Decreto Rilancio: ristoro bollette e affitti, contributi fondo perduto

Fondo perduto bollette e affitti imprese cos’è e come funziona il ristoro, Decreto Rilancio 2020 coronavirus misure aziende artigiani commercianti start up

27 maggio 2020 11:22
Decreto Rilancio: ristoro bollette e affitti, contributi fondo perduto

Decreto Rilancio: fondo perduto, bollette e affitti

 

*** Fondo perduto 2020 ultime notizie 27 maggio:

Pubblicato il Gazzetta Ufficiale il decreto Rilancio, il quale contiene un insieme di importanti misure per le imprese, artigiani, commercianti, ecco quali sono:

  • Sconto sugli affitti: Il decreto prevede una detrazione del 60% dei canoni di affitto per tutte le imprese con un fatturato fino a 5 milioni di euro. 

  • Contributi a fondo perduto assegnati alle imprese con ricavi non superiori ai 5 milioni nello scorso periodo d'imposta, sulla base delle riduzioni di fatturato effettivamente subite: il fatturato di aprile 2020 dovrà essere inferiore ai 2/3 di quello dello stesso mese del 2019. Ecco le percentuali spettanti: 20% della riduzione di fatturato per i soggetti con ricavi fino a 400 mila euro, 15% fino a 1milione di euro e 10% fino a 5 milioni. L'importo minimo a fondo perduto è di 1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 euro per gli altri soggetti. La domanda andrà presentata all'Agenzia delle Entrate che provvederà ad accreditare la somma direttamente sul conto corrente.

  • Rafforzamento patrimoniale medie imprese. Con l'obiettivo di rafforzare il patrimonio delle imprese con fatturato compreso tra 5 e 50 milioni di euro, che abbiano subito una perdita di fatturato di almeno il 33% a marzo-aprile 2020, viene istituita una specifica detrazione di imposta in caso di aumento di capitale non inferiore a 250 mila euro realizzato entro la fine dell'anno: il contribuente potrà beneficiare di una detrazione del 20% della somma investita nel capitale sociale, fino ad un investimento massimo di due milioni.

  • Riduzione bollette elettriche. Il decreto Rilancio prevede che per le bollette elettriche, in particolare per le piccole attività produttive e commerciali, vi sia l'azzeramento delle attuali quote fisse indipendenti dalla potenza e per i clienti non domestici alimentati con potenza superiore a 3,3 kW una rideterminazione delle tariffe di rete e degli oneri generali

 

 

*** Contributo fondo perduto, bollette e affitti ultime notizie 9 maggio: in base alle ultime notizie ecco cosa dovrebbe esserci nel decreto legge di maggio che sarà approvato dal governo forse entro questa settimana.

 

Aiuti alle imprese:

 

a) Piccole imprese: nuovo meccanismo di ristoro dalle perdite causate dalla crisi - bonus bollette e affitti per:

  • artigiani, commercianti e microimprese fino a 5 milioni di fatturato: l'intervento da solo vale 7 miliardi di Fondo perduto. Tutti questi soggetti avranno contributi per 3 mesi sugli affitti, sulle bollette e un contributo a fondo perduto del 20-25% sulle perdite di fatturato.

 

b) Imprese fatturato dai 5 milioni ai 50 milioni di fatturato:

Per questo tipo di imprese il governo ha pensato di far fronte alle perdite con sconti fiscali per favorire la ricapitalizzazione delle aziende, è possibile un'azione sull'Ires o sull'Ace, il meccanismo fiscale per favorire la patrimonializzazione delle società.

 

c) Imprese con fatturato oltre i 50 milioni:

In questo caso sarà la Cassa depositi e prestiti ad intervenire temporaneamente sul capitale, immettendo risorse fresche.

 

Decreto Rilancio, bollette affitti imprese

Il Ministro del Tesoro Roberto Gualtieri, in audizione presso la Commissione Finanze della Camera, ha annunciato alcune delle misure su cui il governo sta lavorando in vista del decreto Rilancio di maggio 2020 (ex aprile).


Il Ministro ha annunciato una misura molto attesa, che riguarderà gli affitti e le bollette a carico delle imprese, e sarà “ben più ampia” rispetto al credito d’imposta per negozi e botteghe.


Inoltre ha confermato nel decreto Maggio 2020 i contributi a fondo perduto per le imprese più piccole, i contributi e gli incentivi alla ricapitalizzazione per quelle più grandi ma senza interventi nel controllo e nella governance.

Il ministro ha poi spiegato che “una delle ragioni che ci hanno portato a prenderci qualche giorno di più” per il decreto, previsto per questa settimana, è stata l’attesa per il Temporary Framework sugli aiuti di stato. Considerando che il modo in cui sarà definito avrà "un impatto diretto

sul decreto che doveva essere di aprile, cioè il sostegno diretto alle imprese, equity e forme ibride di finanziamento."

 

Bonus affitti e bollette imprese: cos’è e come funziona il ristoro: 

Ristoro affitti e bollette cos'è: Come annunciato dal Ministro Gualtieri, “L'idea è quella di varare un ristoro integrale del costo sopportato per tre mesi per l'affitto di tutte le imprese, di qualsiasi natura e dimensioni, che abbiano subito un calo del fatturato”.


Allo stesso tempo, il ministro ha confermato anche uno sconto sulle bollette, in cui saranno eliminati gli oneri fissi, come già annunciato dal Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli parlando dei contributi a Fondo perduto PMI.

 

Questo provvedimento farà in modo che siano quasi annullate per chi è rimasto chiuso a causa del lockdown.

Bonus bollette e affitti imprese: si sommeranno ai sostegni diretti
Il ristoro affitti e bollette sono due misure- la prima da 1,7 miliardi, la seconda da 600 milioni di euro- che si sommeranno ai sostegni diretti alle imprese.

 

Questi saranno sotto forma di "un contributo diretto a fondo perduto che intendiamo modulare e che raggiungerà cifre significativamente maggiori di quelle di altri Paesi” ha spiegato Gualtieri “perchè sarà modulato alla perdita di fatturato, un minimo per tutte le imprese con possibilità di arrivare anche a cifre più consistenti".

 

"Sarà impossibile assorbire l'intera perdita di fatturato, non avviene in nessuna parte de mondo" ha sottolineato il ministro, aggiungendo che non c’è alcuna intenzione di nazionalizzare le PMI.

 


Ristoro affitti e bollette imprese come funziona: il rimborso dovrebbe essere corrisposto come credito d’imposta al 100%. Bisogna comunque attendere il Decreto Maggio per avere informazioni più precise in merito.

 

Decreto maggio imprese: non si pagherà la Tosap

Oltre al provvedimento su affitti e bollette delle imprese, il ministro Gualteri ha anche annunciato una misura per andare incontro ad alberghi, bar e ristoranti duramente colpiti dall’emergenza coronavirus.

 

La Tosap, ossia la tassa sull’occupazione del suolo pubblico, non si pagherà sui maggiori spazi dovuti dalle regole di distanziamento sociale.

 

Inoltre, per questa categoria di esercizi, è previsto un credito d'imposta per supportare la riorganizzazione dei locali e del lavoro.

 

 

Decreto maggio imprese: ecobonus e sisma-bonus

Il ministro Gualtieri ha inoltre annunciato che nel prossimo decreto legge ci sarà un “significativo rafforzamento di ecobonus e sisma-bonus sia elevando la percentuale sia dando la possibilità di sconto in fattura e cessione del credito per migliorare la resilienza del territorio al rischio sismico”.


Per quanto riguarda l’ecobonus, il ministro Patuanelli ha spiegato che sarà un beneficio fiscale al 120% dell’importo dei lavori eseguiti.

 

 

Decreto maggio imprese: tutte le misure

Il Decreto maggio prevederà una serie di misure a sostegno delle imprese colpite dall’emergenza coronavirus.


Oltre al ristoro affitti e bollette, i contributi a fondo perduto e di sostegno alla capitalizzazione, agli investimenti e all’innovazione, ci saranno anche i bonus partite IVA 600 euro ad aprile e 100 euro a maggio e l’estensione della cassa integrazione in deroga per altre 9 settimane, che vanno ad aggiungersi alle 9 settimane già previste dal decreto Cura Italia.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA