzare un incremento occupazionale, ovvero assumere personale in più rispetto a quello che già dispone, per cui no a licenzio e poi assumo nuovo personale.

 

Inoltre per il datore che licenzia nei 36 mesi successivi, senza giusta causa o giustificato motivo, è obbligato alla restituzione di quanto incassato con l’applicazione di sanzioni.

Entriamo ora nel vivo della circolare ed andiamo a spiegare cos'è il bonus assunzioni RdC, come funziona, la durata e quanto spetta.

 

Cos'è il Bonus imprese reddito di cittadinanza?

Cos'è il bonus assunzione reddito di cittadinanza? Il bonus assunzioni RdC, come già anticipato nel paragrafo precedente, è un beneficio introdotto dal decreto 4/2019, conosciuto anche con il nome di decretone reddito di cittadinanza e che prevede la possibilità per il datore che assume un beneficiario del Reddito, di non pagare i contributi previdenziali per un certo numero di mensilità.

 

Per fruire dello sgravio contributivo le imprese dovranno utilizzare il nuovo modulo INPS che sarà messo online dal prossimo 15 novembre, compilarlo ed inviarlo per via telematica.

 

Infatti, come spiegato dalla stessa INPS nella circolare del 19 luglio 2019, i datori di lavoro per fruire del bonus assunzioni RdC devono presentare un'apposita domanda telematica tramite il modulo on-line che sarà predisposto a breve giro.

 

Una volta trasmessa e ricevuta la domanda, l’INPS provvederà a calcolare e comunicare la misura e la durata dell’incentivo e il piano di fruizione.

 

Bonus assunzione Reddito di cittadinanza: come funziona lo sgravio SRDC?

Come funziona lo sgravio SRDC - bonus assunzioni reddito di cittadinanza Inps

  • Come illustrato dall'Inps nella circolare n. 104/2019, per le imprese che assumono con contratto di lavoro a tempo indeterminato e full time soggetti beneficiari del reddito di cittadinanza sarà riconosciuto un bonus, sotto forma di sgravio contributivo, pari ad un massimo di 780 euro al mese.

  • Il bonus per l’assunzione beneficiari reddito di cittadinanza è riconosciuto in caso di assunzione a tempo pieno e indeterminato, anche con contratto di apprendistato e a scopo di somministrazione.

  • Lo sgravio dai contributi previdenziali riconosciuto ai datori di lavoro è pari alle mensilità di sussidio riconosciute al neoassunto. Per cui il RdC dura 18 mesi ed il beneficiario ha giù fruito di 2 mensilità, al datore di lavoro che lo assume, spetterà uno sgravio per 16 mesi. La durata dello sgravio contributivo è da un minimo di 5 mesi ad un massimo di 18 mesi.

  • L'importo del bonus assunzioni reddito di cittadinanza per i datori di lavoro che assumono i beneficiari RdC viene calcolato quindi tenendo conto delle mensilità non fruite dal lavoratore, e va da un minimo di 3.900 euro ad un massimo di 14.040 euro, con limite mensile sempre di 780 euro.

  • Nel bonus assunzioni Inps RdC sono compresi i contributi previdenziali ed assistenziali a carico del datore di lavoro e del lavoratore, fatta eccezione di premi e contributi INAIL.

  • Per ottenere il bonus, il datore di lavoro deve obbligatoriamente comunicare tramite il portale ANPAL i posti disponibili vacanti in azienda prima di procedere all'assunzione. Questa è uno dei requisiti fondamentali per poter accedere all'incentivo.

  • Prevista anche la possibilità di accedere agli sgravi contributivi agli enti di formazione accreditati che abbiano stipulato presso CPI o Agenzia per il Lavoro, un Patto di formazione per la riqualificazione professionale del beneficiario RdC. Se poi la successiva assunzione riguarda un'attività lavorativa coerente con il percorso formativo seguito, il bonus è riconosciuto al 50% tra l'ente di formazione e l'impresa.

 

Reddito di cittadinanza bonus assunzioni requisiti per ottenerlo

Requisiti per ottenere il bonus assunzioni Inps reddito di cittadinanza: in base a quanto specificato nella circolare INPS n. 104/2019, i datori di lavoro, imprese o professionisti che intendono fruire del bonus assunzione beneficiari reddito di cittadinanza, devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • comunicazione preventiva all'ANPAL;

  • realizzazione di un incremento occupazionale netto del numero di dipendenti assunti a tempo indeterminato;

  • rispetto di tutti gli altri principi generali per la fruizione degli incentivi stabiliti dall’articolo 31 del D.lgs n. 150/2015;

  • essere in regola con gli obblighi contributivi e assicuri il rispetto degli altri obblighi di legge, nonché degli accordi e CCLN, territoriali e aziendali.

  • essere in regola con gli obblighi di assunzione di persone con disabilità.

  • l'assunzione deve essere a tempo indeterminato e full time, anche in apprendistato o somministrazione.

 

Bonus assunzione Rdc: durata e calcolo importo 

Bonus assunzioni reddito di cittadinanza durata: i datori di lavoro che previa comunicazione ANPAL, procedono all'assunzione di un percettore del RdC, ottengono un bonus sotto forma di sgravio contributivo dalla durata variabile da 5 a 18 mesi.

La durata dell’incentivo varia in funzione del periodo di fruizione del Rdc già goduto dal lavoratore assunto. Nello specifico, la durata dell’incentivo è pari alla differenza tra 18 mensilità e le mensilità già godute dal beneficiario del Rdc fino alla data di assunzione, con un minimo pari a cinque mensilità. Nel caso in cui il Rdc percepito dal lavoratore assunto derivasse dal rinnovo della misura medesima ai sensi dell’articolo 3, comma 6, del D.L. n. 4/2019, la durata dell’incentivo è stabilita nella misura fissa di cinque mensilità.

Bonus assunzioni reddito di cittadinanza importo: come si calcola?

L'importo del bonus assunzioni reddito di cittadinanza per i datori di lavoro che assumono i beneficiari RdC viene calcolato direttamente dall'INPS dopo aver presentato la domanda e tiene conto delle mensilità non fruite dal lavoratore.

 

L'importo va da un minimo di 3.900 euro ad un massimo di 14.040 euro, con limite mensile sempre di 780 euro.

 

Sanzioni per chi licenzia dopo 36 mesi e restituzione bonus:

La circolare INPS illustra anche le ipotesi di restituzione del bonus da parte del dotore di lavoro nel caso di licenziamento effettuato nei 36 mesi successivi all’assunzione del lavoratore beneficiario del Rdc.

 

In pratica, se il datore di lavoro lincenzia il dipendente dopo 36 mesi dall'assunzione, vengono applicate le seguenti sanzioni:

  • restituzione di tutto l'importo del bonus riconosciuto;

  • sanzioni civili di cui all’articolo 116, comma 8, lett. a), della legge n. 388/2000, calcolate in base al tasso di riferimento maggiorato di 5,5 punti percentuali in ragione di anno.

La restituzione del bonus non è dovuta quando la cessazione del rapporto di lavoro si dovuto a seguito di:

  • licenziamento per giusta causa;

  • per giustificato motivo.

 

Ecco i casi di restituzione obbligatoria del bonus assunzione reddito di cittadinanza:

  • licenziamento per giusta causa o per giustificato motivo dichiarato illegittimo;

  • recesso dal contratto di apprendistato, da parte del datore di lavoro, al termine del periodo di formazione;

  • recesso dal contratto, da parte del datore di lavoro, durante il periodo di prova; dimissioni del lavoratore per giusta causa.

 

Bonus assunzioni RdC domanda su Portale Agevolazioni INPS:

Come fare domanda del bonus assunzioni RdC: per presentare la domanda bonus assunzioni reddito di cittadinanza, il datore di lavoro deve compilare online il modulo di richiesta SRDC, che deve essere ancora approvato, accedendo all'apposito portale sul sito INPS: Portale Agevolazioni INPS.

 

Domanda in via telematica:
Il datore di lavoro interessato ad accedere all’incentivo dovrà inviare la domanda telematica per il riconoscimento dell’agevolazione, nonché la determinazione dell'importo e della durata.

 

L’INPS, una volta ricevuta la domanda telematica, mediante i propri sistemi informativi centrali, provvederà a:

  • calcolare la misura dell'importo spettante e la sua durata;

  • verificare la possibilità di riconoscere aiuti de minimis;

  • comunicare l'accoglimento della domanda con elaborazione del relativo piano di fruizione.

 

Bonus reddito di cittadinanza per chi avvia un'impresa o società cooperativa:

La circolare Inps spiega anche che il bonus reddito di cittadinanza può essere fruito non solo dal datore di lavoro che assume il percettore del reddito di cittadinanza ma anche dallo stesso beneficiario nel caso in cui decida di aprire una propria attività lavorativa.

 

Quindi nel caso in cui il beneficiario RdC dovesse decidere di aprire una nuova:

  • attività di lavoro autonomo;

  • attività di impresa individuale;

  • attività di società cooperativa

entro un anno dalla fruizione del reddito di cittadinanza, potrà richiedere di ottenere il pagamento RdC in un'unica soluzione 6 mensilità del reddito spettante.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA