Reddito di cittadinanza come richiederlo online e come usarlo

«Reddito di cittadinanza modello Inps domanda online sito ufficiale, Poste e Caf modello SR180, esito risposta, cosa fare dopo, quando Carta RdC e importo»

Modello di domanda Reddito di cittadinanza: i cittadini in possesso dei requisiti RdC previsti dalla legge, interessati a richiedere il nuovo aiuto contro la povertà in Italia, possono presentare l’apposito modulo Inps per richiedere il reddito di cittadinanza.

 

Il modello SR180 Inps debitamente compilato, può essere poi presentato, a partire dal giorno 6 di ciascun mese, a Poste Italiane o presso un Caf, centro di assistenza fiscale, i quali provvederanno ad inviarlo online all'Inps gratis, per conto del cittadino.

 

Un altro metodo per presentare il modulo domanda Reddito di cittadinanza pdf 2019 è quello online accedendo tramite Spid al sito ufficiale Reddito di Cittadinanza.gov e compilando e trasmettendo da soli, il modello.

 

Vi ricordiamo inoltre che per presentare la domanda reddito di cittadinanza non c’è alcuna scadenza o termine perentorio da dover rispettare, l’unica cosa è che prima si fa la domanda e prima si riceve l’esito della richiesta da parte dell’Inps e prima si riceve la carta reddito di cittadinanza con la prima ricarica dell’importo.

 

Per cui facendo qualche conto sui tempi, se la domanda RdC o di pensione di cittadinanza si presenta adesso o entro il 31 maggio 2019, si ha l’esito dopo 15 giorni dalla domanda e si riceve l’importo spettante tra la fine di giugno e l'inizio di luglio.

 

Andiamo quindi a spiegare nel dettaglio come fare domanda per il reddito di cittadinanza, il modulo Inps da utilizzare, le istruzioni per la compilazione online Poste e CAF, tenendo conto però che prima di presentare il modello SR180 INPS per la domanda RdC/PdC occorre aver già richiesto l’ISEE 2019 Inps online.

 

Domanda Reddito di cittadinanza modello Inps:

Domanda Reddito di cittadinanza modello Inps: come già anticipato, i cittadini e le famiglie interessate a richiedere il reddito di cittadinanza RdC o la pensione di cittadinanza, PdC, devono compilare e trasmette, o far tramettere online, l'apposito modulo Inps.

 

E' infatti l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale che ha il compito di acquisire le domande e di verificare il possesso dei requisiti previsti dalla legge.

Una volta verificato il diritto ad ottenere il RdC o la PdC, l'Inps provvede ad erogare l'importo spettante su una apposita card elettronica rilasciata da Poste Italiane.

 

Prima di tutto questo però, bisogna presentare il modulo domanda reddito di cittadinanza all'INPS, ed ecco come fare.

Se si possiedono tutti i requisiti Isee reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza, è possibile fare domanda RdC o PdC, presentando il 

  • Modello SR180 Inps scaricabile gratuitamente dal sito Inps o dal sito RdC ufficiale, o reperibile presso uffici postali e Caf.

  • Modello SR181 Inps: deve essere compilato invece solo se ci sono state delle variazioni in merito a: situazione lavorativa, se alcuni componenti del nucleo familiare sono stati ricoverati o sono usciti o entrati in istituti di cura o di detenzione, se sono avvenute delle dimissioni volontarie oppure variazioni nel patrimonio finanziario o immobiliare.

  • Modulo SR182 Inps: va compilato solo nel caso in cui il richiedente o un altro componente del nucleo familiare ha iniziato a lavorare in un periodo successivo a quello rilevabile con dall'Isee 2019.


Domanda reddito di cittadinanza online: sito, Poste e Caf

Reddito di cittadinanza come fare domanda: il cittadino per presentare la domanda per il reddito di cittadinanza o per la pensione di cittadinanza, come detto, deve presentare il modello Inps online, ma a chi e dove?

 

Per presentare il modello di domanda online ci sono 3 modi:

 

1) domanda Reddito di cittadinanza Poste: in pratica il cittadino consegna il modello direttamente allo sportello dell'ufficio postale, per cui è l'addetto di Poste italiane a trasmettere il modulo online all'Inps per conto del cittadino.

La domanda RdC alle Poste, è possibile farla a partire dal 6 di ogni mese.

 

2) domanda Reddito di cittadinanza Caf: il personale del Caf compila il modulo per il cittadino e trasmette online la richiesta all'INPS.

 

3) domanda Reddito di cittadinanza online sito ufficiale: il cittadino che dispone di Spid ed ha dimestichezza di internet, può compilare il modulo Inps  e trasmettere la richiesta online tramite il sito ufficiale www.redditodicittadinanza.gov.it.

 

Cosa succede dopo aver presentato la domanda RdC o PdC?

Dopo aver presentato la domanda RdC o la domanda PdC, l'Inps verifica i requisiti e se l'esito della domanda è positiva, provvede ad inviare al beneficiario la risposta di accoglimento della richiesta.

 

Subito dopo il cittadino beneficiario riceve un messaggio o una email da parte di Poste Italiane, con l'invito a recarsi presso gli uffici postali per ritirare la carta reddito di cittadinanza.

 

Al momento del ritiro, la Carta Reddito cittadinanza chiamata anche Carta Rdc 2019 è già pre-caricata dell'importo spettante in base alla tabella importi reddito di cittadinanza. Dopo la prima ricarica, il secondo pagamento ossia il secondo accredito è su base mensile, per cui il cittadino riceverà l'importo ogni mese sempre sulla stessa card.

 

Entro i successivi 30 giorni, poi, si viene chiamati a rendere la cd. DID, Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro. Tale dichiarazione può essere resa presso:

  • centri per l’impiego;

  • patronati convenzionati Anpal.

La DID non è necessaria per i componenti del nucleo familiare:

  • minorenni;

  • disabili (riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%);

  • pensionati;

  • over 65;

  • soggetti già occupati;

  • soggetti che studiano o frequentano un corso di formazione;

  • caregivers disabili e per minori di 3 anni.

I soggetti ritenuti idonei alla DID, devono inoltre sottoscrivere il patto per il lavoro mentre tutti gli altri il patto per l'inclusione sociale. La stipula, la sottoscrizione ed il perseguimento degli obiettivi contenuti nei patti sono obbligatori, pena la revoca e la perdita del contributo.

 

Cosa si può comprare con il reddito di cittadinanza?

Cosa si può comprare con il Reddito di cittadinanza 2019? Con la Carta reddito di cittadinanza si può comprare:

  • beni e servizi di base, vestiti, scarpe, cibo, prodotti per la casa, presso i POS degli esercizi commerciali in Italia convenzionati con il circuito Mastercard, per le spese ammesse dalla normativa.

  • pagare le bollette delle utenze di luce e gas presso gli Uffici Postali.

  • richiedere il bonus luce e gas.

  • effettuare presso gli uffici di Poste italiane, un bonifico SEPA o un postagiro mensile in caso di locazione o di mutuo. Il costo della commissione è rispettivamente di 1,00 € e 0,50 euro.

  • per conoscere il saldo reddito di cittadinanza:

    • presso gli ATM Postamat

    • tramite il servizio di lettura telefonica disponibile al numero verde 800.666.888 gratuito da telefono fisso e mobile.

    • accedendo al sito ufficiale RdC.

  • Reddito di cittadinanza prelievo in contanti presso gli sportelli automatici (ATM) postali e bancari in Italia per un massimo di 100 euro per i nuclei familiari composti da un singolo individuo fino ad un massimo di 250 euro per le famiglie più numerose. La commissione sui prelievi con la Carta reddito di cittadinanza è di 1,00 su ATM Postamat e di 1,75 euro su TM bancari in Italia (circuito Mastercard).

 

Spese non ammesse con i soldi del Reddito di cittadinanza:

  • pagamenti online su siti di e-commerce;

  • giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità.

  • operazioni di pagamento e di prelievo al di fuori dell’Italia.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA